Alberto Mazzocchi

 Alberto Mazzocchi si è laureato in Medicina e Chirurgia nel 1982 presso l’Università degli studi di Milano; specializzato in Chirurgia Maxillo Facciale e perfezionato in Ortodonzia Intercettiva presso l’Università degli Studi di Pavia, dal 1999 si dedica allo studio della medicina omeopatica. Nel 2006 termina il corso di perfezionamento triennale in Fondamenti razionali e critici delle Tecnologie Biomediche e nelle Medicine Complementari presso l’Università di Milano dove riceve l’incarico di professore a contratto negli anni successivi.

È autore di più di un centinaio di pubblicazioni scientifiche, di tre romanzi, Bianchi, duri e spietati, Quaranta, Il sigillo del tempio, e di un libro per ragazzi, Papà perché? Storie per bimbi che chiedon dei valori. Esercita la libera professione come ortodontista e chirurgo orale e come omeopata unicista in Bergamo.

In una società che si premura di fornire a tutti “certezze” di ogni genere, dagli investimenti economici ai programmi politici, dalle attività  lavorative agli svaghi, nessuno parla volentieri della morte.
La morte si evita. Porta male parlare di morte. Si parla molto di corpo e di apparenza, di soldi e successo, poco di anima e spirito.
Ma si può davvero “prevenire” la morte? Paradossalmente i progressi della medicina hanno fatto poco o nulla contro le grandi cause di morte dei paesi più ricchi ovvero le malattie degenerative.
Si muore come prima, ma con molta più paura.

L’Autore, dopo una brevissima descrizione di come è cambiata la visione occidentale della morte nel corso dei secoli, propone una serie di riflessioni sulla salute, sulla malattia e sulla morte, sulla medicina e sul ruolo dei medici, riportando il pensiero di ricercatori, filosofi, santi o esoteristi, passati e presenti, cercando di descrivere in sintesi orientali e in quelle sudamericane.
Sta al lettore giungere a conclusioni, ma il messaggio forte e chiaro rimane: non dobbiamo temere la morte. Un libro non solo per medici ma per tutte le anime curiose della vita e dei suoi misteri.
€ 6,80 8
SCONTO DEL 15%

Reich trascorse tutta la sua vita ad indagare e studiare le peculiarità di un principio energetico che risultava nuovo a quel tempo alla Fisica tradizionale e a circoli scientifici. Vide che era una energia positiva per la vita e che si trovava dappertutto e che volle chiamare energia orgonica.

Tuttavia Reich spesso la identificava anche come bio-energia o energia vitale. Verso la fine degli anni ‘30, studiando le variazioni di bio-elettricità negli esseri umani, la chiamò anche energia bio-elettrica.

Reich fu il primo, nella storia della scienza, che riuscì a misurare e a quantificare questo nuovo tipo di energia.
Vide che poteva essere individuata e indirettamente misurata al suolo, nell’atmosfera, e negli organismi animali e vegetali, per mezzo di alcuni semplici strumenti di misura.

Gli autori in questo libro documentano le sbalorditive ricerche di Wilhelm Reich sia nel campo della fisica che della terapia. 

€ 21,25 25
SCONTO DEL 15%

NUOVA SEDE:
Vienici a trovare nel nostro nuovo spazio espositivo
Via dei Leoni, 71
90143 Palermo

Mappa su Google Maps