Federica Zanoni

Federica Zanoni: Si è diplomata in iridologia e naturopatia presso l’Accademia di Scienze Igienistiche Naturali Galileo Galilei di Trento. Parallelamente all’approfondimento di queste discipline e della Reflessologia Plantare, ha coltivato un personale interesse per l’ayurveda che l’ha portata a elaborare la tesi di ricerca che viene illustrata in queste pagine. Svolge l’attività di iridologa naturopata, collabora in qualità di docente di iridologia con l’Accademia Galileo Galilei e prosegue nel contempo con la ricerca in ambito iridologico.

Ogni iride è unica e speciale. Può forse assomigliare ad un’altra, ma non potranno mai esisterne due uguali. Conosciamo centinaia di sfumature diverse per quanto riguarda i toni di colore delle iridi e ognuna ha un significato ben preciso. Anche in Ayurveda sulla base dell’interazione delle tre costituzioni, le variazioni sono molteplici e dipendono dalle proporzioni delle tre energie vitali presenti: ognuno possiede una combinazione unica e personale.
In questo libro si sono intrecciate tra loro due discipline in modo che l’una possa usufruire dell’altra in maniera concreta. L’iride potrebbe essere cioè uno strumento attraverso cui individuare i pilastri fondamentali dell’approccio ayurvedico, ossia le costituzioni (Vata, Pitta e Kapha) e reciprocamente trovandosi davanti a un soggetto con un determinato Dosha dominante, si potrebbe presumere immediatamente quali aree riflesse nell’iride potrebbero presentare segni di debolezza o comunque di squilibrio.
Creare una buona sinergia tra due discipline che prendono in considerazione non solo le nostre caratteristiche fisiche, fisiologiche e la nostra predisposizione ad ammalarci, ma anche le nostre emozioni e il nostro modo di viverle ed esprimerle (o non esprimerle) è sicuramente un aiuto per una comprensione più profonda di noi stessi e in generale dell’essere umano.

N/A 18

NUOVA SEDE:
Vienici a trovare nel nostro nuovo spazio espositivo
Via dei Leoni, 71
90143 Palermo

Mappa su Google Maps