Kalos Edizioni

NEL GENNAIO 2018 – anno di “Palermo Capitale Italiana della Cultura” – Kalós, il marchio della storica casa editrice palermitana specializzata in pubblicazioni d’arte e volumi illustrati, è stato rilevato da Composervice Italia s.r.l. L’azienda ha nominato come proprio direttore editoriale Salvino Leone, medico, docente alla Facoltà Teologica di Sicilia e scrittore, affidando la gestione manageriale a Giovanni Lo Giudice, imprenditore di successo che ha deciso di scommettere su questa storica realtà con l’intento di rafforzarne l’immagine e svilupparne le potenzialità. A loro si affianca un giovane e dinamico staff editoriale costituito da: Alice Di Liberti, Flavia Filpi, Luana Lupo, Giacomo Planeta.

L’OBIETTIVO DELLA NUOVA PROPRIETÀ è quello di mantenere e consolidare la propensione di Kalós a essere punto di riferimento autorevole per il mondo dell’arte e della cultura siciliane.


Nella sua presentazione Elio Antonello, presidente della Società Italiana di Astronomia, mette in evidenza "l'importanza dell'osservazione del cielo quale sistema calendariale per l'agricoltura, un sistema che aveva bisogno di un punto di riferimento fisso, definito da uno dei solstizi, da cui iniziare il conto dei giorni dell'anno". Si può quindi presumere - continua - che ogni comunità preistorica in Sicilia avesse un suo proprio "calendario". Da queste premesse prende avvio lo studio degli autori nel campo totalmente inesplorato dell'archeoastronomia siciliana, che li porterà a visitare significativi luoghi- simbolo per l'analisi dei manufatti e la raccolta delle testimonianze, in un cammino di ricerca preciso e appassionante che riserverà molte sorprese. In queste pagine, come suggerisce l'archeologo Jeremy Johns, prende corpo «l'attraente ipotesi in crescente aumento formulata dagli autori: e cioè che sembra esserci un numero veramente stupefacente di siti, sparsi per tutta l'isola, dove gli abitanti preistorici della Sicilia adattarono emergenze naturali del paesaggio per celebrare e annodare il legame fra il cielo e la terra su cui essi vivevano

€ 23,75 25
SCONTO DEL 5%

Angela, Adele, Amina. Tre donne le cui vite si intrecciano sulla stessa Isola. Andare e venire, partire e tornare, perdersi nel continente. Eppure il respiro costante dell’Isola alita sulle loro esistenze tanto da farle sentire d’un tratto, in un modo o nell’altro, isole esse stesse.
Un vento che trascina con sé odori e sapori: origano, capperi e peperoncino condiscono quella che, pagina dopo pagina, può essere letta come una storia universale, un messaggio di speranza per chi valica i confini della (in)certezza muovendo verso mete imprevedibili e trovando, perché no, un briciolo di serenità dall’altra parte del mare o semplicemente facendo un giro attorno all’Isola in cui in fondo ha sempre abitato.

€ 14,25 15
SCONTO DEL 5%

Nina è una giovane ragazza palermitana, appartenente a una famiglia povera e numerosa, costretta a subire le difficoltà della guerra nella Sicilia degli anni Quaranta. Sono gli anni in cui la protagonista conoscerà l’amore, e insieme a questo affronterà scelte difficili, come l’abbandono della casa paterna e della terra natia per un mondo lontano e sconosciuto, con l’unico desiderio di riscattare la vita dei suoi cari e garantire un futuro ai propri figli. A queste pagine fa da sfondo una cultura votata alla dimensione familiare, caratterizzata da valori, credenze e talvolta superstizioni, che accompagnerà i protagonisti anche durante la difficile prova vissuta lontano da casa. Ninuzza è una figura femminile capace di muoversi con determinazione e forza all’interno di un mondo patriarcale e maschilista, che riuscirà a vincere anche i pregiudizi più radicati conquistando, con silente discrezione, l’indipendenza e il rispetto per sé e la propria famiglia. La sua storia racconta le speranze e le paure legate al viaggio, quello di svolta, di uomini e donne che, nonostante tutto, non si arrendono.

€ 14,25 15
SCONTO DEL 5%

Superando l’incertezza dei dati biografici e la difficoltà nel reperimento delle fonti relative alla vita del beato Guglielmo, questo denso saggio apporta un contributo necessario alla conoscenza di un personaggio finora poco noto eppure particolarmente significativo per costruire un altro tassello della storia e della cultura siciliane. Queste pagine potranno dunque servire a tanti per scoprire e riscoprire la figura di un uomo – Guglielmo Gnoffi – dedito alle “cose di Dio”, sia pure vissuto oltre sette secoli fa ma che può essere di stimolo e di esempio per l’odierna società, spesso poco dedita al silenzio e al raccoglimento, all’ascolto di se stessi e del creato.

€ 17,10 18
SCONTO DEL 5%

Josetta si è trasferita da poco a Palermo dalla Germania: il papà fa l’antiquario, e in Sicilia vede nuove opportunità di lavoro. Siamo nel periodo della Belle Époque, e sono molte le famiglie che, da tutta Europa, decidono di venire a vivere e lavorare su quest’isola colta, ricca, produttiva. Sisidda, invece, dal suo poverissimo quartiere non si è mai spostata se non per andare a servizio, proprio in casa della famiglia di antiquari, che abita una villa liberty immersa in un giardino rigoglioso. Un’amicizia, quella tra le due bambine, che nasce per caso e che porterà alla luce tante altre vite di loro coetanei: da quelli ricchi e privilegiati ai carusi, che si sfiniscono di lavoro e rischiano la vita nelle zolfare.

Con il suo nuovo romanzo – scritto da un adulto con la voce dei bambini, una voce e, dunque, una scrittura che insieme alle protagoniste cresce pagina dopo pagina – l’autrice si immerge con grazia e delicatezza in un periodo storico affascinante costellato di luci e ombre, di cui recupera frammenti di vita, usanze, personaggi e luoghi noti o dimenticati, rivolgendosi tanto ai ragazzi quanto a un pubblico maturo.

Dall’incontro di due realtà apparentemente inconciliabili nascono il rispetto, la conoscenza, il dialogo.
In una parola, il diritto di ogni bambino di vivere “con lo sguardo in su”.

€ 7,60 8
SCONTO DEL 5%

Il couscous è il piatto che ha favorito la koinè storica e gastronomica del “continente mediterraneo”, cultura cosmopolita e flessibile che si muove sposando e adattandosi alle esigenze minime dell’uomo.

Partendo dalle terre del Maghreb per arrivare alle regioni costiere della nostra penisola, l’autore propone un vero e proprio itinerario del couscous, in cui emergono per ogni territorio le caratteristiche di questa singolare ricetta che si intrecciano a ingredienti di altro genere, legati soprattutto alla sacralità, alla socialità e convivialità che una preparazione di questo tipo presuppone.

Il couscous è la ricetta per tutti i gusti e per tutte le occasioni. Queste pagine raccontano i diversi modi di preparazione e il risultato è un piatto unico che recupera una parte di storia della millenaria e multiculturale cucina mediterranea.».

€ 15,20 16
SCONTO DEL 5%

Gli affetti, la formazione artistica, gli amori, i viaggi, le amicizie e le opere del grande compositore siciliano dagli occhi azzurri. Un ritratto di Vincenzo Bellini che da Catania parte seguendo la musica del tempo delle carrozze che lo hanno accompagnato in lungo e in largo nell’Ottocento per i teatri dello Stivale e Oltralpe, fino al ritorno a casa di un’ultima carrozza da Parigi… Pagine che ricreano la poesia di una vita densa e profonda, facendo letteralmente muovere, nell’animazione dei disegni, ruote e cavalli su pentagrammi di note volte a ricordare Bellini come cantore di melodie lunghe, struggenti e immortali.

€ 9,50 10
SCONTO DEL 5%

Dall’osservazione di alcune preesistenze venute alla luce nel 2011 – in occasione della realizzazione di un intervento edilizio privato sul tessuto storico urbano – l’Autrice, mettendo a frutto l’esperienza maturata sia sul territorio che presso gli archivi, su tali testimonianze di pietra e sul contesto in cui esse ricadevano ha effettuato studi approfonditi giungendo all’individuazione di significative tracce architettoniche riconducibili all’impianto dell’antico quartiere ebraico e della Sinagoga di Palermo distrutta dopo il 1492. La ricostruzione di un inedito assetto del cortile della Meschita e l’individuazione del sito dell’antica Sinagoga, cuore pulsante della comunità ebraica palermitana a partire dall’epoca normanna, offrono un’immagine profondamente diversa di un quartiere di Palermo oggi alquanto trascurato, che vanta invece una storia antica meritevole di essere riproposta. Il quartiere ebraico ricadeva nel nuovo insediamento di espansione urbana denominato “quartiere della Moschea”, dove dopo l’allontanamento dei musulmani gli ebrei si espansero e fondarono la loro Sinagoga – la «più grande e bella» tra quelle conosciute – che letteralmente scomparve quando, a partire dal XVII secolo, il complesso conventuale degli Agostiniani vi fu sovrapposto e le trasformazioni urbanistiche legate all’apertura della via Maqueda cambiarono per sempre l’antico volto della città.

€ 22,80 24
SCONTO DEL 5%

“Ladro del sole”, decano della pittura di paesaggio in Sicilia, maestro indiscusso e poi lungamente dimenticato, Francesco Lojacono è oggi al centro di un rinnovato interesse critico. Dagli esordi nel solco di un vedutismo di retaggio ancora settecentesco all’elaborazione della lezione di Filippo e Nicola Palizzi e dei fermenti della Scuola di Resina a Napoli, fino alle importantissime occasioni di confronto a livello nazionale e internazionale, l’intera opera di Lojacono è qui ripercorsa da Davide Lacagnina sullo sfondo delle principali vicende dell’Italia post-unitaria. In un continuo andirivieni di scelte, di coraggiose fughe in avanti e di strategici rientri nella tradizione, le più libere indagini condotte con piglio da consumato pittore “dal vero” e le altrettanto notevoli doti come colorista e sensibile interprete del rapporto fra la natura e l’uomo, pongono l’artista fra le figure più interessanti del panorama dell’arte italiana della seconda metà del XIX secolo. Il suo catalogo così riletto, e qui arricchito da alcuni importanti inediti dell’attività giovanile e della maturità, appare esemplare di un percorso pienamente in sintonia, anche nella sua contraddittorietà, con gli svolgimenti della migliore tradizione ottocentesca della pittura di paesaggio in Italia.

€ 9,50 10
SCONTO DEL 5%

Non è dato sapere quando gli ebrei giunsero a Palermo, la prima notizia certa della loro presenza risale al 598 d.C. Intorno all’anno Mille, poco fuori le mura meridionali e sulle rive del non più visibile torrente Kemonia, gli ebrei palermitani edificarono il loro sobborgo, l’harat al-Yahud (quartiere dei giudei), e vi abitarono sino all’espulsione del 1492. La Giudecca, a cui si accedeva attraverso la Porta di Ferro (Bab al-hadid), era suddivisa in due contrade: la Meschita e la Guzzetta, un dedalo di vicoli, piazzette, orti e giardini. La realizzazione della via Maqueda prima e della via Roma poi ne causò lo sventramento, sconvolgendo l’assetto viario originario. La Guzzetta fu quasi completamente cancellata, della Meschita rimangono invece poche e rare tracce. Nel percorrere le strade così come si presentano oggi, con un po’ d’immaginazione il visitatore attento, seguendo l’itinerario qui proposto, può scoprire il fascino che questi luoghi conservano e tornare a respirare antiche atmosfere

€ 11,40 12
SCONTO DEL 5%

Come sono nate le catacombe dei Cappuccini di Palermo? Quali misteri custodiscono? Quali racconti contiene questo forziere unico al mondo, vero e proprio libro di una storia che si sviluppa lungo svariati secoli, ricchissimo di informazioni scientifiche, culturali, sociali? Che cosa è possibile fare per salvare un sito così importante dall’usura del tempo? In questa guida, Dario Piombino-Mascali accompagna il lettore in un percorso affascinante, in cui nessun aspetto è trascurato. Con la precisione di un testo scientifico e la felicità di una scrittura ariosa e mai statica, l’autore ci conduce per i corridoi di una dimora eterna che ancora oggi ospita famiglie illustri (tra queste Del Bosco, Filangeri, Gravina, Moncada e Ventimiglia) ma anche artisti, patrioti, borghesi, nel senso più ampio del termine. Per la prima volta da quel lontano 1599, anno della loro fondazione, le catacombe si svelano sotto moltissimi aspetti: dalla storia del luogo alla sua formazione, dai provvedimenti igienici alle credenze e alle pratiche funerarie, fino ad arrivare alle testimonianze di donne e uomini di arte e di lettere che non seppero resistere al fascino della città sotterranea. Un percorso che catturerà anche il lettore, in cui il maggiore paleopatologo siciliano suggella il legame, apparentemente inconciliabile, tra scienza e letteratura

€ 11,40 12
SCONTO DEL 5%

Le “fotografie dal carcere” raccolte in questo volume ci fanno riflettere su una realtà così inquietante e controversa del nostro universo sociale, sempre più liquido nella sua assenza di punti di riferimento.
Gli scatti fotografici di Michele Di Leonardo e Salvo Valenti hanno il puro scopo di registrare le atmosfere del luogo, il carcere, nella loro reiterata quotidianità. Colgono momenti diversi senza cercare l’inquadratura perfetta, anzi insistendo sulla casualità dello scatto.

€ 36,10 38
SCONTO DEL 5%

La figura di Costanza d’Altavilla si impone nel testo in tutta la sua forza di sovrana, di donna e di madre.
Data in sposa a Enrico VI per un gioco politico fatto di alleanze, si mantenne estranea all’ambizione del marito dominatore, usando tutta la sua diplomazia per difendere la sua terra e la sua gente. Il suo obiettivo si poté realizzare solo dopo la morte del marito stesso quando, dopo aver allontanato da sé i funzionari tedeschi rudi e sanguinari, riportò il figlioletto, il futuro Federico II, in terra di Sicilia, nella corte di Palermo, e cominciò a preparare per lui un regno unito e saldo. Con la sua amministrazione Palermo riprese l’antica politica interculturale e iniziò ad affermarsi come capitale della cultura e culla della nascente lingua italiana.

€ 9,50 10
SCONTO DEL 5%

Nella mitologia greca Chirone era il centauro conoscitore dell’arte medica e delle piante terapeutiche; un semidio metà uomo e metà cavallo, protettore degli insegnanti di medicina, che allevò Asclepio o Esculapio, il principale dio della medicina.
Da queste lontane radici prende avvio il viaggio del Prof. Cardinale attraverso progressi, sbagli, imperizie e illusioni nella scienza e nella medicina, ricordando e tramandando eminenti personalità, personaggi e medici dal millennio prima di Cristo, all’epoca moderna e contemporanea, che hanno operato nella nostra Isola.
Un libro che va oltre le singole imprese scientifiche, che coltiva la speranza di non essere una semplice cronologia di avvenimenti, ma vuole contribuire a esaminare esperienze e fatti antichi alla luce del presente, perché la storia della medicina è un disegno intessuto nella storia della civiltà.
Su queste premesse nasce il volume L’Isola di Chirone, che intende significare la Sicilia della salute, suggestivamente illustrato da Pippo Madè, uno dei più eminenti e fantasiosi pittori della Trinacria

€ 23,75 25
SCONTO DEL 5%

Adelaide Atramblé (Parigi, 1822 – Palermo, 1859), pittrice franco-napoletana vissuta alla Corte di Ferdinando II di Borbone, si trasferì a Palermo nel 1850 subito dopo le nozze col giovane magistrato palermitano Domenico Sommariva Grenier.
A informarci della vita di Adelaide è stata la fortuita scoperta di un epistolario, una cinquantina di missive ingiallite dal tempo indirizzate al padre, il generale Horace Atramblé, e scritte tra il giugno e il dicembre del 1850.
Dallo stile colorito e ricche di vivaci richiami, queste lettere diventano le tessere di un mosaico che riporta alla memoria brani di vita, affetti domestici e valori di un tempo passato offrendo inedite testimonianze sulla Palermo di metà Ottocento. Un epistolario in forma biografica che racconta i primi mesi della vita palermitana di Adelaide, una narrazione di fatti e stati d’animo intimamente legati alla genesi dei suoi dipinti, la Veduta di Capaci con l’Isola delle Femmine e la Veduta di Catania. Sono pagine che, a distanza di circa centosettant’anni, svelano la sua figura di artista e di donna evocando emozioni e sensazioni che le appartennero, mostrandone la delicata sensibilità.

€ 13,30 14
SCONTO DEL 5%

Tutto ha avuto inizio il 4 dicembre 2017 con il ritrovamento di una piccola cassa di legno in una delle sale del cimitero palermitano di Santa Maria dei Rotoli. Una storia che ha dell’incredibile. Dove la cronaca lascia il posto all’ignoto e quest’ultimo si fonde al “giallo”, al noir. «Il baule non nasconde un solo mistero, ma mille interrogativi». Il mistero di Ninfa si compone così, pagina dopo pagina, di tracce che l’autore ripulisce filtrandone al lettore le evidenze, avanzando ipotesi, cercando di sciogliere i tanti dubbi che accompagnano la storia della piccola Ninfa.

€ 8,55 9
SCONTO DEL 5%

La storia della pittura tardogotica in Sicilia è stata a lungo segnata da una quasi esclusiva interpretazione in chiave iberica, in cui i riferimenti alla cultura figurativa catalano-aragonese convivevano con gli sparuti segni superstiti delle opere importate dalla Toscana e dalla Liguria lungo il corso del Trecento. Negli ultimi anni questo quadro storiografico si è andato progressivamente allargando ed è stato possibile riconoscere e definire meglio i più diversi prestiti di linguaggio che, accanto al perdurante sostrato di cultura bizantina, ibridarono la maniera locale in sintesi di caratterizzato respiro internazionale. Il Levante spagnolo e la dorsale tirrenica hanno cessato così di essere gli unici due approdi sicuri per circoscrivere la vicenda della pittura tardogotica in Sicilia, apertasi piuttosto a nuove possibilità di attraversamento, in cui la più autentica vocazione “mediterranea” della sua identità culturale ha segnato in trasparenza l’osmosi continua di intrecci, scambi e contaminazioni con le più diverse realtà produttive dell’Europa meridionale. Licia Buttà riannoda le fila di questi “incontri mediterranei” ridisegnando una geografia di contesto europeo per i protagonisti, le opere e le fortune della pittura tardogotica in Sicilia, in cui alla tradizione toscana, dominante in tutta l’area occidentale dell’isola, con a capo Palermo, Sciacca, Agrigento e Trapani, fanno il paio allora, nella Sicilia orientale, i toni di un raffinato gotico internazionale che trova un precedente nelle importazioni adriatiche che interessarono Siracusa e Messina nel Trecento.

€ 13,30 14
SCONTO DEL 5%

Capitale Italiana della Cultura 2018, Palermo, insieme a Monreale e Cefalù, ha visto riconosciuti come “Patrimonio dell’UNESCO” i suoi monumenti arabo-normanni presentandosi all’Europa e al mondo come città d’arte e di storia. Un patrimonio che nasce da lontano, dai secoli passati, da popoli che hanno portato la loro civiltà e i loro valori, integrandosi in una terra che li ha accolti esaltando la loro cultura e la bellezza delle loro costruzioni. L’itinerario qui proposto conduce il lettore alla scoperta dei monumenti già annoverati nel percorso UNESCO e degli altri edifici dell’epoca che, per l’intreccio delle culture artistiche, sono ugualmente mirabili esemplari dell’età arabo-normanna

€ 13,30 14
SCONTO DEL 5%

Alle pietre della storia normanna si è rivolto il più recente studio di Vittorio Noto, testimonianze di storia lontana che raccontano le ragioni dell’insediamento, manifestano le nalità dell’erigere, esplicitano il rimando simbolico di un credo. Non soltanto eredità del grande museo en plein air del nostro territorio, ma racconto di coloro che hanno contribuito a tessere le trame del destino di intere comunità. […]
La guida si pone come un invito a un tour tematico dai più conosciuto soltanto nelle sue espressioni più pubblicitate, per diventare, invece, percorso di conoscenza di radici lontane che è possibile riscontrare ancora oggi anche nel retaggio dei tratti somatici della gente di Sicilia

€ 13,30 14
SCONTO DEL 5%

Il Palazzo Reale di Palermo è simile a una porta nel tempo; in questo luogo nacque il primo nucleo abitato della città, nel quale si avvicendarono greci, cartaginesi, romani, vandali, ostrogoti, bizantini, arabi e normanni. Nel volume si analizzano le tecniche costruttive normanne, bizantine e islamiche, sincretizzate nelle nuove costruzioni siciliane, coinvolgendo il lettore nella ricerca delle antiche strutture ancora presenti, occultate o scomparse. Rivivono così i meravigliosi giardini della felicissima piana che circondava la città, con le acque sapientemente captate e incanalate per irrigare gli orti e alimentare perennemente le peschiere e i laghi artificiali dei palazzi della Zisa, della Cuba, di Favara Maredolce, di Altofonte, dello Scibene, ecc.

Il lettore viene accompagnato in un viaggio nel mondo medievale: da Caen, al Monte Athos, da Rochester al Cairo, da Gerusalemme ad Antiochia, da Mahdia alla Qal’a. Un itinerario che si conclude a Palermo, alla corte dei Re di Sicilia, frequentata da astronomi, poeti, architetti, scienziati e letterati, venuti dall’Oriente e dall’Occidente.

€ 14,25 15
SCONTO DEL 5%

Un libro che nasce dalla volontà di fare un passo indietro nel tempo, recuperando la ‘memoria rurale’ di una Sicilia, in realtà, neanche poi così lontana. Ricordi e suggestioni che intrecciandosi alle immagini, rigorosamente in bianco e nero, mettono in scena il grande teatro della campagna, dando vita a un racconto della civiltà contadina siciliana.

€ 14,25 15
SCONTO DEL 5%

Fra la metà del Cinquecento e la metà del Settecento in Sicilia era raro che le donne potessero esprimere la propria creatività nel campo delle arti. Questo libro è un viaggio nella vita privata e nell’attività di tre artiste: Sofonisba Anguissola, Rosalia Novelli e Anna Fortino.
Donne tenaci, forti, coraggiose che hanno saputo sfidare i pregiudizi sociali dell’epoca in cui vissero e imporsi in un universo maschile che precludeva loro qualsiasi attività all’infuori della cura della casa e dei figli. Si tratta tuttavia quasi sempre di donne appartenenti a famiglie di artisti o provenienti da un ambiente colto e raffinato che consentiva loro di ricevere un’educazione volta alla letteratura, alla musica, alla poesia, alle arti.
Tre storie affascinanti che, fra dati biografici e testimonianze storico-artistiche, escono dalla romanzata interpretazione dei biografi ottocenteschi per trovare una più concreta collocazione nell’ambito della pittura siciliana, offrendo un ritratto stimolante di un’epoca in cui il talento femminile emergeva solo in casi eccezionali.

€ 14,25 15
SCONTO DEL 5%

In un momento in cui i mercati storici sono in crisi, questo racconto per parole e immagini diventa una testimonianza di quello che per decenni hanno rappresentato nelle abitudini e nella tradizione dei palermitani. Il risultato di queste istantanee è una progressiva perdita di identità dei mercati, i colori vivaci della frutta e della verdura della provincia di Palermo sbiadiscono, gli odori di spezie, carne e pesce svaniscono, le voci e le famose abbanniate si fanno più silenziose e si dissolvono nei ricordi di un’intera città. Ballarò, Capo e Vucciria rappresentano un itinerario antropologico imprescindibile per la storia e la memoria di Palermo.

€ 15,20 16
SCONTO DEL 5%

L’opera di Ignazio Moncada (Palermo, 1932 – Milano, 2012) ha attraversato l’arte italiana del secondo Novecento privilegiando il sentimento del colore.
La mostra Ignazio Moncada Attraverso il colore (Marsala, 23 giugno – 4 novembre 2018), organizzata dall’Ente Mostra di Pittura Contemporanea “Città di Marsala” in collaborazione con l’Archivio Ignazio Moncada, ripercorre l’intera opera dell’artista siciliano attraverso circa 50 opere, molte delle quali di grande formato, che rendono conto del procedere ciclico di Moncada, in cui ogni fase non si esaurisce ma apre alle successive.
Il catalogo che accompagna la mostra, a cura di Sergio Troisi, risulta un prezioso strumento per accostarsi all’arte e al genio di Moncada

€ 19 20
SCONTO DEL 5%

Grazie a Giacomo Serpotta, l’oratorio palermitano diventa protagonista nella grande storia dell’arte europea. Gli stucchi di questo artista soave ed elegante – gioiosi putti, ornati fantasiosi, eleganti allegorie e rilievi prospettici – sembrano arrampicarsi sulle pareti sopra, sotto e tra le finestre, e sono profusi in quella d’ingresso, creando per chi guarda uno spettacolo drammatico e intimo, vicino e lontano, reale e fantastico, come fosse un sogno. Pierfrancesco Palazzotto, in questo volume, racconta mirabilmente – e con una dovizia di particolari nuovi e interessanti – la storia delle compagnie palermitane, chiarisce le differenze fra le categorie delle associazioni religiose dei laici del tempo (confraternite, compagnie e congregazioni) e spiega con professionalità la precisa tipologia architettonica dell’oratorio in sé. Inoltre l’opera è arricchita da preziosi tasselli alla nostra conoscenza degli artefici che, per oltre due secoli, hanno lavorato agli interni di queste magnifiche aule.

€ 22,80 24
SCONTO DEL 5%

Palermo l’arte e la storia racconta una delle più antiche capitali del Mediterraneo attraverso il più completo repertorio d’informazioni, rivolgendosi non a un pubblico specializzato, ma a tutti coloro che vogliono conoscere meglio la città.
Le oltre 600 schede formano il quadro più aggiornato del patrimonio artistico della città, che ha visto riconosciuto dall’UNESCO il proprio percorso arabo-normanno.
Il volume – con quattordici itinerari storici di Palermo e Monreale, quasi 300 immagini e le piantine, che permettono di localizzare i monumenti – rappresenta lo strumento indispensabile per chi voglia comprendere le dinamiche della città, la sua storia, le opere d’arte maggiori e quelle meno note custodite nelle sue chiese, nei suoi musei e nei suoi palazzi

N/A 35
SCONTO DEL 5%

Il motto sotteso a questo volume è una corretta educazione all’alimentazione come punto cardine della salute. Un’alimentazione, che torna a fondarsi sui cibi sani frutto della terra secondo il naturale susseguirsi delle stagioni, è la giusta strada da seguire per condurre una vita improntata alla serenità e al benessere psicofisico, prevenendo così gli stati degenerativi e le malattie che possono sfociare in conseguenze gravi per la salute. Il libro offre quindi al lettore un interessante percorso tra scienza medica e alimentazione, anche con un glossario scientificamente attento, che vuole essere un invito a migliorare la dieta e il proprio stile di vita nel rispetto della salute

€ 14,25 15
SCONTO DEL 5%

La Palermo normanna con i suoi monumenti è entrata a far parte dei siti UNESCO. La motivazione di tale scelta in fondo era già presente nelle parole del geografo arabo al-Idrisi che verso la metà del XII secolo scriveva: «Gli edifici di Palermo sono talmente splendidi che i viaggiatori ne decantano le bellezze dell’architettura, le finezze della struttura e la loro sfolgorante originalità». Bellezza e originalità della Palermo normanna. Il volume di Ferdinando Maurici ritrae questa città multietnica e multireligiosa sin da quando era stata capitale della Siqilliyya araba. Il libro è una puntuale descrizione e discussione dell’urbanismo, dell’urbs e delle pietre – Palazzo Reale, Cappella Palatina, Martorana – che splendidamente illuminano la Palermo degli Altavilla, sotto il segno della doppia tradizione, bizantina e araba. Al di là dei monumenti e delle opere architettoniche si fa riferimento alle fonti, ovvero ai cronisti, ai viaggiatori, o ancora ai romanzi francesi e agli importanti atti notarili che manifestano la continuità di un ambiente cristiano, greco di rito, arabo di lingua e cattolico di confessione. Queste preziose pagine ci mostrano una città di rango imperiale, vivace crocevia tra Oriente e Occidente, un luogo originale e unico, pieno di chiese, palazzi, parchi, giardini, residenze suburbane, in una stagione di straordinaria produzione artistica che colloca la Palermo normanna al vertice delle città europee del XII secolo

€ 17,10 18
SCONTO DEL 5%

Il volume è una ricognizione storico-fotografica sulle testimonianze di archeologia industriale nel territorio di Palermo. Oltre ai saggi iniziali che ripercorrono la storia imprenditoriale della città, il testo comprende schede approfondite e sintetiche circa le fabbriche individuate e raggruppate in tre sezioni: la prima relativa alle strutture industriali abbandonate, la seconda attinente alle strutture ancora attive nelle sedi storiche, e la terza riguardante i siti recuperati e impiegati per le nuove attività. Un ricco e rappresentativo apparato iconografico completa questa singolare rassegna su una nuova e suggestiva forma d’arte.

€ 19 20
SCONTO DEL 5%

«Mi ha sempre incuriosito il nesso che può esistere fra un evento storico, o una testimonianza letteraria antica, e la nascita di una pietanza particolare o, ancora, la rivelazione che quella pietanza esisteva in una determinata epoca, magari in una sua forma originaria più semplice o diversa da come la conosciamo oggi. Per questo ho scelto, in parte, di scrivere questo libro ricorrendo a una forma narrativa che intreccia fra loro l’evoluzione storico-politica della nostra società meridionale e lo sviluppo delle nostre gastronomie regionali relative. La civiltà di un popolo la si può anche misurare dal cosa mangia e dal quanto mangia. Infatti un saggio ha potuto dire: Dimmi cosa mangi e ti dirò chi sei. La nostra cucina “di tradizione” è antichissima. […] L’ambizione di questo libro è quella di coniugare la storia di questa tradizione culinaria con la storia sociale e politica di quello che fu il più antico e più grande Stato italiano pre-unitario, cioè il Regno delle Due Sicilie». Il viaggio gastronomico di Rodo Santoro – illustrato dall’autore stesso con delle tavole grafiche a tecnica mista che raffigurano alcune pietanze come appartenenti a un mondo di favola – parte dalla Sicilia, la più grande isola del Mediterraneo, e proseguirà poi con Napoli e il Meridione. La città del Vesuvio ebbe infatti – come ben raccontano le ricche e appetitose pagine di questo volume – la ventura, dalla seconda metà del Duecento in poi, di divenire il più grande crogiuolo urbano d’Italia nel quale si intrecciarono e si mescolarono tutte le tradizioni gastronomiche del Meridione d’Italia.

€ 22,80 24
SCONTO DEL 5%

Nell’era della sostenibilità, del biologico, della riscoperta dei prodotti locali e del cosiddetto “chilometro zero”, nonché della salvaguardia della biodiversità, questo volume raccoglie dati tecnico-scientifici, interessanti nozioni sulla stagionalità, le proprietà nutrizionali e curative dei principali prodotti ortofrutticoli siciliani, nonché curiosità legate al loro uso e alla tradizione, con un particolare riferimento alla realtà sempre più attuale dell’orto coltivato in balcone. “Il Sole a tavola” ci spiega come l’alimentazione racconti più di ogni altra cosa la cultura, il clima e la geografia della nostra Isola. A completare questo ricco manuale numerose gustose ricette della tradizione siciliana

€ 19 20
SCONTO DEL 5%

Il tour sulle tracce di Federico II di Svevia in Sicilia riserva al visitatore sorprese ed emozioni che lo trascinano in una dimensione inconsueta rispetto agli itinerari classici.
Il sovrano più potente del Medioevo, stupor mundi, ha infatti lasciato nell’Isola un sistema di fortificazioni edificate nella prima metà del XIII secolo, espressione del suo genio politico-strategico e della sua potenza, le cui testimonianze sono ripercorse nel volume anche con l’ausilio di splendide fotografie.

€ 15,20 16
SCONTO DEL 5%

In Sicilia la storia del collezionismo privato e la conseguente nascita delle raccolte pubbliche è fatta di piccoli episodi, ora di media, talora di eccezionale portata, ma tutti utili e indispensabili a delineare quel quadro generale di estrema vivacità che gli studi recenti e gli apporti documentari vanno sempre più configurando con nitidezza. Al contrario di quanto si possa immaginare, configurando mentalmente lo spazio chiuso di una stanza o più stanze ricche di fascino, sintesi grandiosa di artescienza- natura – il collezionista erudito non è mai solo. Apre al mondo e all’Europa attraverso la fitta rete di contatti epistolari e di scambi, che arricchiranno sì e renderanno ancor più varie le sue raccolte, ma non sempre avranno modo di fornirgli validi strumenti di conoscenza a livello scientifico. Fatti e protagonisti del collezionismo fra Cinque e Seicento sono ripresi da Vincenzo Abbate in un compendio che tenta per la prima volta un bilancio unitario di una straordinaria stagione della storia dell’arte in Sicilia, disegnando anche un’imprevista geografia internazionale di relazioni intellettuali.
Palermo,Napoli, Roma,Genova,Madrid, Parigi, Amsterdam diventano così luoghi privilegiati di quel dialogo fra artisti e committenti, nei cui studioli, accademie e gallerie private prendevano forma i più importanti nuclei collezionistici dei nostri musei moderni. Nota sull’autore. Vincenzo Abbate (Polizzi Generosa, 1949)

€ 17,10 18
SCONTO DEL 5%

Ritratto di una nobildonna siciliana, colta e irrequieta: dagli studi di pittura all’Accademia di Palermo nei primi anni Trenta all’iniziativa di una galleria d’arte d’avanguardia a Roma negli anni Sessanta, la vita di Topazia Alliata nel racconto di Anna Maria Ruta, che ne ha raccolto le memorie in un dialogo franco e appassionato. Il matrimonio con Fosco Maraini, l’esperienza del campo di concentramento in Giappone, i viaggi, gli incontri e le esperienze di un’esistenza lunga, generosa e insieme difficile, ma sempre vissuta nel segno dell’eccezione. È questa la prima biografia dedicata alla donna e all’artista, con molti materiali inediti che ricostruiscono vicende, contesti e amicizie di tutta una vita e ne documentano per la prima volta e in maniera completa l’attività pittorica.

€ 15,20 16
SCONTO DEL 5%

Una sintesi agile, puntuale, e godibilissima, delle vicende dell’architettura tardobarocca in Sicilia, che oggi vanta prestigiosi riconoscimenti internazionali, documentata da numerose immagini a colori dei capolavori di quella stagione: un vero e proprio viaggio alla scoperta delle principali realizzazioni di una delle più gloriose stagioni creative nel Meridione.
Articolato in due sezioni, rispettivamente dedicate alla Sicilia orientale e alla Sicilia occidentale, il volume passa in rassegna i protagonisti, le principali opere e i più ampi contesti culturali e storici di riferimento, e ne propone una rigorosa disanima in dialogo con i più accreditati centri contemporanei di produzione artistica (Roma, la Francia, l’Europa mediterranea). Attraverso le varie tipologie edilizie, sono analizzati gli elementi di continuità e discontinuità che caratterizzano le differenti destinazioni d’uso (civile e religiosa). Allo stesso modo particolare attenzione è posta ai percorsi creativi degli architetti dell’epoca nella più complessa considerazione delle loro esperienze di formazione e di confronto sia a livello nazionale che internazionale.

€ 13,30 14
SCONTO DEL 5%

Sulla scorta dei più recenti interessi per la scultura lignea, che hanno sollecitato importanti ricognizioni territoriali in molte regioni d’Italia, il libro di Paolo Russo compendia una prima sistematica riflessione sulle forme e i problemi di questa particolare produzione artistica in Sicilia nel Rinascimento. L’analisi stilistica e iconografica dei manufatti è così condotta di pari passo con l’approfondimento dei relativi contesti – economici, sociali, religiosi – in cui l’opera diventa il precipitato di più estese convergenze d’ordine materiale e insieme culturale.
Il risultato è allora un significativo ampliamento del panorama dell’arte nell’Isola nei secoli XV-XVII, nel serrato confronto fra la scultura in legno ed altri ambiti d’intervento creativo (pittura, scultura in pietra, arti decorative) e nella più attenta considerazione dei meccanismi di produzione e ricezione delle opere fra artisti, committenti e pubblico.

€ 15,20 16
SCONTO DEL 5%

Irregolari gli otto artisti siciliani a cui è dedicato questo libro: visionari, illetterati, eccentrici, animati da una vocazione spontanea e insopprimibile. Esistenze“ai margini” che nell’esperienza, più o meno clandestina, dell’arte hanno rinnovato, lungo il corso del XX secolo, un ancestrale bisogno d’espressione realizzando siti, sculture, disegni e pitture fuori dai canoni convenzionali e dal contesto della cultura ufficiale. Attraverso le memorie frammentarie di chi li ha “scoperti” e collezionati, tesaurizzandone l’opera (altrimenti dispersa), il volume, a partire da un saldo impianto teorico, intreccia opere e vicende biografiche in un racconto appassionante e appassionato, dove la Sicilia, “terra matta” di lunga tradizione, ricca di miti e reperti archeologici, si configura come scenario di una condizione storica di marginalità e sradicamento propizia al sorgere di bizzarre mitologie individuali e poetiche ossessioni creative.
Sullo sfondo più ampio dell’interesse critico per l’Art Brut e l’Outsider Art, Eva di Stefano propone un’estetica dell’intensità: «Nelle otto stanze senza pareti, che questo libro contiene, abitano individui che hanno avuto l’energia e il coraggio di trascurare tutto il resto per materializzare la propria visione e il proprio sogno, e già solo per questo possono essere definiti eroi dell’immaginazione, cioè veri artisti

€ 17,10 18
SCONTO DEL 5%

La Sicilia, lembo occidentale della Grecia, e la storia delle sue “colonie” nel segno dell’arte: Ernesto De Miro ripercorre le principali vicende della cultura artistica isolana, dalla seconda metà dell’VIII secolo ai primi decenni del VI secolo a.C., sullo sfondo dei conflitti politici, dei processi d’osmosi e d’integrazione fra la madrepatria e il sostrato di cultura autoctono. Dall’architettura templare alla costruzione dei grandi teatri, dalla plastica alla scultura, dalla numismatica alla ceramica e alla pittura vascolare, il racconto dell’arte greca in Sicilia si scioglie in una narrazione piana ed esaustiva, compendio rigoroso e documentato dell’attività dei protagonisti e delle maggiori imprese monumentali che ancora oggi rappresentano uno dei più straordinari patrimoni d’umanità al mondo. Agile come un moderno Baedeker e puntuale come un prezioso piccolo saggio, il volume si rivolge al lettore colto e al viaggiatore informato, come pure allo specialista e all’archeologo di professione: un invito a riscoprire e rileggere quelle testimonianze di civiltà che in età moderna hanno posto la Sicilia alla ribalta dell’attenzione e della cultura internazionali

€ 13,30 14
SCONTO DEL 5%

Echi di Giappone in Italia

Storia di due artisti fra il Giappone e l’Italia. Moglie e marito, pittrice lei, scultore lui. Nata O’Tama Kiyohara e naturalizzata Eleonora dopo il battesimo e il matrimonio con Vincenzo Ragusa, l’artista giapponese conobbe il suo futuro marito a Tokyo nel 1876. L’immagine immateriale e fluttuante della millenaria tradizione del paese del Sol Levante, con le sue stilizzate silhouettes ed i suoi eleganti ritmi decorativi, “sposava” così la ricerca plastica e atmosferica del realismo occidentale.
Vincenzo dal canto suo si era recato in Giappone, insieme ad Antonio Fontanesi e a Giovanni Vincenzo Cappelletti, per fondarvi la prima Accademia d’Arte Occidentale dell’Impero. Lo scultore siciliano, con alle spalle già importanti riscontri professionali fra Milano e la Svizzera, restò affascinato da quella cultura al punto da tornare in Italia con il desiderio, presto frustrato, di un Museo d’arti orientali da aprire a Palermo e di una Scuola di arti decorative e industriali in cui impiegare maestranze e tecniche artigianali orientali.
Maria Antonietta Spadaro ripercorre le tappe fondamentali di questo episodio poco noto della storia del secondo Ottocento in Italia, intrecciando i percorsi e le opere dei due artisti sullo sfondo di una Sicilia fin de siècle tanto dinamica quanto incapace di cogliere il carattere di modernità di quella pionieristica esperienza che in Europa, nello stesso torno di anni, avrebbe avuto ben altre conseguenze sulle frange più aggiornate della ricerca artistica internazionale

N/A 14
SCONTO DEL 5%

Di Leonardo Sciascia, ha scritto Gesualdo Bufalino, restano i libri. E sono un grande conforto ma non bastano. Non bastano, vorrei aggiungere, a definire il percorso, la vastità, la complessità della produzione di un uomo e di uno scrittore impegnato nell’osservazione acuta dell’attualità e della realtà. Sciascia era e resta, a quindici anni dalla morte, una firma nota soprattutto per quel pubblico che non si ferma al consumo di un’informazione effimera. È a questi lettori che Sciascia parlava sia quando consegnava le sue note al piccolo giornale del suo paese, sia quando scriveva sul grande prestigioso quotidiano nazionale. E lo faceva con il suo inconfondibile stile asciutto, il linguaggio semplice quasi scarno, sobrio, essenziale, con la forza di una sofferta visione etica e razionale. Una combinazione di toni e di stili che, come ci ha ricordato il “Corriere della Sera”, faceva dire a Italo Calvino: «Sai fare qualcosa che nessuno sa fare in Italia

€ 13,30 14
SCONTO DEL 5%

SPESE DI SPEDIZIONE GRATUITE per i libri Nuova Ipsa Editore


NUOVI METODI DI PAGAMENTO

Apple Pay
paga con il tuo dispositivo Apple tramite il sistema di pagamento sicuro Apple Pay
pagamento con carta di credito apple pay


Carte di Credito
Paga direttamente con la tua carta di credito preferita in modo sicuro e veloce
pagamento con carta di credito visa, amex, mastercard, american express


CARTA DEL DOCENTE seleziona la voce cartadocente come metodo di pagamento e inserisci il codice del buono