Remainders e Outlet libri

In questa sezione trovate libri nuovi provenienti da eccedenze di magazzino o di stock di copie invendute. I libri pertanto potrebbero presentare segni di usura provocati dal tempo.

Approfitta subito dei prezzi scontati!

Prefazione all’edizione Italiana
L’opera di O.A. Julian costituisce oggi, a nostro avviso, un termine di paragone con il quale è impossibile non confrontarsi.
Per merito di questo Autore la medicina Omeopatica entra con forza nel campo delle scienze sperimentali, con un suo progetto e «una teoria e una metodologia di ragionamento che procede dall’analogia, ciò che costituisce l’Omeologia».

La critica che da sempre è stata rivolta all’omeopatia negli ambienti ufficiali riguarda la diluizione o dose infinitesimale; basandosi soltanto su questa obiezione, su questa arbitraria identificazione, si sono tenuti lontani i medici e gli studenti in medicina da ogni serio approfondimento del metodo omeopatico. Mentre «se la legge d’analogia (o principio di similitudine) è la base dell’omeopatia, la diluizione infinitesimale ne è una condizione partico­lare ma non obbligatoria».

«L’uso dell’analogia... deve guidare le ricerche empiriche... Quando l’analogia svolge solo un ruolo euristico, quando è solo un mezzo più o meno fecondo per orientare le ricerche, e la sua fecondità viene giudicata in base ai risultati nuovi di cui faciliterà la scoperta, non ha senso chiedersi se l’analogia è vera o falsa».

Ed e proprio in questa prospettiva che si inquadra l’opera profondamente innovatrice di Julian; egli rifiuta ogni dogmatismo «malgrado gli imperativi categorici e gli anatemi dei medici omeopa­tici tradizionalisti attuali», in quanto «l’analogia è preziosa all’omeopatia, ma non è tutta l’omeopatia e non è una esclusiva dell’omeopatia» e perciò la necessità di questo volume che è insieme un appassionato saggio scientifico, del quale raccomandiamo vivamente la lettura e la meditazione, e una completa Materia Medica dei Nosodi, indispensabili per una terapia rispettosa del bios.

L’Omeopatia è invitata a fornire le prove della sua azione e della sua validità clinica, scientifica, e terapeutica; è giusto. Queste prove - almeno quelle cliniche e terapeutiche - sono fomite, ogni giorno, da migliaia di medici e milioni di pazienti che in tutto il mondo ricorrono al metodo omeopatico (omologico) per alleviare le sofferenze degli ammalati. La convalida scientifica, secondo i discutibili canoni del modello di ricerca adottato dalla medicina universita­ria, non potrà venire dalla biochimica ma dalla biofisica. D’altra parte siamo sempre stupiti dalla pretesa dei luminari allopatici di esigere la prova scientifica, quando proprio loro si servono dell’unico modello valido nella sperimentazione terapeutica e introdotto da Hahnemann: la sperimentazione empirica sull’uomo. L’unica differenza consiste nel fatto che gli allopatici prima sperimentano la dose tossica nell’animale; crudeltà inutile e fuorviante, come dimostrato dal modello hahnemcmnia.no che invece usa le tanto bistrattate piccole dosi.

Non ci soffermiamo invece sugli enormi meriti della ricerca scientifica pura delle discipli­ne autonome come l’immunologia, la biologia cellulare, la fisiologia, le scienze neurologiche, la genetica, ecc. Il contributo apportato alla terapia da queste discipline è al di fuori delle sterili polemiche accennate prima e conferma, semmai, quanto intuito dagli omeopati nel corso di due secoli di storia.

Nel frattempo, data la vastità del fenomeno, il potere politico ha deciso, in Italia, di legalizzare i medicinali omeopatici, recependo una direttiva CEE che non poteva essere ignorata. Pure se lacunosi e impugnabili, tali provvedimenti comunque premiano quanti da decenni – medici e pazienti – lamentano di essere chiamati ciarlatani e visionari.

Crediamo che molte barriere cadranno con la diffusione di opere come questa di Julian dove l’onestà intellettuale e il rigore scientifico sono assolutamente incontestabili.

Desideriamo segnalare infine che il saggio iniziale costituisce anche una utile introduzione ai principali aspetti tecnici della preparazione, delle forme farmaceutiche e della psicologia omeopatica.

...
€ 15 47
IN PROMOZIONE

Svelato il segreto della Salute, del Successo e della Longevità!
… A chi si chiede perché: “sono sempre stanco, ho un pessimo rapporto col cibo, ingrasso a vista d’occhio, non dormo, ho mal di testa, non riesco a smettere di fumare”…

… A chi ha intuito che Terapia non significa solo farmaci…

… A chi ama scoprirsi e conoscersi anche mediante test simpatici e innovativi come quello del “carico di stress”… o del “biotipo PNEI”…


Einstein affermava che uno scienziato dimostra di essere veramente padrone delle sue scoperte solo se riesce a piegarle anche a un bambino di 8 anni. In questo libro la dottoressa Corgna dimostra ampiamente le sue capacità divulgative, spiegando con semplicità disarmante concetti estremamente complessi.

Un’opera straordinaria che colpisce il lettore in tutti i sensi: pallina antistress, illustrazioni, animazioni e musica fanno da cornice ad un testo semplice e scorrevole. La voce calma e accattivante della Dott.ssa Corgna, che ripercorre nel DVD le tappe fondamentali della PNEI, accompagna il lettore, mediante semplici esercizi, in un’oasi di rilassamento e di calma.

Un’opera straordinaria che colpisce tutti i sensi del lettore: il tatto (la pallina antistress), l’intelletto (il libro illustratissimo), la vista e l’udito (il mirabile DVD pieno di animazioni e musica).

...
€ 7 24
IN PROMOZIONE
Questo libro testimonia della frattura avvenuta tra sapere scientifico e coscienza dell’uomo e dell’estraniarsi dei reciproci obiettivi. L’intrusione della tecnologia nell’ambito della procreazione, le possibilità di clonazione dell’essere umano e la minaccia alla bio-diversità, le pretese di brevettabilità della materia vivente pongono alle nostre coscienze alcuni interrogativi cruciali collocandoci in una posizione di smarrimento e disorientamento. La realtà vissuta nella sua molteplicità e anarchia, attraversata da un pullulare di diverse correnti centrifughe, scomposta in una pluralità di ragioni e culture frammenta l’unità del nostro essere soggetti e ci rimette in una dimensione di "spaesamento" dove nella mancanza di ogni fondamento il disincanto del mondo e le ragioni pratiche della scienza rompono ogni argine e ammutoliscono ogni possibilità di risposta.

Nell’apertura di questo pensiero forse il sapere scientifico e le sue realizzazioni potrebbero essere riconsiderate non più fine ultimo ma semplice mezzo dell’umanità anticipando lo stesso esercizio bioetico in una riflessione che ne valuti attentamente i rischi di subalternità e coerenza alla forza dello stesso sviluppo scientifico.
...
€ 4 13
IN PROMOZIONE

Edward Bach fu un medico gallese, antesignano dei moderni concetti di salutogenesi, di “empowerment”, di auto guarigione e della necessità di utilizzare la vita e la malattia come un’occasione di espansione della consapevolezza. Tutta la sua esistenza e la sua ricerca testimoniano la straordinaria attualità delle intuizioni di questo “Medico dell’Anima”.

Bach appare come un innovatore che utilizza non solo le conoscenze, ma anche l’esperienza incarnata, se stesso e la propria straordinaria capacità percettiva per progettare un’originale Medicina Clinica: una Medicina fondata su un nuovo rapporto salute-malattia e ben oltre lo strumento terapeutico dei fiori. 
Ciò che rende di grande attualità la sua opera è l’idea umanistica dell’atto medico, la sacralità della persona, l’importanza della soggettività e della non scissione tra corpo, mente, emozioni, sentimenti e comportamenti. 
Sono questi aspetti preziosi e necessari oggi, per uscire dalla crisi, sempre più evidente del modello biomedico, meccanicistico e riduzionistico.
Gli autori in questo libro fanno della loro approfondita, teorica e pratica trattazione della Floriterapia di Bach una buona occasione per strutturare le fondamenta di una Medicina Umanistica e per  ampliare l’orizzonte di tutta quella difficile Arte del Prendersi Cura degli altri.
...
€ 7 30
IN PROMOZIONE

II Edizione riveduta e ampliata

...
€ 5 16
IN PROMOZIONE
Il comportamento politico delle società umane rimane ancora avvolto da molte nubi e pone innumerevoli interrogativi.

Perché gli uomini si aggregano? Perché dimostrano spirito gregario? Perché si possono sondare e prevedere le loro preferenze? Che cosa spinge alcuni di loro a farsi leader? Quando si può datare l’inizio della vicenda politica e sociale dell’umanità? E in essa prevalgono i comportamenti aggressivi o quelli cooperativi?

Sono solo alcune delle domande che ci poniamo quando si analizza la storia del Genus Homo dopo la sua completa emersione cognitiva – una storia assai breve, di qualche migliaio di anni che sono veramente pochi rispetto al lunghissimo periodo della sua selezione biologica e del suo adattamento sociale durato più di un milione di anni.

Ad alcune di queste domande la recente letteratura scientifica e sociologica comincia a offrire risposte documentate ed esaurienti e si concretizza, con questo libro, la possibilità di formulare una teoria generale della politica che si muova su basi meno incerte e pericolanti.
La scienza politica e anche quella economica fino a qualche decennio fa si muovevano ancora nel campo delle congetture e non avevano alcun presupposto rigorosamente scientifico. Nel passato i maggiori interpreti e studiosi della sociologia, dell’economia e della politologia hanno offerto molte teorie – suggestive e interessanti – che però avevano solo il supporto della analisi descrittiva e comparativa delle società umane. La biologia, la antropologia, la paleontologia e le scienze neurologiche hanno potuto svelare – anche con l’aiuto di sofisticate metodologie di indagine funzionale e morfologica del cervello umano – molti dei segreti che si celano dietro il comportamento sociale dell’uomo e le ragioni biologiche e neurofisiologiche della sua libertà comportamentale.

L’autore ha compiuto una vasta disamina di questa letteratura scientifica e attraverso di essa ha osservato e descritto le categorie del comportamento umano nella società. Ha anche individuato, nelle differenze geografiche e fisiche dell’ambientazione umana alcuni dei fattori che hanno sospinto l’umanità a differenziarsi e a caratterizzarsi nella grandi categorie dell’Occidente e dell’Oriente, del Sud e del Nord, delle periferie e delle città, delle regioni costiere e di quelle interne, di quelle calde e di quelle fredde. Infine ha analizzato le tematiche della vita e della morte, della salute e della malattia, del benessere e della alimentazione anche alla luce delle più recenti opzioni legislative che, nei diversi Stati nazionali, animano un incessante dibattito tra i sostenitori di contrapposte tesi bioetiche e biopolitiche.
...
€ 9 30
IN PROMOZIONE
“I Florio. Regnanti senza corona” è la storia appassionante e drammatica di quattro generazioni della famiglia che ha modificato il corso della storia della Sicilia.
Il noto giornalista palermitano Vincenzo Prestigiacomo ripropone una nuova e più accurata versione della storia dei Florio. Anni di ricerche negli archivi privati e nel mondo del collezionismo hanno portato alla luce una grande mole di fotografie e documenti inediti che smentiscono molte leggende legate alla famiglia originaria di Bagnara Calabra. Pagine che hanno consentito di creare un nuovo percorso sulla storia siciliana dei Florio a partire dal 1786, da quando a Napoli si incontrano il bagnaroto Paolo Florio e il palermitano Giovanni Custos.
Il testo racconta della ricchezza e del dissesto, di nascite, malattie, lutti, vizi, sontuosi ricevimenti con re e regine, imperatori e imperatrici, zar e zarine tutte storie documentate e scrupolosamente verificate. C’è il mondo dell’alta finanza con i Rothschild, i Morgan, i Lipton. Insomma, tutto lo splendore e il declino della famiglia Florio, che raggiunge l’apice
della potenza con Vincenzo I e la consolida con Ignazio senior. Fino agli ultimi eredi, Ignazio junior e Vincenzo III, che fanno calare il sipario sulla drammatica storia dei Florio. Nel quadro della narrazione si descrive anche la vita e gli avvenimenti di una Palermo che non esiste più. In primo piano Donna Franca, toccata dal successo ma anche da tanto dolore.
È una delle “dame di Corte” più influenti d’Italia fino all’avvento del fascismo. Donna di forte temperamento, giustifica persino i tradimenti del marito. La scomparsa di tre figli in poco più di un anno conduce alla depressione di Donna Franca e al pessimismo schopenhaueriano di Ignazio: “Dio mi perdoni, comincio a dubitare della giustizia, di tutto”.
Il fratello minore, Vincenzo III, irrequieto sin dalla nascita, fu un pioniere della comunicazione e un vulcano di idee.
Ricco, colto, moderno. Qualità che fanno di questo gentleman un indimenticabile eroe del Novecento. Nel silenzio dell’Olivuzza, fra l’altro, il giovane Florio matura l’idea di allestire una grande competizione automobilistica tra festoni di ulivi e ginestre nelle tortuose strade delle Madonie. La chiama “Targa Florio”. Il 6 maggio 1906 le vetture scattano rombanti e fumanti. La corsa diventa subito una leggenda.
Il reportage storico della famiglia è completato e arricchito dalla figura discreta di Lucie Hanry, la seconda moglie di Vincenzo III. Donna affascinante dai modi gentili, amante dei salotti e delle buone maniere. Modella francese contesa da pittori famosi come Federico Beltràn Masses, Vincenzo la conosce nel 1912, in una libreria all’ombra della Tour Eiffel.
Lei è colta, brillante, sportiva. Tra i due è subito colpo di fulmine.
...
€ 9 28
IN PROMOZIONE

Un linguaggio semplice si accompagna ad un contenuto rigorosamente scientifico.

L’esperienza di un medico al servizio di chi vuole stare bene secondo natura, e vuole comprendere meglio il vasto mondo della medicina non convenzionale.

Tabelle, esempi, terapie e... ricette di cucina, aiutano il lettore in un’applicazione pratica di quanto va leggendo. 

...
€ 15 32
IN PROMOZIONE

Lo studio dell’Omeopatia è più spesso fatto secondo uno spirito analitico. Si è spinto lo studio dei rimedi fin nei minimi dettagli, ma non sempre si sono ricercati i legami che riuniscono fra loro questi dettagli. Si è trascurato lo spirito di sintesi, l’Autore ha cercato di realizzare questa sintesi attraverso la ricerca dei legami che esistono tra i sintomi più diversi dei vari rimedi. Questo legame è evidenziato dallo studio fisiologico di ogni medicamento. La caratteristica di questo TRATTATO DI FARMACOLOGIA OMEOPATICA, che lo differenzia dagli altri trattati del genere, è il metodo seguito dall’Autore. Mentre la quasi totalità delle Materie Mediche e dei Repertori, usano un sistema, per così dire mnemonico, l’Hodiamont parte dalla patogenesi e la illustra ampiamente, di modo che la scelta del farmaco viene suggerita quasi automaticamente dalla patogenesi stessa e ne conseguono così le prescrizioni differenziali a seconda delle modalità dei sintomi. La prescrizione allora non è più un atto meccanico basato sulla memoria delle indicazioni cliniche, bensì il risultato di uno studio serio e scientifico della diagnosi, che trova conferma nell’analisi delle varie patogenesi per arrivare infine alla vera personalizzazione del rimedio. 

...
€ 30 110
IN PROMOZIONE
Lo studio dell’Omeopatia è più spesso fatto secondo uno spirito analitico. Si è spinto lo studio dei rimedi fin nei minimi dettagli, ma non sempre si sono ricercati i legami che riuniscono fra loro questi dettagli.
Si è trascurato lo spirito di sintesi, l’Autore ha cercato di realizzare questa sintesi attraverso la ricerca dei legami che esistono tra i sintomi più diversi dei vari rimedi. Questo legame è evidenziato dallo studio fisiologico di ogni medicamento.
La caratteristica di questo TRATTATO DI FARMACOLOGIA OMEOPATICA, che lo differenzia dagli altri trattati del genere, è il metodo seguito dall’Autore. Mentre la quasi totalità delle Materie Mediche e dei Repertori, usano un sistema, per così dire mnemonico, l’Hodiamont parte dalla patogenesi e la illustra ampiamente, di modo che la scelta del farmaco viene suggerita quasi automaticamente dalla patogenesi stessa e ne conseguono così le prescrizioni differenziali a seconda delle modalità dei sintomi.

La prescrizione allora non è più un atto meccanico basato sulla memoria delle indicazioni cliniche, bensì il risultato di uno studio serio e scientifico della diagnosi, che trova conferma nell’analisi delle varie patogenesi per arrivare infine alla vera personalizzazione del rimedio. 
...
€ 23 74
IN PROMOZIONE

Questa versione in siciliano della Divina Commedia di Dante Alighieri è di Padre Domenico Canalella O.P. (Mussomeli 1914 - Palermo 1978), singolare figura di domenicano di vasta cultura. La sua cella era colma di libri soprattutto di autori classici che amò moltissimo. Si distinse in campo letterario con molti scritti e composizioni poetiche. Con grande passione tradusse in siciliano l’Iliade, l’Odissea e la Divina Commedia. Per quest’ultimo lavoro meritò la Medaglia d’Oro al merito da parte del Ministero della Pubblica Istruzione. Tradusse inoltre in italiano l’intero Salterio della Bibbia.

CARATTERISTICHE DELL’OPERA
· Formato: cm 23 x 32, 494 pagine.
· Disposizione del testo: Testo in siciliano a sinistra e testo originale a destra su due colonne sfalsate.
· Carta: Fedrigoni vergata Corolla Book avoriata di g 140.
· Copertina in seta bianca con impressioni in oro e incasso della quadricromia del Maestro Salvatore Caputo.
· All’interno 12 splendide illustrazioni a colori con la riproduzione delle opere realizzate appositamente per questa edizione dal Maestro Salvatore Caputo.
· Allegata al volume la cartella con le 12 opere del Maestro Salvatore Caputo stampate su singoli fogli di cm 30 x 42, su carta Fedrigoni Corolla Antique Premium White di g 200. La cartella, autenticata dal Maestro, è completata da un saggio critico sull’Artista.
· Prefazioni di P. Michele Fortuna, O.P., Salvatore Di Marco e Salvatore Ferlita.
· Il glossario è stato redatto da Gina D’Angelo.


TIRATURA LIMITATA 1.000 COPIE NUMERATE A MANO

VISUALIZZA LE SPLENDIDE TAVOLE CLICCANDO SU LEGGI INDICE

IL PRIMO CANTO DELL’INFERNO CLICCANDO SU
LEGGI L’ESTRATTO

 

...
€ 40 89
IN PROMOZIONE

I tonnaroti sono spariti, abbattuti dall’economia, ma con queste foto rimarranno sempre vivi.
Un reportage del loro vissuto quotidiano durante i mesi di preparazione delle reti e la mattanza.

 

...
€ 9 30
IN PROMOZIONE
Il diavolo e l’olio santo è un romanzo tra realistico e umoristico, di tipo manzoniano, per la felice convergenza di storia e invenzione e per l’istanza religiosa che vi circola e vi domina; ma è anche un romanzo che non ignora le grandi tendenze novecentesche, in ordine a uno stile che richiama Céline, Gunther Grass e Garcia Marquez e non esclude forme di montaggio figurativo che fanno persino pensare all’École du regard.
Ma è sopra tutto un romanzo interamente siciliano, sia perché ambientato in un paesino della vecchia provincia di Catania, Centorbi (oggi Centuripe, in provincia di Enna), luogo natìo dell’autore, e come tale ricco delle usanze, mentalità, passioni, attese, delusioni dell’universo siciliano (la delusione maggiore, quella amorosa, realmente patita dalla protagonista, madre dello scrittore), tutte colte e rappresentate in una delle fasi più tormentate del Novecento, quella della Prima Guerra mondiale, e tutte concentrate nelle vicende di una famiglia benestante, delle sue aspirazioni e necessità, nonché dei suoi pregiudizi e dei suoi fallimenti, un universo nel quale si proietta pure molto della problematica antropologica e pedagogica, economica e politica del nostro tempo (il rapporto tra religione e sesso, le scelte matrimoniali, il dilemma della pace e della guerra, le questioni di capitale e lavoro, di ricchezza e povertà).
...
€ 6 24
IN PROMOZIONE

Quest’Opera di Kent rappresenta una geniale sintesi di arte e scienza. Egli infatti è riuscito a presentarci per la prima volta una Materia Medica viva dove ogni rimedio è rappresentato come un ‘individuo’ totalmente diverso dagli altri.

Kent ci lascia una descrizione colloquiale e semi-clinica dei rimedi, come se ci trovassimo di fronte un paziente che ci racconta la sua storia clinica. Il risultato di questo approccio è che il Lettore vive il rimedio fissandoselo indelebilmente in mente. E questo era proprio l’obiettivo di Kent, ma è anche l’essenza profonda di questa sua Materia Medica.

Ma non è tutto, perché quest’Opera di Kent è originale per i frequentissimi accenni alle diagnosi differenziali con altri rimedi, alle sue osservazioni e commenti, ai molti esempi e casi clinici e infi ne ai consigli desunti dalla sua personale e straordinaria esperienza medica che l’aveva fatto diventare famoso non solo in tutta l’America, ma anche in tutto il mondo del suo tempo.

Tutti i Maestri di Omeopatia raccomandavano ai loro studenti di scegliere una buona Materia Medica, di leggere ogni giorno un rimedio omeopatico e alla fine del libro di ricominciare dall’inizio continuando in questo modo per anni o almeno finché non fossero in grado di riconoscere la personalità di ogni rimedio nelle persone che incontravano tutti i giorni nella loro vita.

...
€ 29,50 98
IN PROMOZIONE

I sistemi biologici sono strutture complesse, in cui parti, completamente diverse tra loro e con funzioni assolutamente specializzate, si rapportano e si sostengono vicendevolmente, lavorando insieme in forma cooperativa e coordinata, al fine di ottenere, come risultato, quello di far sopravvivere l’organismo più a lungo possibile.

In questo secondo volume vengono studiate a fondo le condizioni e le modalità perchè questo avvenga e quali sono i metodi diagnostici e terapeutici a disposizione del medico per ristabilire la salute e l’equilibrio.

...
€ 59 70
IN PROMOZIONE

Si tratta della prima edizione italiana tratta dalla quarta edizione francese del libro Les oligo-élémentscata/yseurs en pratique journalière, con prefazione del Prof. Renato De Magistris. Il libro ha molteplici scopi:

  • dimostrare la validità della terapia con oligoelementi catalizzatori;
  • far conoscere questa terapia anche ai medici che ancora non la utilizzano e arrivare ad un approccio catalitico ragionato;
  • presentare gli oligoelementi catalizzatoricome una cura complementare per curare il paziente.

Secondo Sal Jean, infatti, non esiste nessuna incompatibilità fra la terapia catalitica e le cure allopatiche od omeopatiche. Al contrario, com’è ben evidenziato nell’opera, la maggior parte delle volte, questi approcci sono complementari ai fini terapeutici.

...
€ 17 21
IN PROMOZIONE

La malattia fa parte dell’esistenza umana. Numerosi sono coloro che hanno appreso, dopo aver sofferto una malattia, anche grave, a esserle riconoscente.

Sconfiggere la malattia sembra essere lo scopo della nostra epoca industriale, dove le risorse naturali vengono continuamente violentate senza il minimo discernimento, dove tutto deve essere messo al servizio di un miglioramento immediato, o di un capriccio. L’essere umano non è solamente un prodotto della natura, nonè solo ciò che possiamo vedere e toccare.

In questo nostro secolo apocalittico, siamo alle soglie di un mondo nuovo, una nuova vita sta germogliando in noi, ma non trova che forme irrigidite per contenerla.

In questo testo antroposofico, l’autore prendendoci per mano ci fa percorrere attraverso i vari capitoli, che compongono l’opera, le tappe che portarono l’uomo a diventare l’essere che oggi conosciamo. In questo percorso ci descrive, ad esempio, l’importanza dei pianeti in relazione al metallo a cui si accompagnano, e le varie patologie che possono instaurarsi se vi è carenza o eccesso di tale metallo. Ricordiamo che l’opera del Bott non è solamente un testo basilare per chi voglia avvicinare il pensiero medico antroposofico, ma è anche strumento di approfondimento per coloro i quali già conoscono tale pensiero.

...
€ 10 35
IN PROMOZIONE

Un titolo forse ambizioso, ma i contenuti dei trentuno capitoli del trattato di Maurizio Annibalini e Donato Virgilio lo giustificano pienamente. L’attesa dei molti lettori è finalmente finita!

...
€ 10 98
IN PROMOZIONE

Il repertorio è uno strumento fondamentale nella pratica omeopatica e dovrebbe essere sempre utilizzato ad integrazione della materia medica.
Ormai il numero dei rimedi omeopatici che possono essere prescritti è diventato tale da rendere impossibile la conoscenza di tutte le singole sostanze in modo completo e dettagliato e abbiamo quindi la necessità di trovare strumenti per una diversa lettura delle informazioni omeopatiche.
I temi e i concetti rendono possibile una conoscenza dei medicamenti omeopatici pur senza conoscere i singoli sintomi. Temi e concetti possono essere applicati allo studio della materia medica e allo studio del repertorio.
È ormai finito il tempo dell’insegnamento e dell’apprendimento in ordine alfabetico; è molto più utile lo studio per regni, per famiglie, o per gruppi specifici in modo da poter fare più semplicemente ciò che è fondamentale in medicina omeopatica: la diagnosi differenziale.
Nello specifico del repertorio è molto pericoloso utilizzare singole rubriche senza tener conto delle cosiddette “cross references”, cioè di quei sintomi che hanno un significato uguale o molto simile; senza questa pratica rischiamo di escludere dalla nostra diagnosi differenziale importanti rimedi e non solo i cosiddetti “piccoli rimedi”, ma a volte anche i rimedi più noti.
Inoltre troppo spesso siamo stati abituati a non considerare informazioni anche importanti perché non eravamo in grado di trovare la rubrica repertoriale più adatta.

...
€ 12 40
IN PROMOZIONE

Vincere la depressione è il nostro dovere di medico, psicologa e compositore. A tal fine abbiamo raccolto quindici anni di esperienze a fianco del malato.

Cos’è la depressione, come si cura, il test per scoprire quanto si è ammalati, i rimedi naturali, Omeopatia, Gemmo e Fitoterapia, la cura con gli Oligoelementi e un CD di esperienze immaginative, le “musiche del cuore”, quelle che aiutano a stare bene e guidano la mente fuori dal tunnel e dalla prigione in cui sono rinchiuse tutte le nostre emozioni.

Contiene Cd di Musicoterapia Cinematografica
Musiche di Lorenzo Castellarin e Roberto Pagnanelli

...
€ 5 20
IN PROMOZIONE

Vincitore del 40° premio internazionale di poesia città di Marineo.
"Giunto alla sua quarantesima edizione il Premio Internazionale di poesia "Città di Marineo" ha voluto ulteriormente approfondire e verificare l’efficacia della sua formula per dare maggiore pregnanza alla lingua siciliana, quale fulcro insostituibile della nostra identità. Nella fattispecie abbiamo voluto creare per l’inedito in dialetto, una sezione che ponesse in evidenza non la singola lirica, bensì un’opera compiuta di trenta poesie, con diritto alla pubblicazione da parte di una nota casa editrice, quale nel nostro caso la Nuova Ipsa di Palermo, che potesse diffondere meglio il messaggio di un poeta o di una poetessa di valore. In questo modo siamo riusciti ad ottenere una nutrita partecipazione di molti autori dialettali che certamente hanno voglia di affermarsi nel panorama culturale nazionale..."  

...
€ 1 10
IN PROMOZIONE

Antonio, il protagonista di questa favola surrealista, dopo aver combattuto nella Legione Straniera, ha deciso di isolarsi a casa sua, senza quasi più contatti con il mondo, esclusi l’amico Roberto e la sua donna, Adalgisa.
Ha strane abitudini Antonio, personaggio eccentrico forse, ma tanto sensibile; ama le donne, il caffè, fare lunghe camminate e l’idea che ha del tempo e delle ore che scorrono è un concetto tutto suo particolare.
Stimato in paese, nonostante la sua ritrosia nei rapporti interpersonali, un giorno gli viene chiesto di candidarsi a sindaco destituendo quello in carica. Antonio non è il tipo, non riprenderebbe mai i contatti con il mondo, e mai e poi mai con la politica. Ma un’apparizione, una vecchina rugosa che sbuca da dietro un roseto in giardino, col suo sguardo ambiguo, quasi indagatorio, lo costringe a porsi tante domande. La vecchina non ha mai parlato, se non una volta sola; le sue rughe sono storie, i suoi occhi verdi uno specchio infinito. Sta sempre in giardino ad aspettarlo, nessuno tranne lui può vederla e a volte è quasi inquietante. E così Antonio ci prova, ma non ha il coraggio di andare fino in fondo, ed eletto quasi all’unanimità, si dimette dopo 39 secondi e va via. In viaggio per un anno con l’amico Roberto, sotto consiglio di Adalgisa, che lo vede sconvolto da tutti questi avvenimenti.
Il protagonista viaggia tanto, infine approda nella Capitale dove viene a conoscenza di una storia che lo colpisce tanto. Gli raccontano di un palazzo in costruzione in cui avveniva un fenomeno alquanto strano: di giorno si erigeva un piano, e nottetempo il piano appena costruito spariva. Almeno così dicevano i giornali, la radio e la televisione. La gente era stupefatta, ma c’era un tale Lorenzo però che non vedeva il fenomeno, e che giurava che non era sparito niente, e che i piani del palazzo erano quelli di sempre.
Allora Antonio si rende conto che ci sono uomini che vedono cose che altri uomini non vogliono vedere. “Aquile” e uomini sinceri, chiamati ingenui da queste parti.
 

...
€ 1 14
IN PROMOZIONE

La Poesia è “il linguaggio che canta”. Canta, anche quando la disperazione, l’angoscia, l’ansia ne turbano le note, perché essa reca sempre con sé un’intelligenza profonda, una “ragione” basata sull’istinto, sulla sensibilità, sul desiderio appassionato di “esserci”.
Quale dimensione e qualità generata dallo spirito che individua nella nostra esistenza, quello strano alchemico impasto d’eternità e quotidianità, la Poesia, incontrastata protagonista, veste il colore del tempo, ovvero quella particolare sfumatura che sa offrirci un soffio d’attualità.

...
€ 1 5
IN PROMOZIONE

Il volume racconta episodi degli ultimi 40 anni di storia siciliana, molti dei quali direttamente vissuti, che si svolgono dietro le quinte dell’ufficialità e dei palazzi del potere. Episodi non narrati dalla storiografia ufficiale, ma importanti per comprendere perché la Sicilia, dotata di un’autonomia speciale, non abbia ad oggi ottenuto lo stesso livello di benessere di altre regioni con la sua stessa particolarità. Si raccontano vicende scottanti che svelano il metodo di gestione delle risorse pubbliche nel corso degli anni, con lo spreco di ingenti somme arrivate nelle casse della Regione, la “privatizzazione” senza scrupoli del denaro pubblico che doveva servire alla crescita e agli investimenti. Malaffare, corruzione, mafiosi che condizionano il voto alle leggi e alle finanziarie, memorabili imboscate che hanno determinato cambi di maggioranze nell’Aula del parlamento regionale, gli omicidi di chi si è messo contro i condizionamenti del crimine sulla politica. Tutto questo ha fatto sì che la Regione sia oggi al limite del default, senza risorse economiche, deserta sul fronte degli investimenti, defraudata dei suoi poteri e condizionata dallo Stato accentratore che attacca l’Autonomia e vuole abolirla. Mentre l’isola resta indifesa agli attacchi centralisti, non protetta dalla sua classe dirigente, sola nella sua arretratezza culturale ed economica. Si racconta nel dettaglio anche la fine dell’era Milazzo, da molti esaltata come governo di svolta, rivelatasi invece un’ingloriosa operazione pilotata dalla sinistra.
Nasce spontanea una riflessione: c’è una coscienza nei siciliani di questa autonomia speciale? È portatrice di guai o di risorse? Qual è oggi il suo valore e vale la pena di sopprimerla oppure di mantenerla o modificarla?  

...
€ 2 15
IN PROMOZIONE

Una guida per chi si accinge o già pratica lo Yoga a scopo salutare. Può risultare utile sia al terapista che vuole usare lo Yoga come metodo terapeutico, sia al paziente interessato a riconquistare la salute in modo naturale e fisiologico.

Ogni disturbo fisico e mentale ha origine dall’ignoranza delle leggi naturali e dall’ignoranza della nostra vera natura che è spirituale.

Con l’aiuto di questo libro avrete l’opportunità di migliorare il vostro stato fisico per fare crescere in voi la saggezza, il senso della misura, l’attenzione verso l’alimentazione, la sensibilità per affrontare con coscienza e responsabilità la malattia propria o quella degli altri.
 

...
€ 0,50 6
IN PROMOZIONE

Questo libro, completamente illustrato, ci guida attraverso precise tecniche di stretching e di massaggio agli esercizi per rilassare i muscoli della schiena, del collo e del viso con particolare attenzione alla mascella, dove spesso si accumula la tensione.

Gli esercizi sono indirizzati a problemi di salute come il digrignamento dei denti, il dolore al viso, alla mascella, alla testa e al collo e possono anche migliorare gli effetti della paralisi di Bell.

Inoltre possono portare a dei risultati cosmetici migliorativi così come la riduzione delle rughe del viso e una pelle più luminosa, oppure possono aiutare a sollevare i lineamenti del viso e a prevenirne l’afflosciamento.

L’impatto di ciascuna procedura è chiaramente spiegato in modo da poter selezionare le tecniche in base alle situazioni, alle necessità e agli obiettivi individuali.

Questa guida è una valida alternativa alle tecniche invasive e chirurgiche ed è un sicuro supporto per chiunque voglia migliorare il benessere e l’aspetto del viso e del collo e sarà anche di particolare interesse per coloro che operano nel campo della bellezza.

...
€ 5 20
IN PROMOZIONE

L’adolescenza di Leila in Afghanistan, i dissesti della sua patria martoriata e i rovesci che ne hanno determinato l’esilio fanno da piedistallo a una solida vicenda dai risvolti dolorosi ancorché piccanti, che la vede protagonista di un’esperienza di schiavitù coniugale insolita in virtù delle sue peculiarità etnico culturali.


Il burqa integrale, strumento di rispetto verso la femmina imposto da una discutibile interpretazione del Corano nella terra di origine, diventa in Italia arma di asservimento che poggia la propria insidia sulla capacità di suscitare fantasie esotiche. Il mantello e cappuccio intesi a proteggere la donna dalla vista concupiscente degli sconosciuti si fa oggetto di richiamo per una mercificazione altrimenti tristemente comune.

La storia di prostituzione alla periferia di Milano si tinge così di una morbosità stravagante che non basta a stemperare lo squallore e il degrado in cui è immersa la vicenda, né tantomeno ad attenuare la sofferenza narrata dalla protagonista. Leila ne esce come una vittima cosciente della propria sfortuna, una donna di statura morale superiore a quella che lei stessa credeva di possedere.

Pascal Schembri ne trascrive con voce appassionata la discesa agli inferi e la successiva emancipazione, spaziando nello stile dal racconto in prima persona al reportage, fino all’intervista pura e semplice, fornendo un esempio di maturità narrativa degna della sua esperienza impegnata nel sociale.
...
€ 2 10
IN PROMOZIONE

Tra la medicina scientifica e l’omeopatia vi è un contrasto apparentemente insanabile. Esso deriva dalla tenace soppravvivenza di un vecchio antagonismo in medicina, vale a dire della questione fondamentale: la terapia deve essere basata sulla razionalità o sull’empirismo?

Questo libro vuol fare luce su questo contrasto e conciliarlo.

La medicina scientifica ha il merito di avere creato, per la prima volta nella storia della medicina, una sicura terapia razionale. Nell’euforia di questo progresso, però, ci si è dimenticati che nella terapia il razionalismo deve avere dei limiti. Il compito di stabilire la terapia in modo assoluto con il metodo deduttivo potrebbe riuscire solo nel caso in cui l’uomo riuscisse a risolvere tutti i problemi dell’universo. Attualmente, pertanto, non possiamo rinunciare ad un fondamento empirico della terapia.

Nel dibattersi tra le poco chiare questioni della terapia farmacologica, nel 1960 l’autore lesse il saggio di Virchow sulla terapia, nel secondo volume dei suoi archivi, spesso citato in questo libro. Per l’autore fu un esperienza illuminante, Virchow aveva trovato la semplice soluzione ai suoi problemi. La realizzazione del principio di Virchow era legata a non poche difficoltà. Però, bene o male, essa gli riuscii ugualmente. I risultati sono riportati sopratutto nella parte metodologica di questo libro. In particolare, attraverso il trattamento della sindrome artro-mialgica con Belladonna, l’autore apporta un importante contributo nella terapia di tale patologia anche per mezzo delle numerose illustrazioni che completano il testo.
 

...
€ 2 13
IN PROMOZIONE

Dalla prefazione: "...Nel corso degli anni, il progetto di perfezionare e di completare il Repertorio di Kent, ci ha portato alla pubblicazione di questo Repertorio Sintetico della Materia Medica Omeopatica. Il titolo di sintesi, prima proposto poi abbandonato, fu infine ripreso perchè definisce le tre caratteristiche fondamentali di quest’opera:
a - Tenere conto della letteratura omeopatica dalla sua origine fino agli scritti dei nostri contemporanei.
b - Costituzione di raggruppamenti di sintomi, come, per esempio: conseguenza di o postumi di..(traumi psichici, ecc.).
c - L’omeopatia possiede, come processo di guarigione matematico, certo, aprioristico, un carattere sintetico.

Questa edizione trilingue ha richiesto uno sforzo considerevole da parte degli autori ed ha presentato molte difficoltà. Il Dr. Peter SCHMIDT, di Ginevra, si è assunto l’onere, con maggior competenza, della difficile traduzione dei sintomi mentali; anche i termini francesi del terzo volume sono stati rivisti da lui.Il Repertorio Sintetico costituisce, di fatto - per l’esposizione dei sintomi generali - una vera sintesi delle conoscenze omeopatiche di questi ultimi centocinquanta anni.

Grazie all’internazionalizzazione della nomenclatura dei farmaci e dei sintomi in tre lingue, questo Repertorio permetterà ai medici del mondo intero, di comprendersi meglio, perchè l’unione linguistica dei medici omeopati può essere realizzata solo adottando, per i sintomi come per i rimedi, una nomenclatura comune.

 

...
€ 10 52
IN PROMOZIONE

Il manuale di terapia di Boenninghausen è stato utilizzato per oltre un secolo da molti celebri omeopati. Se è caduto in un relativo disuso nel corso degli ultimi anni è perchè pochi omeopati delle giovani generazioni ebbero la consapevolezza delle teorie che ne costituiscono la base e dei suoi principi pratici. Non è nostro proposito evidenziare la superiorità di un repertorio rispetto ad un altro, ma è nostro desiderio dimostrare la solida filosofia e le applicazioni pratiche di questo testo nei casi che i medici incontrano nella pratica di ogni giorno. E’ semplice, come ogni repertorio può esserlo, una volta che ne siano stati assimilati i principi.

Utilizziamo tutti i mezzi a nostra disposizione al fine di assicurare ad ogni paziente il simillimum, che è la sola speranza di guarigione, e facciamo questo con la maggior comprensione possibile delle leggi naturali e con l’applicazione di queste leggi nella pratica, come appaiono alla nostra letteratura omeopatica. Non dimentichiamo che chiunque ha operato costruttivamente per l’omeopatia si è basato su leggi o su solidi principi guida; se utilizzeremo questa opera, vedremo la saggezza del passato rifiorire nelle guarigioni che otterremo. (J.H.Clarke).

...
€ 20 52
IN PROMOZIONE

Quando, come e perché i Florio si trasferirono e si radicarono in Sicilia? Quanti orafi operavano a Palermo nel ‘500? Chi ha progettato il palazzo Rammacca in piazza del Garraffello? A queste e ad altre mille domande simili questo libro dà una risposta.

La storia millenaria di Palermo viene indagata con acume e rigoroso metodo storico dall’Autore che si basa su inoppugnabili documenti; e l’immagine di Palermo che Prestigiacomo ci restituisce diventa viva e di palpitante attualità, pur nella dolorosa consapevolezza del degrado. Un libro diverso dai tanti testi che hanno come soggetto Palermo in quanto città di mafia o "felicissima". Qui invece il lettore viene guidato nei meandri e nei segreti di una grande capitale attraverso le miriadi di storie di personaggi e di famiglie la cui memoria ci è tramandata da ogni singola pietra.

...
€ 3 15
IN PROMOZIONE

Il libro prende in esame diverse produzioni artistiche, quali canzoni, fiabe, filastrocche, alcuni film, poesie, che fanno parte del nostro vivere quotidiano, del nostro mondo moderno... ma anche miti antichi, proverbi eterni, che partecipano quindi della vita dell’uomo, dei suoi archetipi. In ogni brano esaminato si evidenzia il messaggio più e meno evidente, a saperlo leggere, circa la Via, la realizzazione, la liberazione, il risveglio della coscienza dell’uomo.


Ecco perché questa eterogenea raccolta comprende una famosa canzone come Volare di Modugno, che parla di stati trascendenti di meditazione, a fianco alla favola di Biancaneve, che narra della vittoria sul male, all’interno dei sette chakra; ci propone una filastrocca come la Bella lavanderina, che descrive il processo di purificazione e di rinascita che ciascuno di noi, vivendo, svolge nel proprio spirito; ci conduce tra film e poesie in un altro mondo, dove l’arte ci vuole sempre portare... 

La raccolta non pretende in alcun modo di essere esaustiva, e si snoda appositamente per esempi, aneddoti e categorie diverse. Un capitolo finale è dedicato alle arti come via per la trascendenza, come veicolo per consentire all’al di là di giungere presso di noi, e all’al di qua di attraversare la grande acqua di Maya per ritornare a casa.

Il senso del libro è di illustrare come ciascuna cosa a noi vicina, per esempio una cara filastrocca, contenga l’eterno messaggio della spiritualità incarnata, come parli quella lingua “che è una in tutti”, come dice Dante. 

L’arte e i suoi simboli ci raccontano il mistero di chi siamo.
...
€ 2 15
IN PROMOZIONE

Un libro tascabile estremamente utile!
Nella prima parte, dedicata al "primo soccorso", non ci proponiamo certo di sostituirci alla figura del sanitario professionista o, quando occorre, del Pronto Soccorso; ma di intervenire, in modo rapido ed efficace, per portare aiuto nei casi semplici, ma non banali, di piccoli accidenti domestici o disturbi non pericolosi, ma fastidiosi.

Per intervenire è spesso sufficiente impiegare, in prima istanza, materiale e sostanze normalmente presenti in ogni casa, oppure pochi, sicuri rimedi naturali.

La seconda sezione suggerirà consigli adatti a semplici interventi casalinghi per piccoli problemi pediatrici. 

...
€ 2 10
IN PROMOZIONE

Ecco la Poesia, colei che da sola illumina i fiacchi movi­menti della Ragione; poesia, "Diamant sans rival", perenne­mente incastonato sulla casa del mondo dal suo fervido ’Pastore’.
Eppure, per il romantico Alfred de Vigny (1797-1863), qui limpidamente tradotto da Gina D’Angelo Ma­tassa, si attesta la luce della passione e il pigmento strug­gente del sentimento terrestre e celeste, per riversarsi in un pessimismo capace, però, di riconoscere la sua essenza pri­maria nella materia stessa dell’universo, nella valenza socia­le e religiosa, nella incommensurabile grandezza di Dio, nella percepita vastità del cosmo: manifesto "spazio del corpo della terra". E alla grandezza impervia dell’animò ecco annodarsi, in questo fluviale incedere di versi, il ’sen­so della decorazione’, non quello fine a se stesso, ma quello impregnato (e quindi motore) di un protosimbolismo agile e profondo. Così (come in Wanda: una storia russa, poemetto del 1847) gli anelli, le perle, i sigilli, i diamanti, i ce­sellati bracciali, i sacri talismani, conducono tra i "ghiacci eterni", stravolgendo il ’dolore’ nel ’colore’ intenso della perenne azzurrità della storia. Allora i paesaggi umani, da "Mosé" all’adultera dal letto "cosparso di aloe e mirra", anelano, come tutto in Vigny — poeta di Loches, indimenti­cato autore delle Destìnéès, dei "Poemi antichi e moder­ni", scrittore drammatico — alla ricerca costante di una to­tale purità dello spirito. Di certo rifulge (oggi ancor più visibile) il succo aereo della vita con le sue luci abbaglianti, i lutti impenetrabili, le apocalittiche visioni che più tardi ritroveremo, ma con un intento e spessore diversi, in alcuni ’poemoni’ di Mario Rapisardi. Infine scorgiamo le sue rac­colte e dignitosissime lacrime stellare su ogni improvviso apparire d’abisso, forma non negletta di conoscenza, cui molto deposito è devoluto alla poesia e ai suoi ’profeti’.

Aldo Gerbino

 

...
€ 2 10
IN PROMOZIONE

Questo libro vuole essere una guida per chi si vuole introdurre nel sorprendente mondo delle piante officinali, infatti vi svelerà sia notizie storiche che indicazioni su come utilizzarle per uno scopo salutare, in modo piacevole ed interessante. 

...
€ 3 15
IN PROMOZIONE

Noi siamo quello che mangiamo. Ne va della nostra salute!

Comunque la si metta il cibo rischia di diventare un grosso problema. In metà del mondo scarseggia mentre nell’altra c’è una sovraproduzione. Il risultato sconcertante è che in ogni caso in quasi tutto il mondo aumentano gli obesi e i sovrappeso, che ormai rischiano di superare i normopeso. Aumentano nei giovani e negli anziani, persino nei neonati e negli animali da compagnia, praticamente ovunque.

La globesità si porta appresso malattie, rischio di problemi cardiocircolatori, modelli sbagliati e discriminazione sociale. Il problema centrale è in quello che chiamiamo ambiente nutrizionale, ovvero non quanto mangiamo ma cosa mangiamo, quali sono gli alimenti da selezionare con valore sia nutrizionale che salutistico, quale è lo stile di vita ovvero dove e in che condizioni mangiamo, ma soprattutto quale attenzione dedichiamo alle scelte alimentari.

Possiamo chiedere aiuto ai farmaci o agli integratori alimentari oppure a qualche intruglio meraviglioso che qualcuno ci consiglia? Fortunatamente la scienza ha prodotto delle sicurezze e degli ausili su cui confidare, ma la chiave è nella perseveranza. Se ci abbiamo messo un certo numero di anni ad ingrassare, ce ne vorranno almeno altrettanti per dimagrire.

Non esistono scorciatoie miracolose, ma possiamo contare su alcune utili certezze. Bisogna però essere informati e consapevoli.

...
€ 3 12
IN PROMOZIONE

"La Pietra Filosofale era una medicina?"

"Non una semplice medicina, Paracelso ha dedicato buona parte della sua vita alla ricerca dell’agente più energetico che si potesse preparare, la Panacea Universale, un farmaco così potente da sconfiggere tutti i mali fino all’estremo di essi: la morte stessa!"

Ma alla morte violenta non c’è rimedio e il giovane poliziotto Lyssinum C. K. Bare si troverà suo malgrado a contrastare l’estrema delle malattie: l’omicidio.

Il detective, che accompagna la fidanzata a un corso di Omeopatia in un monastero, viene coinvolto in una serie di efferati delitti, aventi come filo conduttore la "Terapia Dolce" e la soluzione nelle sue classificazioni. A contrastarlo, oltre ad uno spietato assassino, le proprie fobie e le proprie paure... 

...
€ 3 19
IN PROMOZIONE

In quest’opera, scritta con passione e competenza, si riafferma l’unità psiche-soma e la correlazione tra lo stato dei denti e la salute in generale; con sagacia vengono esplorati tutte le cause (dagli errori alimentari alla carenza di oligoelementi, dalle disbiosi alle micosi, agli amalgami) di reciproco disturbo tra bocca e corpo, ivi comprese la psicosomatica e la postura. Per ogni patologia orale viene indicato, insieme all’intervento specialistico, un preciso iter terapeutico che abbraccia tutte le tecniche bioterapiche e guida il lettore con mano sicura.
Lo studio di questo testo è raccomandato soprattutto ai medici, che talora non riescono a trovare la causa profonda del malessere dei loro pazienti perché non sanno sfruttare la miniera di informazioni contenuta nella bocca.

...
€ 5 25
IN PROMOZIONE

Questa nuova versione dell’Odissea di Giovanni Monti si colloca decisamente fra quelle che privilegiano la dimensione poetica e creativa, come c’era da attendersi, trattandosi di poeta moderno che si misura con un poeta antico. Già a partire dalla dichiarata definizione (“traduzione e riscrittura del poema”), nonché dalla forma: i versi liberi perseguono un loro ritmo autonomo da quello greco, e assai più spezzato. Il risultato è un testo che, senza tralasciare nulla di essenziale ai fini di una immediata comprensione, ambisce ad acquisire un suo stile e una sua leggibilità che non tradiscono la sostanza del racconto, e ad offrire al lettore una riscrittura poeticamente modernizzata. 

Con 24 tavole a colori di Emanuele Diliberto espressamente realizzate per questa edizione. 

GIOVANNI MONTI
È nato a Palermo nel 1945. Esercita la professione di avvocato. Ha esordito in letteratura nel 1962. Ha pubblicato numerose opere di poesia e narrativa. Tra le più recenti: A due voci. Colloquio con il padre (Palermo 2006), Epigrammi e ballate (Palermo 2007), Vuoto a perdere. (La vita a un balcone) (Palermo 2008), Deliri (Palermo 2008), La ballata dell’ultimo dei giusti (Chieti 2004), Incesto (Palermo 2007), Lettere a Mila. Un racconto epistolare (Palermo 2007). 

EMANUELE DILIBERTO
Palermitano, ha vissuto per lo più tra Roma, Milano e New York, inseguendo stimoli ed emozioni che facessero da “struttura” alla sua
ricerca artistica. A Palermo e Roma, ancora giovanissimo, ha svolto anche una intensa attività come disegnatore satirico per riviste e quotidiani oltreché di grafico e illustratore. 

SALVATORE NICOSIA
Nato a Vallelunga nel 1940, ha studiato nell’Università di Palermo. Laureato in Lettere (indirizzo classico) con Bruno Lavagnini, ha frequentato i corsi di letteratura greca antica, bizantina e neogreca nell’Università di Atene. Assistente ordinario di Letteratura Greca nel 1966, incaricato della stessa disciplina dal 1972, ordinario dal 1980. Dal 1992 al 1998 è stato preside della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Palermo. È vicepresidente dell’Istituto Siciliano di Studi Bizantini e Neoellenici. Dal 2001 al 2008 è stato direttore di “Aglaia. Dipartimento di Studi greci, latini e musicali. Tradizione e modernità”. È autore di numerose pubblicazioni.

...
€ 15 112
IN PROMOZIONE
Era il 2002 quando Aurelio Caruso pubblicò il suo fumetto: “Stephanie al teatro”, una protesta sulla chiusura ventennale del teatro Massimo di Palermo. A distanza di dodici anni, Caruso si riavvicina al fumetto e lo trasforma in racconto illustrato regalandoci un altro personaggio: il commissario Santoro. Sullo sfondo di una Palermo realistica, Caruso ripercorre la storia del latitante Cosimo Giordano e la sua fine. Una storia fatta di intrecci con la mafia americana, di infanzia tormentata e di un grande amore. Il commissario Santoro e l’ispettore Di Paola indagano su quell’omicidio tanto anomalo giungendo, poco a poco, a dipanare una matassa legata ad un lontano passato. 

Tra i vicoli e le piazze di una Palermo contemporanea, si snoda una storia fatta di sparatorie e sospetti, di oscuri fantasmi del passato e di un presente freddo e solitario. “Le nozze di Cosimo Giordano” è un racconto dalle tinte noir che, a volte, si intreccia con la vita di tutti i giorni ma che in realtà, anche se tratta di un caso di omicidio, si svolge tutto e unicamente attorno al personaggio di Santoro.
Egli è Aurelio Caruso, ne ha l’aspetto, ne ha i gusti, ma Caruso non è un ispettore di polizia né tantomeno ha mai ucciso nessuno, figuriamoci poi se a sangue freddo e usando contemporaneamente due pistole!
Il commissario Santoro, difatti, è una figura costantemente in bilico tra il pistolero western e il nostrano commissario di polizia che, però, strizza spesso l’occhio al modello francese. Ma Santoro non è Maigret e neanche Montalbano. Non ha una famiglia, non ha nulla, solo ricordi.
...
€ 1 10
IN PROMOZIONE

L’era Cristiana comincia con la nascita di Cristo e venne testimoniata dall’arrivo di tre Re: i Re Magi. Questi provenivano dall’Oriente, da quell’Oriente in cui era sorta la civiltà e che aveva dato i primi canoni di tutte le scienze. Ispirati e guidati da un segno divino portarono al Re di tutti i Re dei doni e non a caso erano dei l’armaci regali: l’Oro, l’Incenso e la Mirra. Oggi siamo in grado di valutare il simbolismo terapeutico di quei regali che a loro volta rispecchiano una profonda competenza farmacologia su ciascuno di essi.

I sali d’Oro fanno ormai parte della farmacopea ufficiale moderna e il loro uso fa parte di attuali e sperimentati protocolli terapeutici in una forma particolare di reumatismo articolare che colpisce prevalentemente le giovani generazioni, su base autoimmune.

L’Incenso è una resina. Il suo uso è stato descritto da Erodoto e Celso nel I secolo d. C. ed è conosciuto per le sue ottime capacità cicatrizzanti e come antidoto, se usato come infuso, nell’avvelenamento da cicuta. I Cinesi l’usarono nella cura della lebbra e con queste e altre indicazioni è stato usato per molti secoli. Più recentemente, nel 1600 un farmacista londinese, Nicolas Culpeper lo usò nella cura dell’ulcera peptica.

La Mirra. I Greci l’usavano per le infezioni della bocca e degli occhi, nella cura delle bronchiti e come preventivo per chi si recava in zone in cui vi erano casi di peste. A chi era costretto ad andare in tali regioni o per chi doveva convivere con tali malati, veniva consigliato di masticare Mirra per purificare l’alito, impedendo l’ingresso del male nel proprio corpo e così sfuggire al contagio.

Ma non fu solo questo il suo uso: nella medicina di allora si diffuse anche come anestetico ed è riportato che a Gesù stesso, per un atto di pietà, per lenirne le sofferenze, prima di essere crocifisso, sia stata data a bere una miscela di vino e mirra.


In ultimo, come riferisce Colin Michie, numerosi laboratori farmaceutici hanno dimostrato l’attualità sia dell’incenso che della mirra; sono stati messi in evidenza dei sottoprodotti derivati del benzopirene che oltre ad avere azione antinfiammatoria, broncodilatatrice e leucotrofica, agiscono anche normalizzando i lipidi del siero.

Questi i regali dei Re Magi: medicine per il figlio di Dio che si fece uomo e dei quali poteva anche avere bisogno come i comuni mortali e che poi ebbe a sperimentare nell’ora dolorosa della Sua morte.
 

...
€ 5 26
IN PROMOZIONE

Questa antologia offre una panoramica sulla letteratura araba della Libia contemporanea, attraverso la riesamina e la traduzione di alcuni racconti di tre illustri scrittori contemporanei: Ahmad Ibrahim al-Faqih, ‘Ali Mustafà al-Misrati e Ziyad ‘Ali. Purtroppo, fino ad oggi, la letteratura araba di questo paese è poco conosciuta, principalmente a causa del ruolo spesso marginale ricoperto dalla Libia sulla scena internazionale, tanto che anche quando si parla, in generale, del Maghreb arabo, essa è citata raramente.

 

Nonostante gli interessanti contributi di Isabella Camera D’Afflitto e l’importante studio condotto da Elvira Diana sulla letteratura in Libia, le pubblicazioni e le traduzioni in lingua italiana sulla letteratura araba della Libia risultano ancora poche e poco rappresentative della ricca produzione letteraria del paese. La conseguente scarsità di fonti e dati, da una parte, contribuisce a rendere difficile il reperimento di informazioni e, dall’altra, non favorisce la conoscenza e l’approfondimento di una produzione letteraria, alla quale, invece, bisognerebbe dedicare molta più attenzione. Queste le ragioni principali per cui abbiamo scelto di realizzare la presente antologia.

...
€ 1 15
IN PROMOZIONE

Carlo è un musicista e un musicoterapista. In realtà non sa bene se è più l’uno o l’altro. È sposato con Lisa, ma dopo un aborto i due tristemente si lasciano. Il dolore è troppo grande, Carlo si ammala e rimane per mesi in una clinica in una località isolata per curare i suoi polmoni.

Si fa degli amici, soprattutto uno che chiama Schik (Schikaneder), mentre lui si fa chiamare Moz, come il suo musicista preferito, Mozart. Nella noia dell’ospedale emergono discussioni di largo respiro sulla vita e sulla morte e sulla dubbia paternità di alcune opere attribuite a Mozart. Carlo sta scrivendo una commedia sul suo eroe. Commedia che collima spesso con la sua vita. Dopo i mesi di isolamento Carlo matura e si rende conto di chi è, trova dentro sé una musica che ha sempre posseduto e che pensava di aver irrimediabilmente perso.
Concepito come un valzer, in tre tempi diversi che si incrociano, questo romanzo svela la tragedia e la commedia del quotidiano, si interseca con il Requiem mozartiano lasciandoci la percezione che, comunque vada la nostra vita, nessuno può toglierci la musica che abbiamo suonato insieme agli altri e che da sempre ci portiamo dentro.
...
€ 2,50 14
IN PROMOZIONE
Lungo i fili che reggono l’ordito della Storia ufficiale dell’Unità d’Italia, il romanzo costruisce una vicenda privata attraversata dall’impresa dei Mille.

È la storia di Serafina, un’orfana che dopo una serie di dolorose vicende personali si pone al seguito dei garibaldini appena sbarcati a Marsala, giunge fino a Gaeta e dopo la fine dei Borbone si unisce a una banda di briganti e disertori che combattono gli invasori piemontesi condividendone il destino.
Alla Storia ufficiale fanno da contraltare Abba, che tra le righe dice di più di quello che vorrebbe dire, poi l’indignato gesuita padre Curci e infine Carmine Crocco, il brigante semi-intellettuale.

Due le chiavi di lettura di questo complesso romanzo. Da un lato la riconduzione a quotidianità, a fatto, di vicende ormai eroicizzate e come tali consegnate alla storia, dall’altro la realizzazione di un esercito di mimesi linguistica, denso di ironia, inteso a ricreare anche a mezzo di un linguaggio alto l’ambientazione ottocentesca.

"...e anche Serafina vide davanti a sé, lontano lontano, l’Etna, immenso, sterminato, nereggiante, con in cima un largo sbuffo di fumo chiaro. Fermò il carro in uno slargo, si inginocchiò e si segnò. Al suo cuore ormai provato la grande montagna apparve come il rampante di un immane, crudele cuneo di roccia tenebrosa e fumigante, scagliato verso il sole da una forza immensa e avversa, sorta dalla profondità degli abissi per innalzare fino alla luce una terra ineguagliabile e inchiodarvela". 
...
€ 1 14
IN PROMOZIONE

Ioan Florin Dumitrescu, nato a Tarnaveni (Romania) nel 1937, è una complessa e affascinante figura di medico e ricercatore. I suoi molteplici interessi pluridisciplinari - in medicina, fisica, informatica e arte - gli hanno consentito di costruire un solido edificio teorico e sperimentale per le terapie naturali, in particolare per l’agopuntura e l’auricoloterapia. Dumitrescu ha ideato e perfezionato numerosi metodi, tecniche e strumenti destinati all’esplorazione dell’organismo umano e delle strutture biologiche, fra le quali citiamo: l’elettronografia, la convertografia, la spettrografìa in elettroluminescenza, la reattometria neurovegetativa, numerose tecniche di digitalizzazione e di interpretazione delle immagini numeriche. Grazie alla scoperta dell’elettronografia e della convertografia è riconosciuto come precursore della scansione elettronica e di altri metodi di esplorazione dell’organismo entrati nella pratica medica corrente; mediante l’elettronografia è stato possibile, per la prima volta nel mondo, mettere in evidenza i punti elettrodermici.

Detentore di 120 brevetti internazionali, ha pubblicato oltre 180 articoli scientifici e libri. Insieme alla nostra casa editrice, il dottor Dumitrescu aveva avviato un vasto programma di collaborazione scientifica, tecnica e culturale. La prematura scomparsa dell’Autore, avvenuta il 15 gennaio 1999 a Lille (Francia), non metterà la parola fine a questa collaborazione; insieme alla moglie Liliana, la nostra casa editrice continuerà a sviluppare il lavoro intrapreso da questo meraviglioso pioniere. 

...
€ 3 24
IN PROMOZIONE

L’Autrice, insegnante, ha già pubblicato parecchie notevoli opere sui bambini e i loro problemi; più precisamente, come agire per prevenire, evitare - per quanto possibile - che questi problemi si manifestino qualche anno o perfino qualche decina d’anni più tardi: salute insoddisfacente, vitalità ridotta, equilibrio psicologico instabile, ecc. In accordo con le più recenti scoperte, Odile Dot ci ricorda che tutto comincia... prima ancora del concepimento e prosegue fra il concepimento e la nascita. Essa ci rivela quanto sia importante l’influenza dei genitori e dell’ambiente nei primi mesi della vita del neonato, quindi passa dal neonato al bambino... fino all’adolescente. Cosa fare affinché nostro figlio abbia buoni denti, buona vista, un sonno di qualità; che sia sportivo ma senza eccessi... come prevenire gli incidenti delle malattie cardiovascolari, questo moderno flagello che può apparire molto presto. Considerare l’alimentazione come una vera educazione; fare vivere il bambino in una sana atmosfera psicologica, ecc. Un volume ricco di informazioni e consigli... il miglior investimento a favore dei vostri figli.

...
€ 1 6
IN PROMOZIONE

"UNA, SEMPLICE, CONOSCIBILE, SERENA"
La casa della contrada Noce, verso la metà degli anni Ottanta - dove Sciascia mi attendeva, insieme al suo amico d’infanzia e poeta Stefano Vilardo, emanava un corrusco effetto di luce.

Appariva confusa al tremore labile dell’orizzonte cementizio di Agrigento, appena stemperato dal sorri­so amaro dello scrittore di Racalmuto.

Un pomeriggio estivo intenso e silenzioso, innerva­to da una quiete che faceva crescere dentro parte d’ani­ma pronta a entrare in consonanza con quella piega sciasciana fatta d’impegno civile, e sostenuta da un’idea "alta" della politica.

La verità e l’esercizio della protesta, della contraddi­zione, furono, oltre lo spigoloso tema della poesia, i grani essenziali di quel nostro lontano colloquio.

«Ho contraddetto e mi sono contraddetto», diceva Sciascia (e lo ripete, con l’impeto d’una giovinezza in­tellettuale, Gina D’Angelo Matassa, in questa sua taci­tiana verifica dell’ Utopia nel Candido di Sciascia). In questa frase vi aleggia il fondato timore di come le esercitazioni sulla verità, tendano, poi, a renderla non plastica (se non addirittura anaplastica), a ridurre l’es­senza stessa che la governa. Si parlò della morte, del­l’angoscia (temi, qui sviluppati in apertura del volumetto), e del lenimento prodotto dallo stato d’inno­cenza. Argomenti, questi, affrontati, con passione lai­ca, da Gina D’Angelo Matassa, nutriti da una sorta di lucida mestizia, pronti a dipanare vicende della lettera­tura e della storia, con il condimento della memoria, depurata, per fortuna, dalla "infezione" dell’autobiografismo.

Sulla semplicità e sull’evidenza della verità parlam­mo in quel meriggio con l’indagatore del Candido: e ancora della diffidenza da lui avvertita nei confronti della poesia («a me piace dire le cose dalla "a" alla "zeta"», rifletteva; mentre sul suo comodino staziona­vano i versi di Sereni; e, non a caso, diresse, fino alla morte i poetici "Quaderni di Galleria", e, non a caso, le sue prime esperienze furono di carattere poetico).

Le nostre "divergenze" ci portarono, grazie alla sua franca articolazione di raissoneur, verso l’insita bellez­za dell’idea di verità, che proprio in virtù della sua accecante evidenza, veniva "non vista", e, colpevol­mente corrosa, andava mostrando, attraverso la sua iperstruttura, la cancrena tutta umana su cui poggiava. «La verità esiste» - ribadisce Gina - «è una, semplice, conoscibile, serena». Proprio in virtù di questa "strut­turale" grazia, genera inestinguibili complicazioni, fraintendimenti, angosce. È la persistenza di Candido, nella densità "greve" di questo tempo, a darci, forse, un possibile strumento di pietà (utile l’esercizio della pietà sollecitato da Lèvi-Strauss), ma anche a rilevarci la nostra biologica condizione al martirio intellettuale non appena le sovrastrutture culturali s’impossessano della nostra mente.

"Semplicità? Casualità?", con queste parole, ricor­do ci congedammo da Sciascia, dopo aver accennato alle biologiche indicazioni di Monod sul "caso e la necessità" e alle perenni quanto attuali interrogazioni di Sant’Agostino.

Il bagliore che ci aveva accolto, aveva però, a poco a poco, ceduto il posto ad ombre screziate d’un verde cupo, approdo di un inquietante frangersi d’elitre.
 

...
€ 1 8
IN PROMOZIONE

Il libro è stato concepito per i lettori la cui età va dai dieci ai tredici anni e nasce dall’intuizione e dalla fantasia che si intrecciano nel gioco delle parole sin quasi a farne un luogo di divertimento e di riflessione.

Nella scelta dei testi narrativi l’Autore ha tenuto conto della psicologia del pre-adolescente, sicchè il libro riesce fruibile anche senza l’intervento di intermediari.

L’aspetto narrativo e fantastico dei racconti ha una presa immediata sul giovanissimo lettore e il mondo che rivive nel libro suscita rispondenze dentro di lui. La “leggibilità” del libro consiste nella coincidenza tra l’esperienza del lettore e lo spirito del testo narrativo, la cui lunghezza (altro criterio di “leggibilità”) o durata non è mai psicologicamente eccessiva.

L’Autore ha di proposito voluto insistere sulla dimensione favolistica dei racconti per meglio sottolineare, tra divertimento e pensosità, le ambizioni, le vanità, le passioni, i buoni sentimenti, le buone e le cattive azioni dell’uomo, le distorsioni del progresso e della tecnologia. Tutti temi che appartengono alla nostra contemporaneità e su cui è doveroso far riflettere, sia pure attraverso un tono scherzoso e grottesco, i giovanissimi che si avviano a divenire la generazione responsabile di domani. Una sorta di “Libro cuore” contemporaneo.
 

...
€ 1 6
IN PROMOZIONE

Due storie ‘siciliane’, singolari e strane eppure ‘storiche’, radicate in un preciso contesto temporale e culturale da cui traggono la loro particolare coloritura e il loro specifico significato, due storie al cui interno l’ambientazione risulta alla fine determinante.

Nella prima Nenè Arena, un pescatore del mare africano che si adatta un po’ a tutti i mestieri, possiede uno sguardo magnetico che eccita e soggioga l’eros delle donne con le quali viene a contatto. Un don Giovanni in Sicilia minore di brancatiana memoria che emerge dalle rive del suo mare isolano alle cronache mondiali degli anni sessanta perché nel tempo ha messo su più che un harem una vera e propria tribù. Una storia semplice, si direbbe, eppure dietro si nascondono le storie a volte toccanti di tanti abbandoni, di tante donne sbandate o perdute alle quali Nenè ha offerto una singolare eppur dignitosa forma di convivenza.

John Spadaro de La villa dell’inganno è «poco più di un ragazzo quando mette per la prima volta piede in Sicilia». È il 10 luglio del ’43 e John fa parte di un piccolo commando alleato che dovrebbe essere paracadutato alle falde dell’Etna per far esplodere un deposito di munizioni e invece si ritrova proprio al centro dei combattimenti nella piana di Catania. Qui conoscerà il barone di Valguarnera, col quale avrebbe dovuto prendere contatto, e soprattutto le figlie, Mafalda dagli occhi verdi e Giuseppina silenziosa e sensuale.

Vecchio riesce a dare a entrambe le ‘storie’ tinte e colori molto materici e, specialmente, nella seconda, una particolare suspence che tiene in sospeso sul filo della trama il lettore fino all’ultima riga.
 

...
€ 3 8
IN PROMOZIONE

Un volume innovativo che fonde diverse discipline occidentali e orientali per applicarle alla costruzione di un modello teorico-pratico per la coltivazione del ben-essere in azienda.

Nella piena sintonia di un modello olistico in cui il tutto rispecchia le parti e viceversa, operare separazioni nette, dicotomie ha ben poco valore. Ogni individuo che lavora è prima di tutto una persona, e il flusso tra la sfera pubblica e quella privata è pressoché costante. Si tratta di rendere manifesto un processo che in molti casi è per lo più inconsapevole.

Un libro utile per chi desidera trovare degli strumenti pratici da impiegare nel contesto professionale per una migliore qualità della vita, degli ambienti e dei processi. Perché un’azienda sana è il risultato di persone e di relazioni sane.

Un valido strumento per aprire la mente a chi si occupa di management aziendale, per coloro che eseguono, ma anche per chi progetta e realizza interventi per il ben-essere aziendale.

Una diversa prospettiva dalla quale può valere la pena provare a osservare.

...
€ 3 25
IN PROMOZIONE

Con la traduzione italiana di alcuni racconti di Ziyad ‘Ali, uno tra i più eminenti scrittori contemporanei della Libia, l’Accademia Libica in Italia si propone di offrire al lettore italiano un lavoro serio e impegnativo nel quadro dei rapporti storico-culturali tra la Libia, l’Italia e l’Occidente europeo. L’Accademia cerca di perseguire due obiettivi: la valorizzazione e la diffusione della cultura arabo-libica in Italia, soprattutto attraverso lo studio e la traduzione di opere dalla lingua araba a quella italiana; la promozione dell’incontro, del dialogo e dello scambio tra le culture del Mediterraneo in generale con il fine precipuo di rafforzarne i legami, sì da permetterne un arricchimento reciproco.

Ziyad ‘Ali è nato a Tripoli il 23 agosto 1949 ed è uno dei maggiori rappresentanti della narrativa araba contemporanea, intellettuale impegnato, membro dell’Associazione del Racconto e del Romanzo e della Lega degli Scrittori e dei Letterati Libici.

Scrittore e intellettuale con interessi molteplici, partecipa attivamente alla scena culturale internazionale, grazie anche a lunghi soggiorni all’estero che gli hanno consentito di allargare i propri interessi e di stringere relazioni con intellettuali appartenenti ad altre culture. Nonostante le prolungate assenze dal proprio paese, lo scrittore non ha mai dimenticato la cultura e le tradizioni della Libia, tant’è che la sua produzione letteraria trae motivo di ispirazione proprio dal suo paese natio, ricordato e rappresentato con arte esperta all’interno dei racconti qui proposti.

...
€ 1 8
IN PROMOZIONE

Avuta la fortuna di avere tra le mani ben quattordici faldoni del carteggio riguardante la “Tonnara di Mondello”, documenti che completano in termini pratici il carteggio (sei faldoni) che l’Archivio storico Comunale di Palermo ha ottenuto tra acquisti e donazioni.

Che si tratti di un solo archivio storico è fuor di dubbio, tuttavia l’avidità ha voluto spezzettarne il contenuto in tre lotti, non tanto omogenei ma trattanti lo stesso argomento, in quanto di unica provenienza.
Avendo seguito corsi di conoscenza specifica di tipo paleografico, sono stato messo in condizione di conoscerne il contenuto, assemblarlo e ricavarne una chiara analisi dei luoghi, dell’attività, della titolarità e delle vicissitudini della tanto ricercata “Tonnara di Mondello”; alcuni disegni e schizzi hanno permesso di completare un lavoro organico ed esaustivo, risultato determinato dalla lettura (non sempre agevole) di oltre 35.000 fogli, tanto da farne un carteggio storico di tutto rispetto e completo.
 
Tutta la documentazione e il carteggio riprodotti fanno parte della Fondazione Moncada di Monforte.

 
 
...
€ 5 25
IN PROMOZIONE

 Conoscete uno dei primi segni del morbo di Alzheimer? È l’anosmia, cioè la perdita della percezione degli odori: stimolate il vostro odorato in particolare con gli straordinari aromi del timo.
Sapete che il timo è un indicatore biologico del cambiamento climatico?
Conoscete le virtù dei pediluvi al timo che danno sollievo ai piedi affaticati e ammorbidiscono l’unghia incarnata?
Sapete che le piccole ferite possono essere disinfettate con dei rametti di timo?
Conoscete gli effetti antalgici delle foglie di timo in caso di punture in piena campagna?
Sapete che nel Medioevo, per lottare contro gli odori sgradevoli, i nobili portavano al collo un piccolo mazzo di timo?
Conoscete l’aromiel, una miscela di miele e qualche goccia di olio essenziale di timo che aiuta a prevenire i malanni invernali?
Conoscete l’effetto terapeutico di un fazzoletto imbevuto con poche gocce di olio essenziale di timo per fermare una sinusite incipiente?
Sapete che nel timo vi sono delle famiglie e degli ermafroditi? È la ginodiecia.

...
€ 3 14
IN PROMOZIONE

Il testo di Morell sulla terapia MORA e MORA COLOR, elaborato nell’ultimo periodo della sua vita, espone e sintetizza il risultato di molti anni di studio e di sperimentazione, oltre che di un’enorme esperienza clinica, la quale viene messa a disposizione dei medici italiani interessati alla medicina naturale ed, in particolare, alle Tecniche di Regolazione Bioelettronica. Queste metodiche hanno permesso, negli ultimi decenni, una notevole evoluzione, dal punto di vista teorico, nelle concezioni della medicina biologica ed un maggior numero di risultati terapeutici per i medici che quotidianamente le utilizzano nella loro pratica ambulatoriale.

Quando Morell, nei primi anni Settanta, ebbe l’intuizione della terapia MORA, aveva già una lunghissima esperienza sia nella medicina naturale che nell’Elettroagopuntura secondo Voll (EAV). Quest’ultima è una metodica diagnostica, messa a punto circa quarant’anni fa dal dottor Reinhold Voll, la quale permette di misurare, con un elettrodo apposito, la resistività elettrica dei punti di agopuntura. I valori misurati vengono letti su di un quadrante con valori che vanno da zero a cento. Ogni punto dà un’informazione su un organo, parte d’organo od un sistema tissutale. Col "Test dei medicamenti", messo a punto sempre dal dottor Voll e dalla sua scuola, abbiamo inoltre la possibilità di misurare quale rimedio (omeopatico o d’altro tipo), riporta il valore di misura in equilibrio, cioè a 50 unità di scala.

Date queste premesse, Morell ed altri eseguirono numerose prove sperimentali, le quali vengono ampiamente riportate in questo libro, dimostrando che i rimedi omeopatici agiscono in virtù di specifiche frequenze elettromagnetiche, che vanno ad interferire con le oscillazioni patologiche di cui è portatore l’organismo malato, e non per mezzo di particolari molecole in soluzione. Queste esperienze ci fanno superare, tra l’altro, l’antica polemica con la scuola allopatica, la quale sostiene che i rimedi omeopatici non possano che avere un effetto placebo, non contenendo alcuna molecola al di sopra della 23 DH.

Per ottenere il massimo dei risultati della terapia MORA, è necessario diagnosticare e trattare anche i cosidetti "blocchi energetici" e cioè: i Foci, le allergie alimentari e la Geopatia. La diagnosi e la terapia dei suddetti problemi, causa frequente di malattie cronico-recidivanti, vengono chiaramente e magistralmente esposte da Morell in questo libro, fornendoci una terapia bioenergetica molto efficace che non utilizza alcun farmaco né naturale né di sintesi e nemmeno alcuna frequenza ellettromagnetica che sia estranea all’organismo, ma elabora ed utilizza solo le oscillazioni che l’organismo già possiede: abbiamo così un’Autoterapia Bioenergetica, novità assoluta nel campo medico.

Contenuti:

1: Mora, le oscillazioni dell’universo sono all’origine del fenomeno vita, esse apportano salute e malattia.
2: Salute e malattia.
3: Le oscillazioni elettromagnetiche come principio terapeutico efficace.
4: Il nuovo metodo; L’apparecchio MORA; La terapia MORA; La terapia MORA con uno o due elettrodi a punta; Il MORA senza il controllo dell’elettroagopuntura.
5: Allergia, diagnosi e terapia.
6: La terapia MORA e la teoria dei cinue elementi; La terapia MORA nei casi di carico geopatico.
7: Il MORA in campo odontoiatrico, soprattutto nelle operazioni mascellari.
8: Indicazioni, controindicazioni e limiti della Terapia Mora.
9: Trattamento della cefalea con il MORA COLOR.
10: La regolazione ottimale dell’apparecchio MORA e MORA COLOR.
11: Terapia MORA preventiva;
      Bibliografia. 

...
€ 3 13
IN PROMOZIONE

In questo metodo, articolato in dieci lezioni, gli autori forniscono tutte le risposte utili e ci propongono numerosi esercizi pratici, vari, vivi e moderni per acquisire la padronanza della propria memoria.

Contrariamente alla maggior parte dei trattati su questo argomento, quest’opera non è soltanto un manuale di mnemotecnica: naturalmente vengono descritti in dettaglio tutti i metodi mnemotecnici ma viene dato anche ampio spazio ad altri procedimenti - a volte meno costrittivi - scaturiti dalle ricerche in psicologia sperimentale e in pedagogia condotte recentemente nel mondo intero.

...
€ 1 10
IN PROMOZIONE

Il Su Nu King non è una raccolta di anedotti, e, ancor meno un romanzo. E non si tratta neppure di un libro di medicina, ma è un trattato di sessualità e non di sessuologia; un manuale di buona salute sessuale, e soprattutto non è un libro erotico, ancor meno pornografico. Costituisce una raccolta di quello che bisogna sapere, affinché lo Yin e lo Yang siano in armonia, per arrivare alla buona salute della coppia. La nozione di armonia dello Yin e dello Yang, non è limitata alla buona salute sessuale della coppia. Quest’ultima non è che una forma della buona salute dello "Stato": se lo stato è ben gestito, l’Imperatore vegli che lo Yin e lo Yang siano in conformità con le leggi del Cielo e della Terra. Un libro fondamentale che tratta di sessualità e non di sessuologia. I testi tradizionali descrivono minuziosamente le tecniche dei rapporti sessuali. L’Occidente le ha interpretate sotto un’angolazione libertina per non dire pornografica... Mentre si tratta di una vera e propria ginnastica sessuale fondata sulla relazione dello Yin e dello Yang, del movimento controllato dell’energia-luce, dell’energia ancestrale dell’uomo. 

...
€ 3 13
IN PROMOZIONE

La frenetica ricerca, da più parti e attraverso i secoli, degli averi nascosti di un mercante siracusano accusato di eresia fa da trama ad una vicenda in cui si stratificano fatti storici e di fantasia.

Conflitti di pensiero, aberrazioni religiose, crisi mistiche, deliri di potere si alternano in un incalzante sequela di avvenimenti tutti fermamente aderenti (con precisione di data) alla storia della Sicilia spagnola. Il contradditorio ruolo del Tribunale dell’Inquisizione, la teatralità delle pene ingiuste, i contrasti per l’esercizio del potere, la Palermo nuova che nasce all’insegna del barocco, fanno da scenario a vicende personali che ne escono schiacciate.

Storie d’amore incrociate navigano verso un incerto destino. Credenze popolari e linee di pensiero umanistico si oppongono al nascente razionalismo scientifico mentre nell’ombra operano alchimisti e indovini alle formule dei quali, molti, di ogni strato sociale, demandano il rapporto con il sovrannaturale.

Una serrata lotta contro enigmi, esposti in sequenza dai messaggi segreti, coinvolge intelligenze distanti trecento anni. Verranno risolti in chiave colta consultando l’opera postuma dell’abate Tritemio e comparando revisioni storiche con ricerche d’archivio.

Colpi di scena improvvisi, eventi tragici o misteriosi lasciano spazio, infine, al tema di fondo che vuol far luce sul bisogno di una corretta formazione culturale, morale e umana degli operatori religiosi, non sempre adeguata ai tempi ed ai climi sociali e soffocata, oggi come allora, da fuorvianti motivazioni ed esposta all’insidia delle umane debolezze.

Il collante narrativo è ridotto al minimo, in una storia che con formula diaristica procede per scene e dialoghi, lasciando spesso al lettore il gusto dei collegamenti necessari allo sviluppo della vicenda.

Salvatore Requirez, nato a Palermo nel 1957, medico, ha diretto diverse aziende sanitarie del servizio pubblico. Nel 1991 è vincitore del secondo premio di Storiografia Municipale bandito dalla Provincia Regionale di Palermo con l’opera inedita Una città tra le ville. Ha fino ad oggi pubblicato: Le Ville di Palermo (1996), presentazione di Dacia Maraini; Targa Florio (1997) con la presentazione di Luca Cordero di Montezemolo che nel 1998 riceve la targa d’onore al Premio Bancarella Sport; I campioni della Targa Florio (2003); il romanzo Il Leone di Palermo (2005) e Storia dei Florio (2007); il romanzo Di nessun colore è stato pubblicato nel 2008. Nel 2013 pubblica La regina delle Madonie. 

...
€ 10 19
IN PROMOZIONE

L’opera di Pietro Lanza di Scordia (1807-1855) saggista, storico, pubblicista, si presenta come interessante e, per alcuni aspetti, originale espressione dell’impegno politico e civile di un intellettuale nella Sicilia borbonica. Esponente autorevole e stimato del liberalismo moderato, pretore di Palermo nel 1835-38 e nel 1848, anno in cui, assunto il titolo di principe di Butera, entrò a far parte della Camera dei Pari, ministro nel 1848-49, esule dopo la restaurazione borbonica, Lanza di Scordia unì all’attività politica e di pubblico amministratore la riflessione costante sul passato e soprattutto sul presente dell’isola, esposta in molti dei suoi scritti. Convinto estimatore delle secolari istituzioni siciliane quanto critico attento alle problematiche del tempo, non tralasciò di esercitare attraverso le sue opere quella che riteneva, come molti scrittori in quel periodo, una doverosa azione di incitamento verso gli stessi siciliani e di monito nei confronti del governo borbonico. Sicilianista appassionato, si rivela tuttavia studioso aperto ai ‘tempi’ e alla realtà di stati italiani ed europei più progrediti, riscontrata personalmente nei frequenti viaggi e durante l’esilio, come nei rapporti con esponenti di alto rilievo della cultura, della storiografia e della politica. 


Dall’analisi delle opere e della varia pubblicistica del Lanza di Scordia emergono la personalità culturale e politica, la concezione della storia, l’operosità civile. La monografia propone il profilo di uno studioso sinora trascurato e, insieme, uno spaccato della Sicilia dei primi decenni dell’Ottocento e del rapporto, nella peculiarità che questo assunse nell’isola, fra storiografia e politica, fra intellettuali, società e regime borbonico. 
...
€ 3 10
IN PROMOZIONE

Un rèfolo leggero s’infiltra tra i tessuti stagionali, così, in un ritmo circadiale, gira impietoso, avvoltola il crespo frinire del giorno, imbriglia la notte, sostiene le affocate estati e i grigi piovosi degli inverni di Sicilia. Ecco, allora, un turbinio zoologico, una flora infittita di sterpi, infio­rescenze, licheni, pozze d’acqua ove galleggiano frantumi di muschi, attraversate da rettili acquatici, da sospiri di anellidi infittiti tra i fondali pietrosi, da cortecce d’alberi, da insistenti registri entomologici. Tutto questo vibra tra i versetti poematici scanditi in queste «stagioni del ramar­ro» di Angelo Giambartino, così come avvenne per «II periplo del tempo» (1993) e poi per le «Geometria del sonno» (1997), quasi in una continuità ideale e materia­le, ove corpi, gesti, frantumi d’ore si accalcano fra vibran­ti pagine della memoria, immersi, avrebbe detto Lucio Piccolo, nel ’sortilegio’ della natura, del suo soffio aperto alla sensualità, al corteo degli anni dettato dall’inganno del tempo. S’accende, non peregrino, un gusto antropo­logico dal sapore antico, dal sordo rumore degli anni trascorsi, nei quali "i vecchi canterani" prendono vita dal­le "stanze profumate di cotogna".

Ed è questo profumo che tutto pervade: camere in ombra, giorni della doglianza, fanciullezza svanita e riproposta in una vivida surrealtà, quasi a specchiarsi in "cavalli di zucchero", occhi di ramarro, fluttuare bizzarro di lepidot­teri. Infine: alberi, fruscii d’erbe, il cuore di un ragazzo tra passi silenti d’un capraio, odore aspro di cacciagione, sangue rappreso di una mora.

Aldo Gerbino

...
€ 1 8
IN PROMOZIONE

dalla Prefazione: [...] “Gaspare Tagliacozzi (1545-1589), considerato il padre della chirurgia estetica ricostruttiva, nel suo trattato De curtorum chirurgia per insitionem così definiva l’agire del Chirurgo Plastico: Noi ripristiniamo, restauriamo e rendiamo integre le parti del corpo che la natura ha dato e che la fortuna ha sottratto, non tanto perché esse possano rendersi piacevoli agli occhi quanto per sostenere lo spirito e aiutare l’animo della persona che ne è afflitta”.

[...] In Specchio delle mie brame, Psicologia della chirurgia estetica, con attenzione e con chiare esemplificazioni, l’Autore analizza l’habitus mentale di un candidato all’intervento di chirurgia estetica e di chi deve attuarlo, seguendo non l’iter classico di: diagnosi, prognosi e terapia, bensì quello prevalentemente psicologico di: autoanalisi, equilibrio psichico del chirurgo, onesta prospettiva dei risultati.

Egli cerca di far da guida a chi aspira a “migliorarsi” ponendolo in condizione di capire se anela ad un intervento “per piacere di più agli altri che a se stesso”; e, se vuole piacere a se stesso, entro quali limiti. [...]
 

...
€ 2 8
IN PROMOZIONE

Questo libro è prezioso, perché è una miniera inesauribile di notizie e dati per conoscere l’Aloe, i suoi segreti e i suoi rapporti con il genere Homo. La lettura del libro spazza il campo da errori, esagerazioni, confusioni; e, contemporaneamente, apre nuove strade di ricerca. Raro, anzi unico, perché non esiste, a livello planetario, un lavoro così completo sull’Aloe.

Non ci inganni l’apparente brevità del testo: è un superconcentrato di sapere, il Dott. Patti, non mette nel testo un paragrafo che non sia essenziale.

Lo “Specchio d’Aloe” riflette, ovviamente, l’immagine del suo Autore, anche perché il Patti è una persona rara e straordinaria: medico ematologo, patologo clinico di professione, ma i suoi interessi di studioso spaziano dalla scienza all’arte. Profondo conoscitore (e lo “Specchio” lo dimostra) dei Classici, incarna la figura dello studioso multidisciplinare, che un tempo si sarebbe, giustamente, chiamato universale. 

...
€ 2 10
IN PROMOZIONE

Specchio a due facce è una analisi parallela delle più comuni sindromi definite psicosomatiche e degli stessi quadri clinici, valutati in termini omeopatici.
La ricerca mette in evidenza come alla patogenesi psico-affettiva delle prime corrispondono frequenti possibilità curative con i rimedi omeopatici, individuati sulla base di quei rapporti fra psiche e soma.
La specularità evidenziata fra i due metodi diagnostico-curativi ne conforta reciprocamente i significati suggerendo il superamento di vecchi antagonismi ed una collaborazione applicativa fra gli operatori dei due settori.

...
€ 1 8
IN PROMOZIONE

Questo libro è dedicato agli adolescenti, in particolare a quella fetta minoritaria che, nella civiltà occidentale, sembra soffrire di una apparente miseria emozionale, valoriale e spirituale, dentro un vuoto esistenziale in cui sono intrappolati. E’ rivolto agli adulti, genitori, insegnanti, politici, antropologi, teologi e a tutti gli operatori del settore medico-psico-socio-educativo perché, attraverso le storie cliniche dei ragazzi emerse dalle indagini effettuate nelle scuole e nelle università, nei centri per adolescenti e risultate dalla personale esperienza clinica sul campo dell’Autrice, più che ventennale, si possano comprendere, interrogandosi e mettendosi in discussione, i “disastri” determinatisi nei nostri giovani, cercando ognuno a suo modo di porvi riparo. Dopo una disamina della realtà adolescenziale odierna e del malessere che la caratterizza, viene concentrata l’attenzione sui disagi più frequenti: da quelli di tipo emotivo-affettivi a quelli legati ad un’alterata costruzione dell’immagine corporea, da quelli comunicativo cibernetici a quelli affettivo-sessuali, da abuso di sostanze e comportamentali, in un dialogo ponte tra psicoeducazione e neuroscienze. L’identità della persona adolescente sembra frammentata e spezzata. Le storie e i racconti clinici parlano da soli: La maschera della vergogna; Il complesso di Pollicino; La Lolita sul cubo; Mi bevo mi sballo e mi fumo; La palla di grasso nascosta sotto la Pelle d’asino; Il Musicista autistico; Gianburraschino il Ritalino; La Bella addormentata; Il poeta dai tanti tic; Un alieno nella mente; Il Ranocchio principe. Si ringraziano tutti i protagonisti “tipo”di queste storie, in cui ognuno potrebbe riconoscersi, per aver mandato, spesso inconsapevolmente, i messaggi del loro pathos, attraverso i quali entrare, rispecchiandosi, nel loro cervello emotivo, scoprendone finalmente la password di accesso! L’amore e l’empatia può salvarci e salvarli? Si, oltre alla via emotivo-affettiva e ai metodi psicopedagogici sperimentali di fabulo-arte-terapia, neuroestetica ed emozioni qui riportati e tratti dai manuali ARCHETIPI DELL’UNI VERSO ed EROS FABULARS.

Tavole test per le emozioni, tavole fabulars e di neuroestetica GIULIA DE FILIPPI

Giulia Di Filippi, artista di fama internazionale, è nella collana presenze della Giorgio Mondadori. Dopo la SERIE VERSO 1, HOLOS, EROSOPHY, è approdata, nel campo dell’arteterapia, alla neuroestetica in un continua ricerca sperimentale tra arte e cervello. Cofondatrice del Laboratorio sperimentale psyc”olos”art.
...
€ 3 25
IN PROMOZIONE
In un piccolo e imprecisato paese del sud abita un ragazzo solo. Il suo nome è un mistero, la sua famiglia non è mai esistita, l’unico amore che conosce è quello a pagamento.
Un avvenire piatto e senza speranze gli  si profila davanti, ma un uomo cambia il corso delle cose: l’Ingegnere.
Nessuno sa da dove venga né chi sia veramente, si fa vivo solo un paio di mesi all’anno per villeggiare nella grande casa che possiede in paese.
Quest’uomo decide di assoldare il protagonista, dapprima come muratore, poi iniziandolo ad una scuola speciale.

Può un’esistenza scendere a compromessi tanto radicali e cambiare assetto in maniera così repentina?

“Senza nome” diventa un truffatore, viaggia, vive col fiato sospeso e gode di atti criminali che hanno per oggetto ricchi diventati tali in maniera poco limpida.
Ogni azione è frutto di mesi di preparazione. Si va avanti così per anni, guadagnando fortune, fino a sfiorare inevitabilmente la malavita organizzata.

Cosa è rimasto di quel ragazzo orfano che non osava chiedere tanto alla vita?
Forse una ragazza straniera, testimone di un delitto, col suo bisogno di amore e protezione, riuscirà a tirare fuori l’ultimo lembo di umanità rimasto nell’animo del nostro antieroe.
...
€ 2 12
IN PROMOZIONE

Il Segmento Aureo è uno stupendo romanzo sulla Storia. La storia dell’uomo, la sua predestinazione, il suo essere parte di un generale e necessario progetto sono uno scenario per parlare di passioni profonde come l’impegno morale, la vendetta, la fede, il tradimento, l’arte e l’amore.

La proporzione divina e la regola di equilibrio dell’universo impongono che esista il male, il dolore e la morte come corrispettivi delle cose sublimi ed eterne che all’uomo sono concesse.

Un invisibile tessitore annoda le trame e gli orditi dei destini umani. Artico Blinder è un predestinato dalla sorte che ha inciso sul suo corpo segni indelebili: la deportazione, il numero della divina proporzione e sublimi ali tatuate. Nell’ultimo giorno della sua vita egli narra l’incredibile racconto della propria reincarnazione da profugo ebreo moribondo ad abile e ricchissimo scopritore dell’oro del Terzo Reich.

Ribattezzato con il nome di un ghiacciaio cieco, disperso e semiaffondato nelle acque di un’esistenza tempestosa in cui annegamento e speranza di emersione si susseguono senza soluzione di continuità e senza un’apparente ragione, Artico Blinder attraversa indenne il sentiero al limitare della morte senza mai cadervi dentro.

Ciò che tiene uniti i tasselli di quel destino (e del destino di milioni di uomini) è l’amore per Eloise Brown.

Il centro narrativo de “Il Segmento Aureo” è proprio l’amore che, a giusta ragione, diventa lo strumento per salvare il mondo.

L’arte sostiene quel sentimento, lo nutre e se ne fa compagna.

Il protagonista rivive con il lettore l’incontro con Henry Matisse e il poeta Louis Aragon nella Francia del 1945 raccontando un particolare inedito della vita del grande artista.

Il romanzo storico si sviluppa da vere fonti degli O.S.S. (uffici dei servizi informativi strategici americani) solo di recente non più segrete. Sconosciuta alla quasi totalità dei lettori, la ricostruzione ha una valenza davvero esplosiva nel giudizio sulla storia contemporanea.

...
€ 3 12
IN PROMOZIONE

Originato da una richiesta di aiuto ("Mondadori ti conosce?"), questo carteggio evolve con gli anni in ‘patto di mutuo soccorso’ fra due scrittori alla ricerca di una propria fisionomia (e di editori disposti a riconoscerla). Reclusi in carriere burocratiche che ne hanno depresso le giovanili ambizioni d’arte, Antonio Pizzuto e Salvatore Spinelli misurano nella dimensione libera e ‘irresponsabile’ dello scambio epistolare il pregio dei loro ‘essudati narrativi’ e la legittimità delle ragioni che li sottendono. Il reciproco riscontro, umoristicamente adibito dai "due scimmioni che, chiusi nel gabbione, occhi e culi arrossati, si levano di dosso le pulci vicendevolmente", sedimenta una disputa sul ‘romanzo’ tutta giocata su alternative ancor oggi irrisolte (l’istanza modernista e addirittura informale di Pizzuto, l’aplomb moderato e ‘figurativo’ di Spinelli) e sostenuta da un teatrino di frizzi e lazzi goliardici, di affabili perfidie, di ironiche prosopopee, di causidiche causeries in cui si riaccende la sicilitudine sepolta nel cinereo sussiego dell’‘ottimo funzionario’.
 

...
€ 2 16
IN PROMOZIONE

L’attività intellettuale di ‘Ali Mustafà al-Misrati si è subito contraddistinta per i molteplici interessi storici, artistici e letterari. Studioso poliedrico ed eclettico, dotato di una prolifica vena letteraria, ha al suo attivo circa quaranta titoli, alcuni dei quali più volte ristampati. La sua produzione saggistica e scientifica può essere censita entro tre principali settori: la storia, soprattutto moderna e contemporanea, includendovi l’interesse biografico per alcuni personaggi libici; la letteratura, con le edizioni critiche e gli studi di critica letteraria; gli scritti di tradizioni popolari e di dialettologia.

...
€ 1 8
IN PROMOZIONE

Per agire bene, in primo luogo bisogna pensare bene!
Per pensare bene bisogna partire dai bisogni che tutti noi abbiamo: salute, riuscita sociale, benessere; in breve la ricerca della felicità. L’obiettivo principale della nostra esistenza è di trovare la felicità e gli strumenti per viverla. Per una persona malata, la felicità sarà la salute, sarà il fattore di guarire… Ora, la realizzazione della salute non è null’altro che un bene particolare, che non si preoccupa della felicità in generale. La felicità è un esercizio pericoloso d’armonia, nel cuore del nostro essere e in relazione con i nostri simili e il nostro ambiente. Corrisponde ad un esercizio permanente delle virtù, che sono dei modi di comportarsi conoscendo le leggi della Natura. Se non seguiamo questo cammino e lasciamo libero corso ai nostri desideri, accecati dai nostri eccessi, corriamo dritto alle fonti delle nostre miserie. Le emozioni esagerate provocano delle malattie, un ciclo senza fine d’insoddisfazione. Grazie ad un’osservazione sensibile di tutto ciò, il Dottor Bach ci lascia in eredità una forma d’autoterapia creata per tutti gli individui senza eccezione alcuna. Essa è la base del lavoro di questo Libro, cha fa seguito ad un manuale di studio (ora esaurito), e ringrazio sinceramente coloro che lo hanno reso possibile. Il libro che tenete in mano ha la vocazione di essere un libro «Tutto in Uno». Come terapeuta, critico e pedagogo, ho voluto sviluppare uno strumento sia per spiegare la filosofia di questo metodo degli elisir floreali, attraverso una costante riflessione; sia per poter noi stessi elaborare gli elisir attraverso delle spiegazioni didattiche.
 

...
€ 3 16
IN PROMOZIONE

 Questo volume affronta i principali quadri clinici di maggior riscontro nella popolazione sportiva, partendo però, nei primi capitoli, dalla conoscenza e dallo studio strutturale e funzionale del muscolo scheletrico, dell’apparato cardiovascolare e respiratorio anche in funzione delle recenti acquisizioni della letteratura e dei principi di biomeccanica dell’apparato locomotore, respiratorio e cardiaco.

Nella realizzazione e stesura del testo, sono stati riuniti tutti i maggiori esperti del campo, ortopedici, internisti, cardiologi, medici sportivi, ricercatori, fisioterapisti con l’obiettivo difornire un punto di vista globale delle patologie correlate allo sport e dei diversi trattamenti proposti dalla medicina dello sport.

La Medicina dello Sport è una branca della Medicina in continua evoluzione, in quanto gli sport diventano sempre più una parte importante della nostra vita sociale e vengono praticati da numerose persone, anche di una certa età, a livello amatoriale. È un campo interdisciplinare che ha beneficiato dei recenti progressi scientifici e clinici in molte specialità quali: Biomeccanica, Fisiologia, Endocrinologia, Alimentazione, Cardiologia, Dermatologia, Pneumologia, Terapia Fisica e Riabilitativa, Ortopedia e Traumatologia.

"Questo testo che vede come editors, oltre allo scrivente, i professori C. Foti, G. Francavilla, M. Bonsignore, e come collaboratori numerosi esperti delle varie branche, affronta le principali patologie della Medicina dello Sport, con relative diagnosi e trattamenti. Un capitolo è dedicato opportunamente alla Prevenzione delle Patologie del Sistema Muscolo-scheletrico, un altro alla Posturologia che, se ben applicata, può essere di ausilio agli atleti e alla Podologia, in cui è trattato l’impiego di varie ortesi negli atleti. Tutto quanto sopra fornirà le informazioni necessarie e gli strumenti idonei per giungere a corrette conclusioni diagnostiche e ad eseguire un corretto trattamento."
Prof. M. D’Arienzo Prof. Ordinario di Ortopedia e Traumatologia Università degli Studi di Palermo.

...
€ 20 48
IN PROMOZIONE

28 dicembre 1895: nasceva ufficialmente la decima musa. È passato più di un secolo e di cose, da allora, ne sono successe.

Di film – sublimi e mediocri – ne sono stati girati parecchi. Di successi e di fallimenti si son arricchite le antologie. Condensare il meglio in un libretto di cento pagine (quanti sono gli anni in un secolo), o poco più, è impresa ambiziosa, quasi temeraria, ma si sa, il cinema, coi suoi artifizi, flash back incluso, altera le unità di tempo, spazio e luogo, secondo capriccio e necessità, e consente all’autore di confidare in certi... miracoli.

In rapida carrellata o fotogramma per fotogramma, scorreranno quindi titoli di pellicole ufficiali e sperimentali, storie di personaggi, premi, aneddoti e curiosità del mondo della celluloide e persino riflessioni e pensiero dei protagonisti dell’universo non sempre dorato della settima arte. Buona lettura.

...
€ 1 5
IN PROMOZIONE

Il Vian nelle alte valli delle Alpi è la brezza che porta in sé la primavera.
Da tempi remoti si usa esporre il corredo dei bambini agli effluvi benefici e agli aromi di questa aria salubre di cui si impregnano le trame dei tessuti rinnovando quelli precedentemente usati e armonizza quelli nuovi come segno di buon auspicio per il nascituro.
Questa capacità di rinnovamento l’ho voluta usare per dare un nome agli estratti da me scoperti.
Se volessimo per un momento riavvolgere il nostro passato in una pellicola cinemato­grafica e ci soffermassimo ad osservarne le tappe compiute e le connessioni tra un evento e l’altro, potremmo forse scoprire che "sopra di noi" Qualcuno ha tracciato un grande disegno che caratterizza il Progetto di Vita Originario di ciascuno, in modo unico e singo­lare.
Nel lasciarci permeare, senza paure, dalle situazioni che la vita quotidianamente ci fa incontrare, intuiamo quanto possa arricchire la nostra personalità il permettere che sensa­zioni ed emozioni nuove pervadano la nostra Vera Essenza. Attraverso un cammino che ci consenta di calarci in dimensioni sempre più profonde, non solo saremo in grado di sentire quello che Madre Natura vuole comunicarci ma di "percepire" anche le più piccole sensa­zioni che il nostro corpo ci manifesta a contatto con altri modi di "vibrare" e di esistere. Come ad esempio l’incontro con il mondo delle piante alpine.
Perché "percepire", potrebbe chiedersi il lettore?
Perché ogni pianta come ogni essere vivente emana una vibrazione sua, propria, ca­ratteristica e unica.
In particolare le piante che vivono ad alta quota, emettono una vibrazione superiore a quella di qualsiasi altro prodotto fitoterapico. Questa è dovuta alla Forza Ancestrale, pro­veniente dalla Terra che nei secoli la roccia ha accumulato, sedimentato e al contatto con l’Energia Siderale (o Energia delle "Stelle") di cui i fiori alpini sono avvolti. Contrariamente a quanto la nostra cultura e società ci porta a credere, le ultime ricerche compiute nell’am­bito della Fisica dimostrano che la sopravvivenza dell’Essere Umano è sostenuta da un inimmaginabile quantitativo di Energia Siderale (90%) rispetto ad una minima presenza di Energia Chimica (10% ottenuta dall’alimentazione) utile alle nostre trasformazioni organi­che e funzionali.
Da tutto ciò si deduce quanto sia importante per un corretto equilibrio psico-fisico l’assunzione degli estratti dei fiori alpini!
Entrare nel film del Prof. Soldani significa venire a conoscenza del disegno ambizioso che Madre Natura ha scelto per,fautore stesso: portare avanti le ricerche sui Fiori di Vian affinché il segreto "quasi divino" racchiuso nei Fiori possa divenire fonte di vita e patrimo­nio di tutti.

Lucia Mistretta
Dr. in Scienze Naturopatiche (con il Prof. Soldani)
Université Europeenne Jeanne Monnet (Bruxelles-Belgio)  

...
€ 5 24
IN PROMOZIONE

"Merito del prof. De Magistris è stato quello di pre­sentare in questo volume tutto quanto di più mo­derno è stato acquisito sull’argomento, indicando e classificando i cibi, secondo la loro composizione, il loro contenuto in vitamine, enzimi, minerali e ra­dicali liberi e dettando i principi generali di una sana alimentazione e la realizzazione pratica di quanto si consiglia sia in età pediatrica che negli adulti sani ed in particolari condizioni di vita".

Renato De Magistris è professore associato presso la Prima Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Univer­sità di Napoli. È specialista in chirurgia generale, toracica e cardiovascolare. Ha affrontato il problema delle patologie dege­nerative di interesse chirurgico, con l’inserimento, in terapia, di minerali a dosi catalitiche. Il suo studio su questi temi, si è tradotto in nume­rose pubblicazioni e nella partecipazione a congressi nazionali e internazionali.
Al fine del trattamento e della prevenzione delle neo­plasie, ha dato il suo contributo a una serie di ricer­che su diverse tematiche, collaborando con l’Istituto Nazionale dei tumori di Napoli «Fondazione Pascale» e con il CNR.
 

...
€ 1 6
IN PROMOZIONE
Trentacinque anni di ricerca appassionate nel campo della fisica, della biologia, della batteriologia, affiancate dalla sperimentazione sugli animali e dai più vari tentativi terapeutici, mi hanno portato ad una visione sintetica del processo di regolazione dell’organismo sano e delle sue deviazioni patologiche che, infine, mi hanno condotto ai principi medici chiari ed intellegibili che si devono seguire allo scopo di guarire.

“..Quest’opera del Dr. Senn deve essere letta e meditata da ogni medico e da tutti coloro che sono genuinamente interessati alla salute. La chiara visione interdisciplinare dell’Autore ci consente infatti, attraverso un’esposizione correttamente divulgativa, di cogliere tutte le correlazioni fra le diverse acquisizioni scientifiche (della fisica, della chimica e della biologia) e la valutazione clinico-terapeutica globale del singolo paziente in esame. L’Autore non si trincera dietro facili professioni di fede ma mostra con onestà il percorso da lui seguito, compresi gli esperimenti effettuati e i risultati raggiunti, in modo tale che, chi lo desidera, può validare quanto asserito. La metodologia proposta dunque è ripetibile e mi auguro che questa edizione italiana possa indurre un certo numero di Laboratori e Cliniche alla sperimentazione pratica" (Dr. Nicola Del Giudice).
...
€ 1 6
IN PROMOZIONE

Bebé, nomignolo familiare di Antonio Pizzuto, segna, nella prima parte di questo tenace epistolario (1929-1949) con Salvatore Spinelli, qui ricostruito con esem­plare cura da A. Pane, il tempo d’una fedele apparte­nenza all’amicizia, dalla quale prende consistenza un quadro intellettuale filtrato dalla città di Palermo (quella cara al Pitré e ad O. Lo Valvo) raccolta tra i due deva­stanti conflitti mondiali. Si mettono anche in luce gli affioramenti, le tensioni preparatorie della loro poetica. Il 1929 è l’anno in cui Pizzuto, allievo non indifferente agli insegnamenti di C. Guastella e sensibile alle lettere (il nonno materno era stato U. A. Amico), definisce l’opera non compresa da G. A. Borgese, Sinfonia. "Oc­corre guardare questa ’Sinfonia’ con occhio nuovo", scriveva, "perché essa non è sorta dal passato, ma sol­tanto dopo il passato [...].Ond’è che io non saprei ri­spondere alle domande «che cosa simboleggia?» se non con un «niente»".

Dal 1948 perviene, invece, il colloquio sui materiali letterari di Salvatore Spinelli (Totò), allievo di E. Donadoni, già pronti a definire l’affresco de Il mondo giovine. Due amici palermitani, laureati in giurisprudenza (Bebé, nel futuro, sarà questore, e Totò amministrativo degli Istituti Ospitalieri di Milano), sostanziati in una (sincretica) duplicità di estetiche: conflagrazione della parola, densità e dilatazione del frammento, introspe­zione e analisi per Pizzuto; discorso lungo e cromatico, erede degli affreschi ottocenteschi, perennemente mos­so dal flusso del tempo e della vita per Spinelli. La fluvialità narrativa di Totò, fortemente contrastante con la pagina pizzutiana, ci restituisce un autore, così come sottolinea Lucio Zinna nel denso saggio introduttivo, che "nel leggere i manoscritti di Pizzuto, si sente diso­rientato, trova (1948) ’cose grandi’ e ’cose meno gran­di’".
I loro rapporti epistolari dureranno ancora per altri due decenni, ma, come essi stessi ebbero a dichiarare: "Noi siamo due scrittori di opposte tendenze, ma ci vo­gliamo bene immensamente". Ma si sarebbe potuto af­fermare che la faccia (tonda e malinconicamente feli­ce) di Pizzuto ben poteva legarsi alla scrittura di Spinel­li; e, viceversa, il volto scavato, esistenziale di Totò po­teva nervosamente scorrere tra i fili intricati delle ’Bam­bole’, abitare le stanze d’uno scrittore che vestiva l’abito di poliziotto: "un modo come un altro", dirà egli stesso, "per guadagnarsi da vivere". 


Salvatore Spinelli (Palermo, 1892 - Arenzano, 1969), conseguita la laurea in Giurisprudenza, nel 1920 si trasferì a Milano dove fu per quarant’anni dirigente amministrativo dell’Ospedale Maggiore, concludendo la carriera con la carica di Segretario Generale. Al­l’Ospedale Maggiore dedicò un’opera storica (La Ca’ Granda, 1956 e 1958) e gli undici volumi biografici dei Benefattori. Fu anche consulente della Casa Ri­cordi e tradusse il Mussorgsky di M. G. Calvocoressi (1925). Pubblicò due libri di racconti  (L’accordo per­fetto, 1928; Musica in famiglia, 1969), due raccolte di aforismi (Antiarte e anticritica, 1947; Lo specchio per la bertuccia, 1954) e il romanzo-saga II mondo giovi­ne (1958).

Antonio Pizzuto (Palermo, 1893 - Roma 1976), cre­sciuto in una famiglia di tradizioni umanistiche, si laureò in Giurisprudenza e quindi in Filosofia. Nel 1918 intraprese a Palermo la carriera di poliziotto, proseguita (dal 1930) a Roma, con importanti incari­chi negli organismi della Polizia Internazionale (l’at­tuale Interpol), e conclusa nel 1949 ad Arezzo, con il grado di Questore. Dopo la pensione si consacrò alla scrittura, imponendosi come uno dei narratori più originali del Novecento. Fra le sue opere ricordiamo: Sul ponte di Avignone (1938 e 1985) Signorina Rosina (1956, 1959 e 1967); Si riparano bambole (I960 e 1973); II triciclo (1962 e 1966); Ravenna (1962); Paginette (1964 e 1972); Sinfonia (1966 e 1974); Testa­mento (1969); Pagelle I e II (1973 e 1975. Postume sono uscite: Ultime e Penultime (1978); Giunte e Vir­gole (1996); Cosi (1998) Rapiti e Rapier (1998); Spe­gnere le caldaie (1999). Recentemente sono apparsi gli epistolari con Giovanni Nencioni (1998), e con Gianfranco e Margaret Contini (2000).

...
€ 2 16
IN PROMOZIONE

“Non toccare”, “Non ti muovere”, “Non fiatare”! Quante volte ci hanno rimproverato così da piccoli? Quante volte, da grandi, abbiamo fatto così con i nostri figli o nelle orecchie ci rimbombavano rimproveri o nozioni di presunta buona educazione che ci hanno col tempo letteralmente bloccato?
Questo libro è dedicato a chi si è perso, a chi ha perso l’istinto e l’istintualità, a chi non ricorda più di essere stato un “cucciolo di umano” e si è lasciato andare alla corsa frenetica della vita moderna senza chiedersi più né come né perché, in una realtà che da tempo ormai privilegia la mente piuttosto che il corpo.
L’autore, in maniera ironica ma decisa, ci prende per mano, ci accompagna in questo tragitto al nostro interno e non con la solita flemma e autorità dello strizzacervelli, ma strappandoci spessissimo una risata rendendo autentico e nello stesso tempo vero questo viaggio a ritroso.

"Questo non è un manuale che basta leggerlo e diventi Bill Gates o guarisci dalle psicosi. Quelli che promettono in un libro, in un corso o in un dvd, il benessere a tutti i livelli o sono parenti di Dio o degli inguaribili altruisti. È circa dagli anni ’70 che spopolano questi bei manuali che fanno leva sulla volontà dell’individuo e in 15 regole ti trasformano in Superman. Purtroppo, contando i Superman e le Superwoman nel mondo, i conti non tornano..." 

...
€ 1 10
IN PROMOZIONE

Questo libro definisce l’aspetto triforme della femminilità con l’aiuto degli archetipi di: Demetra (la Madre), Core (la Figlia) ed Ecate (l’incantatrice). La mitologia è una drammatica e magica rappresentazione della storia del mondo, dei suoi abitanti e del cammino che tutt’ora percorrono i mortali per la conquista della piena coscienza.

L’opera che presentiamo al pubblico italiano è stata concepita, all’inizio, come raccolta di conferenze del Dr. Risquez; se questo fatto da un lato conferisce maggior fascino all’esposizione (uso di un linguaggio parlato con le sue censure, i voli pindarici, le associazioni di idee), dall’altro può diventare di lettura faticosa se il lettore legge l’opera come un saggio organico. Ogni capitolo, deve essere letto come un piccolo saggio a sé stante e collegato agli altri saggi attraverso i numerosi riferimenti. In tal modo questo libro può diventare una sorta di breviario psicologico, una miniera di temi sui quali riflettere, giorno per giorno, alla scoperta della nostra più intima essenza per mezzo della mitologia e dell’esperienza umana e clinica dell’Autore. Una lettura fondamentale per comprendere il Sé (noi stessi), qualunque sia l’appellativo che in un dato momento ci contraddistingue: donna, uomo, padre, madre, nonna, nonno, figlia, figlio, medico, paziente, ecc. 

...
€ 3 13
IN PROMOZIONE

Famiglie! Vi odio! è una saga familiare terribile e bellissima, così come terribile e bellissima è l’esistenza. Il romanzo si legge tutto d’un fiato. Coinvolgente e ben scritto, si avvale di un solido impianto narrativo che gli fa assumere un valore universale, e ogni lettore può riscoprire se stesso in qualcuno dei numerosi personaggi che popolano la vicenda.

...
€ 1 12
IN PROMOZIONE

• Una lettura originale dei Fiori di Bach.

• Un commento appassionato di alcuni capolavori della Storia dell’Arte.

• Uno sguardo che accomuna l’Oriente e l’Occidente.

• Una conversazione tra amici, per trovare un significato alla vita.



Notizie sull’Autore

“Bene, al nostro amico puoi dirglielo. Digli che come un eremita antico io trascorro qui i miei giorni su queste carte e che scrivo la storia del mondo offeso” (E. Vittorini).

Digli che sono felice e che scrivo, scrivo per ricordare al mondo offeso tutte le cose grandi e belle del mondo.
 

...
€ 3 13
IN PROMOZIONE

Una intensa ed emozionata poetica della memoria che caratterizza la silloge "È luntana la sira" di Tania Fonte trova nella verità del dialetto siciliano il veicolo espressivo e comunicativo più autentico. La raccolta rivela, sotto il profilo letterario, il proprio maggior pregio nella qualità alta del dettato linguistico, riuscendo a conferire a ogni lirica un pathos di nostalgie e di speranze.  

...
€ 1 10
IN PROMOZIONE

Il sedicesimo secolo è il periodo della rivisitazione dei testi classici e del successo della Poetica aristotelica. Tuttavia, le formulazioni teoriche scaturite dalle poetiche cinquecentesche e la lettura dei testi tragici (ingiustamente poco noti) forniscono una visione disperata dei rapporti tra società e potere. Il potere, sempre legato a un’inquietante epifania di thanatos, minaccia costantemente i cittadini senza alcun rispetto per la morale e la misura.

La violenza è il suo linguaggio preferito e solo la violenza può essere lo strumento della liberazione tragica. La gratuità del male, la spietatezza, l’orrore fanno dell’esercizio del potere un elemento angosciante. Seviziare, squartare, smembrare sono i mezzi adoperati, in una sorta di pedagogia del terrore, per indurre i sudditi all’obbedienza.

In quest’ottica la tragedia italiana aumenta, senza fine, le paure e i timori, senza alcuna possibilità di catarsi. Infatti, gli oggetti rappresentati non sono percepiti come lontani o inverosimili, ma sono connotati dalla triste attualità.

Il corpo viene esibito (nelle tragedie come nelle pubbliche piazze) come il trofeo su cui la violenza sacra, cioè ultima e definitiva, non vendicata e non vendicabile, del potere (sia laico che religioso) si diverte a compiere ogni sorta di scempiaggine, tracciando i segni di una scellerata affabulazione, di una semantica dello strazio. Solo un gesto di uguale e contraria violenza, come il tirannicidio, può, ma momentaneamente, nella certezza che la prassi reale è ben altra cosa, liberare, fittiziamente, sul proscenio, dall’inquietante rappresentazione onnivora del potere.

Una tragedia senza catarsi, specchio delle paure e dei sovvertimenti etici patiti dalla società italiana, campo nascente dell’antimachiavellismo.

Prende forma, pertanto, un genere non amato nelle corti, in quanto non è funzionale agli interessi di chi governa (a differenza della commedia che, nella eccezionalità del momento festivo e trasgressivo, postula, per contrasto, la rigidità normale e normativa delle censure e delle differenze sociali).

Ma c’è di più: la tragedia è il campo dell’azione fittizia che prelude alla lotta vera e propria degli oppositori ai regimi assoluti, soprattutto a Firenze. 

...
€ 1 16
IN PROMOZIONE

Comportamenti responsabili dell’uomo ecologico in un mondo fortemente inquinato. Se è indubbiamente vero che la crescita disarmonica della popolazione ha contribuito in modo notevole a rendere le condizioni di vita sul nostro pianeta molto più difficili e problematiche, nostro parere è che il contributo maggiore a tale deterioramento sia da attribuire al tipo di insediamenti abitativi realizzati. Basta guardare all’inurbanamento selvaggio degli anni ’50, nel nostro Paese ai tempi del cosidetto boom economico. Tali fenomeni portano con sè inevitabilmente un ingigantimento delle problematiche già naturalmente presenti in qualsiasi forma di comunità civile urbana, con livelli di congestione insopportabili e una spaventosa degradazione dell’ambiente e dei rapporti umani. Le conseguenze delle scelte, che la classe dirigente del nostro paese, negli anni cinquanta -basandosi sul modello americano- ha fatto e poi realizzato con molta determinazione e durezza, e alla quale il semplice cittadino, per amore o per forza, ha aderito, sono sotto gli occhi di tutti: spiagge impraticabili per il catrame, mari maleodoranti per le alghe o vietati alla balneazione per la presenza di batteri, per lo più, di origine fecale; corsi d’acqua in cui tutti scaricano abusivamente di tutto, ormai morti ed estremamente pericolosi anche solo a respirare nei paraggi; per non parlare del degrado urbano e metropolitano, del caos da traffico e da rumore, dell’aria irrespirabile, delle piogge acide che distruggono le foreste, del buco nell’ozono, dei livelli di aggressività reciproca e di nevrosi raggiunti. E’ chiaro che proseguire in questo modo significa scegliere la catastrofe. Bisogna cambiare strada. Bisogna modificare il nostro atteggiamento di fondo, improntato a passività. E’ proprio questo il fine di questo libro, che non tratta direttamente di politica o dei modi più opportuni di aggregazione sociale, ma di come conviene alimentarci, di salute e malattia, di urbanistica e delle caratteristiche delle nostre case, del fare figli in modo naturale e del come crescerli, di consumi e dei criteri più corretti per consumare, di bellezza e di moda, eccetera.
 

...
€ 1 6
IN PROMOZIONE

Fra racconto e saggistica si svolge un resoconto di esperienza psicopedagogica, vissuta in una scuola nell’arco di un anno. Si è voluto emblematizzare il nome “Holden” in quanto coglie i segni di lucida antonomasia che ricalca le forme inequivocabili del disagio giovanile.

La famiglia, nucleo sociale da cui ci si aspetta che almeno in seno ad essa si ritrovi il proprio agio, è investita nondimeno della responsabilità dell’educazione dei figli, il che è una grossa complicazione in quanto manchevole di uno schema paradigmatico di riferimento. Si assiste invece a un’alternanza di stati d’animo anchilosati o traballanti le cui conseguenze sono l’incomprensione e i turbamenti legati al processo di crescita fisica e psicologica.

A questo punto ci si chiede: “può bastare sul soggetto in esame un approfondimento psicologico completo sia in estensione che in profondità?”. L’autrice ne è fermamente convinta, come emerge da questo libro. Da aggiungere poi che la scuola, sensore privilegiato nel registrare il disagio dei giovani, lo rende anche oltremodo visibile, tanto da poter essere osservato e studiato con l’attenzione specialistica di chi si occupa di ciò nell’Ordinamento Scolastico.

Quindi il compito della scuola diventa primario e insostituibile; questa è una convinzione personale da parte dell’autrice che può diventare, anche con buon ordine, una convinzione strutturale.

Queste “lettere” senza introdursi nella problematica che investe la crisi della famiglia, in certo modo stanno lì a supplire un auspicato ampio dibattito su un accadimento per nulla transitorio.

Il libro che si legge tutto d’un fiato, oltre che essere percepito sul lato emotivo, cerca di approfondire la conoscenza individuale dell’adolescente in un rapporto che sia duale e non collettivo.

È evidente, dunque, che in questo lavoro traspare un operato di ricerca in cui l’assetto psicologico fornisce alle “lettere”, nel suo contesto generale, una valutazione umana, oltre che una misura storica.

...
€ 1 10
IN PROMOZIONE

Un fatto di sangue, atroce, inatteso — registrato dopo il secondo conflitto mondiale, tra il 17 e il 24 gennaio del 1946 — sconvolge l’aria rarefatta d’un raccolto paesino posto a ridosso dei bastioni madoniti.
È quella stessa aria che risente (come forse accade in tutti i luoghi del mondo) dei flussi del bene e del male: un’atmosfera già impregnata (poco più d’un decennio prima) dalla pre­senza di Crowley nel suo ’maleficio’ cefaludese e dal­l’esemplare vivido misticismo di Angelina Lanza, irrag­giato, per l’incantevole Gibilmanna, dalla sua Casa sulla montagna. Gli aspri speroni di Pizzo Dìpilo, i querceti rigogliosi d’anni e d’umori, le chiese del Quattrocento ricoperte da fragili intonaci e licheni, le tombe trecen­tesche della nobile famiglia Ventimiglia, su su fino al pianoro delle Fate, vengono attraversati dallo sbigotti­mento per il sequestro e l’omicidio di un bambino.
L’esame autoptico mostra impietosamente il suo corpicino raccolto in un sacco: esibisce una ferita lacero-contusa sulla regione temporale destra e una frattura del femore sinistro. La piccola innocente vittima affio­ra come macabro fagotto dalle acque basse del torrente, appena coperto dai silenzi boschivi e dal frullare d’ali dei rapaci, dove il disprezzo omicida l’aveva spinto dall’alto di un costone pietroso. In mano stringe ancora una bacchettina: agile ed essenziale legnetto (il cui de­stino era quello di essere colpito da un robusto basto­ne) in uso tra i giochi semplici praticati dai figli delle famiglie povere del tempo. Mazza e piusu (gioco regi­strato dalla passione demopsicologia del Pitré) fu, ap­punto, l’estremo trastullo da cui venne strappato il po­vero bimbo, trasformato, da una balorda quanto orrida ’Banda 64’, in strumento d’ignobile ricatto. Viene fatta richiesta, pena la morte, della somma di 200.000 lire; la stessa cifra che sarebbe dovuta servire all’acquisto d’una quota societaria per il molino S. Giacomo.
Affio­ra in questa cronaca minimale (’Giuro di dire la verità!’), espunta da sentenze e ricordi e raccontata con veemen­te pudore da Gina D’Angelo, il corpo intatto dell’innocenza aggredita, imposto quale metafora di violenza agente nella società contemporanea.
Una necessità emerge da questo umano libretto, proprio lungo la sua ricognizione resa necessaria dall’urgenza della memo­ria dolorosa: quella di ricostruire il volto categoriale della Verità, che dovrebbe riconoscere, più che nella ragione, nel cuore, il suo primo motore.

Un impatto immediato, solare con il ’vero’ può essere, dunque, raccolto dalla stessa sinistra lucentezza degli eventi de­littuosi, nei momento in cui essa si raggela nel grido intimo e straziato del dolore collettivo. Ogni architet­tura della ragione saprà sconfiggerlo con lo stesso cie­co furore da cui si è generato, incuneandosi, così, nella densa coltre della miseria morale, per porsi oltre, come voleva Yourcenar, da ogni algido e sconfortante inverno dei sentimenti.
 

...
€ 1 6
IN PROMOZIONE

Nel V sec. a.C la sicilia era in forte crestia, tanto da contrastare le mire espansionistiche della Grecia. L'epoca dei tiranni di Siracusa era tramontata e la democrazia si affermava sull'esempio di Atene, è in questo clima socio politico che il nobile Ducezio, di Mineo, concepisce il suo disegno di respingere l'invasione greca e di costruire lo stato dei Siculi, indipendente e socrano, ma aperto alle influenze culturali di tutti i popoli del Mediterraneo. In questo romanzo viene ricostruita la sua vicenda e la sua biografia ideale, dagli iniziali successi politici e militari fino al malinconico epilogo che, per l'autore, continua ancora ai nostri giorni.

...
€ 3 8
IN PROMOZIONE

La presenza di metalli nell’organismo riveste notevole importanza essendo questi indispensabili, poiché costituenti essenziali di alcune sostanze fondamentali dell’organismo, come ad esempio il ferro contenuto nell’eme dell’emoglobina ed i metalli che intervengono come cofattori in molti processi enzimatici. Un’alterazione in senso quantitativo e/o qualitativo di questi metalli provoca un’interferenza sui normali processi biologici sino a configurare quadri complessi di carenza, o al contrario, d’intossicazione da metalli, con i relativi quadri sintomatologici. Le carenze di alcuni metalli sono ben note e sempre più spesso ricercate, si pensi ad esempio al dosaggio e spesso all’integrazione del ferro nelle anemie.

Risultano, invece, trascurati i quadri d’intossicazione che si possono avere per situazioni patologiche, come nell’emocromatosi, oppure per le intossicazioni esogene legate a esposizioni professionali ed ancor più quelle legate all’assorbimento cronico metabolico e/o iatrogeno. Fra le intossicazioni da metalli pesanti particolare attenzione deve essere posta a quella da mercurio la cui origine dipende da una serie di fattori alimentari, farmaceutici, cosmetici ma soprattutto dalle otturazioni dentali in amalgama. Indipendentemente dall’origine del mercurio assorbito, sia questo nella sua forma inorganica che organica, subisce una serie di modifiche metaboliche, che ne variano la forma chimica presente nell’organismo, tanto che si hanno tutte queste più o meno rappresentate contemporaneamente. La presenza dei metalli pesanti, ed in particolare del mercurio, nell’organismo permette l’instaurarsi di quadri clinici estremamente polimorfi che non sono esclusivamente in relazione al metallo presente e/o alla sua localizzazione prevalente, bensì è legato ai fattori propri dell’ospite.

Saranno quindi la reattività costituzionale e i fattori ambientali che agiscono sull’individuo a determinare l’insorgenza dell’eventuale quadro clinico sia nel senso qualitativo sia quantitativo. Pertanto lo studio delle problematiche dovute alle intossicazioni da metalli pesanti, senza l’adeguata valutazione del soggetto in cui si viene a realizzare il carico tossico, porta a delle conclusioni fuorvianti e quindi inevitabilmente al non corretto inquadramento della problematica. Al contrario, la valutazione del soggetto secondo i canoni della medicina biologica, permette di interpretare al meglio i polimorfi quadri clinici e di apprezzarne meglio le peculiarità, grazie alle possibilità offerte dall’inquadramento omotossicologico.

Il differente approccio metodologico permetterà di definire la problematica riguardo al fattore determinante, ovvero il ruolo dell’ospite, e solo in relazione a questo potremo interpretare i differenti quadri clinici, la loro peculiare fisiopatogenesi, e conseguentemente, il miglior trattamento possibile da effettuare. Nell’affrontare detta problematica, il ruolo principale ovviamente spetta alla prevenzione primaria con l’eliminazione di tutte le fonti di intossicazione; purtroppo alcune fonti sono difficilmente intercettabili, come ad esempio, la via alimentare che richiede interventi molto complessi di igiene ambientale, individuali. [...]

 

...
€ 3 19
IN PROMOZIONE

Julius Spier è nato il 25 aprile 1887 a Francoforte. Ebreo emigrò da Berlino ad Amsterdam, dove trascorse gli ultimi anni della sua vita. Abile psicotera­peuta, personalità carismatica, si sottopose ad un training analitico a Zurigo con Jung che lo spinse a fare della psicochirologia una vera professione. Morì ad Amsterdam il 15 settembre 1942 a soli 55 anni. È stato direttore di banca. Ha fondato una casa editrice e studiato canto, scoprendo pian piano di avere una vera vocazione verso la chirologia. Volendo fare una vera ana­lisi con Jung, si trasferì a Zurigo. Nel 1939 per motivi razziali va ad Amster­dam dove aveva una sorella, lasciando i suoi figli in Germania con la madre non ebrea, da cui aveva divorziato qualche anno prima. Era dotato di una personalità "magica", come fu definita da molti. Attirava facilmente discepoli e soprattutto discepole. Aveva un vero talento nel deci­frare i segreti della forma delle mani e delle sue signature interne dette Li­nee, mostrando pure una particolare capacità d’introspezione psicologica. Ad Amsterdam dove visse fino alla morte, c’era un gruppo che si riuniva attorno a lui, dove spesso si esibiva in vere performance di cantante e dove parlava e discuteva delle mani. Fondamentalmente lavorava come terapeu­ta in sedute individuali. Morì alla vigilia del giorno in cui la gestapo era venuta a cercarlo per condurlo a Westerbork, un campo di smistamento prima della tappa finale, cioè Auschwitz.
 

...
€ 3 16
IN PROMOZIONE

La riflessione sugli aspetti e i motivi del viaggio di ciascuno verso il proprio centro interiore, il proprio Sé, trae linfa dall’allusivo e fecondo contatto, dal rapporto vivo e costante con la metafora del romanzo Viaggio al Centro della Terra di Jules Verne; Buccola trova in quest’opera una suggestiva, efficace e appropriata metafora per parlare di quell’altro Viaggio, che riguarda ciascuno di noi e che a lui sta forse più a cuore: il Viaggio Interiore, il Viaggio dell’Anima e verso l’Anima.

Un “viaggio fisico” quello del libro di Verne che nel lavoro di Buccola diventa “viaggio psichico”, con i propri motivi archetipali e le dinamiche connesse. In questo lavoro l’autore ci propone e illustra la forte corrispondenza fra il viaggio fantastico nelle profondità della terra (quello appunto descritto da Verne) e il viaggio interiore che ciascuno di noi vive durante l’intero corso della vita, spesso sapendone poco e lasciando non di rado nell’Inconscio i segreti e i misteri del proprio mito e delle proprie vicende.

Buccola cerca di curare questa lacuna della nostra coscienza ponendo tutta la nostra attenzione e cura sull’importanza del viaggio interiore, non dimenticando di farlo anche attraverso alcuni paradigmi e passaggi tipicamente alchemici.

Nel libro di Verne l’impresa parte dal vulcano islandese dello Sneffels - Buccola ha voluto non a caso, simbolicamente, usare proprio “Sneffels” quale nome per il suo nascente, contemporaneamente al libro, circolo psicoanalitico - dove il Gelo e il Ghiaccio si trovano in opposizione al Fuoco del Vulcano, la Terra in cui si entra all’Acqua dell’Isola dei Ghiacci e ai vapori, Geyser, che sanno evidenziare, quasi “concretizzare”, l’elemento invisibile eppur sempre presente dell’Aria.

Il “viaggio al centro della terra” si conclude a Stromboli, proprio dirimpetto alle coste della Sicilia dei miti e della classicità, del mare profondo e inconscio con i suoi abissi, dell’emergere e riemergere dell’isola di Ferdinandea, la Sicilia di Gaetano Roberto Buccola.

 

...
€ 3 30
IN PROMOZIONE

Spesso il ricordo si ammanta di sogno e il sogno ritorna immagine vivida ispiratrice..

...
€ 1 14
IN PROMOZIONE
Un critico inglese dell’800, Walter Pater, distingueva la grande poesia dalla buona poesia. Per buona poesia intendeva la poesia che si limita a registrare un solo aspetto della vita e dei sentimenti umani visti da un solo punto di osservazione, e quindi personali e provvisori ma oggettivati con passione. Per grande poesia quella che focalizza l’obiettivo sull’uomo nella sua totalità, ne registra la varietà e la mobilità del sentire e del pensare e ne ricostruisce la storia.
La grande poesia, dunque, grazie ai suoi contenuti, coinvolge il lettore che in essa si identifica, in assoluto; e per essa si commuove, si esalta, si adira, si giustifica, si condanna, gioisce o si addolora. E si educa. Perché essa tocca tutte le corde che presiedono alla cosiddetta vita spirituale dell’uomo e ne interessano la “cassa di risonanza”.

Le Metamorfosi di Ovidio sono la storia della vita, animale e vegetale, sulla terra, dalle origini al tempo del poeta, e la storia dell’uomo: del suo vivere sulla terra, tra bellezze e turpitudini, vittorie e sconfitte, generosità e ingiustizie, persecuzioni e delitti, arroganza e sottomissioni.
L’eterna storia, insomma, del rapporto tra chi è armato e chi è inerme; tra uomini che nel mondo si propongono come Dei, contro la vita, e uomini che, rimanendo uomini, volano alto sulle ali della genialità (e dell’intuito) e salvano la vita, nelle sue mille forme e mille identità, dall’aggressione distruttiva del Potere.

Questo è il significato delle Metamorfosi: il trionfo della vita, che gli uomini-Dei pretendono di annientare ma che un Dio-Dio, quale che fosse, trasfigura e salva per mezzo di altri uomini fatti a sua immagine e somiglianza. Le forze demoniache del Potere possono trasfigurare o sfigurare l’energia che genera la vita ma mai sopprimerla.

Gina D’Angelo Matassa
...
€ 5 24
IN PROMOZIONE

Memorie gastronomiche della città perduta è il suggestivo racconto dell’iniziazione ai piaceri del gusto e del palato di un adoloscente, Giancarlo Lo Sicco, diventato nella maturità uno dei più raffinati e apprezzati gourmet siciliani.

Un percorso formativo alimentato e sostenuto dalle tradizioni e dai riti culinari che, nella Palermo degli anni Sessanta del secolo scorso, si svolgevano, soprattutto nelle ricorrenze festive, nella sua “patriarcale” e perciò numerosa famiglia paterna.
Questo libro, tuttavia, non è soltanto una sorta di memoriale della cucina panormita “dei tempi andati “, ma anche uno struggente “amarcord” della città, e degli stili di vita in essa, prima che il “sacco edilizio” ne devastasse irrimediabilmente l’identità e l’immagine.
Il cibo e il suo consumo conviviale, pertanto, come espressione di una Palermo laboriosa, ancora ricca di relazioni umane, di buone maniere, insomma di civiltà.
Dunque, una riflessione sul passato rivisitato guardando con lenti critiche all’oggi, al nostro presente, caratterizzato, secondo l’autore, dal preoccupante prevalere, anche nelle tavole dei palermitani, dei cibi surgelati e dei prodotti fast-food. Ad essi egli contrapponne le ricette della sana e gustosa cucina familiare, fatta di elementi semplici e genuini, di prodotti di stagione, realizzabile senza fatica e, soprattutto, in tempi brevi.

...
€ 3 14
IN PROMOZIONE

Il medusario altro non è che l’esternazione dello spirito umano in versione rinata.
un crogiolo di sentimenti provato dall’autore prima ch’egli compia i dovuti discernimenti, per consentirgli di porgervi le varie poesie, ordinatamente disposte per una maggior vostra comprensione.
 

...
€ 1 5
IN PROMOZIONE

Leggevo il libro di Giacchi ed in me cresceva una nostalgia sempre più forte per un mondo in cui l’aspetto etico del nutrirsi, del cibo, la gioia di sedersi a tavola con gli altri, il gusto di un manicaretto, erano cosa normale.

Oggi questo sembra un mondo perso nelle nebbie di un passato chissà quanto lontano… e invece sono passati poco più di 100 anni, un’eternità. Un tempo durante il quale abbiamo progressivamente scelto la religione del "fa presto "; celebriamo quotidianamente riti frettolosi e solitari davanti al televisore o al computer; il cibo è solo qualcosa di necessario per riempire il senso di vuoto che, sottilmente, avvertiamo. E così non importa che sia monotono o insapore, basta che riempia il nostro vuoto.

Quanti ingredienti abbiamo smesso di usare! Non conosciamo più le qualità nutrizionali e il pregio di tanti cibi; abbiamo perso un patrimonio non solo culturale ma anche etico.

Complice l’industria alimentare che spinge all’utilizzo solo di alcune varietà, migliaia di vecchie piante, non più coltivate, rischiano di estinguersi rapidamente e con loro il loro gusto e le tradizioni a queste legate.

A breve si presenterà il problema dell’insostenibilità ecologica del modello: forte vulnerabilità agli stress climatici e ambientali, forte impatto sociale sulle economie locali.

Invece Giacchi ci parla, con una correttezza scientifico-nutrizionale sorprendente per l’epoca, del cibo della festa, del riutilizzo degli avanzi, del "rispetto per il cibo" e per la sua importante funzione di nutrimento del corpo e dello spirito.

Le ricette del libro sono incredibili, variegate e… appetitose, ho provato a rifarne alcune e ho ritrovato, con gioia, sapori della mia infanzia! 

...
€ 3 12
IN PROMOZIONE

Dall’anno della sua fondazione nel 1976, l’Associazione Hufeland per la medicina integrata lotta con successo per la libertà nella scienza e il pluralismo metodologico in medicina. A quel tempo ci fu il tentativo, da parte di rappresentanti ortodossi della cosiddetta medicina accademica, di eliminare i trattamenti terapeutici non convenzionali rifacendosi alla legge sui medicinali di recente approvazione. Il tentativo fallì poiché i politici si lasciarono convincere dalla bontà dei nostri argomenti e la popolazione si impegnò risolutamente per il mantenimento delle terapie naturali e dell’omeopatia.


Con l’inserimento dell’omeopatia e delle terapie naturali nel piano di studi degli studenti di medicina, la controversia sui procedimenti terapeutici non convenzionali si è riaccesa con gran vigore. Con un memorandum concernente questo tema, il Comitato Scientifico della Federazione degli Ordini dei Medici ha assunto una specie di ruolo guida. Il memorandum, che viene sostenuto anche dalla Presidenza della Federazione, si distingue per una notevole quantità di pregiudizi, asserzioni errate, scelta e valutazione unilaterali della letteratura.

Il dott. Kiene ha intrapreso, in un lavoro molto accurato, un’analisi obiettiva e teorico-scientifica di questo memorandum, mettendoci così a disposizione, in modo del tutto sorprendente, nuove conoscenze, che mostrano trattarsi qui di una controversia scientifica di grande e fondamentale significato, che deve venir dibattuta alla fine di questo secolo per spalancare le porte ad una nuova medicina del XXI secolo. Questo libro rappresenta inoltre un vero arsenale per i sostenitori dei nuovi orientamenti. Per tutti questi motivi gli auguriamo un’ampia diffusione.

 

...
€ 3 16
IN PROMOZIONE

Mauro De Mauro si occupava di cronaca nera e giudiziaria. Qualche giorno prima di morire aveva rivelato a pochi amici che di lì a poco avrebbe pubblicato una grossa inchiesta, una notizia che avrebbe fatto tremare tutta l’Italia...

...
€ 3 12
IN PROMOZIONE
Un giovane archeologo, Guglielmo T., nel ristrutturare una vecchia villa di Sferra, vicino Palermo, scopre nel cassetto di un vecchio tavolino un anonimo quaderno manoscritto, un diario intimo. La data di chiusura è la Pasqua del 1966, quarant’anni prima, e vi si parla di un incesto.

È l’inizio di una ricerca densa di riflessioni ma piena anche di supense che porterà alla scoperta di una terribile ma insieme imprevedibile verità. A scandirne in prima persona i momenti e le pause sono il narratore Monti e infine l’autore stesso del diario riportato in appendice.

Sullo sfondo, in un’altra villa solitaria e distante dalla prima, a Ficarazzi, Rosalia T., madre di Guglielmo, figura tanto amata dall’unico figlio quanto silenziosa ed enigmatica nel suo essere ‘sempre innamorata di qualcosa’. Non sarà però il ‘professore’ Monti a spiegare il senso del diario ma un neuropsichiatra, Dante Costamagna, che riuscirà a dare significato a quella scrittura simbolica.

Monti costruisce una narrazione che tiene sempre desta l’attenzione del lettore conducendolo attraverso un percorso narrativo avvincente e allo stesso tempo ricco di stazioni meditative, di approfondimenti ma anche, soprattutto nella prima parte, di microstorie singolari e appassionanti.
Il campo privilegiato è quello dell’inconscio e della follia, cui si affiancano i temi assai complessi ma prossimi del senso della vita e soprattutto del dolore che costituisce il terreno di coltura dei temperamenti lirici e quindi della poesia. E lirico è nella sua sostanza il linguaggio, tutto connotativo e simbolico, che struttura le pagine del diario intimo.
Una prosa lirica che ha andamenti ritmici e sonori di notevole musicalità ma soprattutto profondità di temperamento e di visione che a volte riprende e si accosta ai grandi classici, da Shakesperare a Valery, lasciando il lettore fino all’ultima riga nella struggente atmosfera di una condizione contraddittoria che è certamente singolare e fuori dal normale e, nonostante ciò, umana, troppo umana.
...
€ 0,50 8
IN PROMOZIONE

Una grande città, la vita quotidiana, il traffico automobilistico, il frastuono, i problemi familiari, i ricchi che accumulano sempre più soldi e i poveri che sognano un gratta e vinci milionario.

Uno sparo in pieno giorno, davanti alla facoltà di Giurisprudenza di Palermo, mentre in via Maqueda la vita scorre come sempre, frenetica. Un uomo sui quarant’anni cade bocconi, centrato da un colpo d’arma da fuoco. È la soluzione totale. La vittima è un docente universitario. L’indagine finisce nelle mani di un giovane funzionario di polizia.

Delitto passionale? Omicidio di mafia? Cosa c’è dietro l’assassinio del professore?

...
€ 2 15
IN PROMOZIONE

Il corpo di un uomo viene trovato, orribilmente mutilato e irriconoscibile, in una cascina della provincia di Agrigento.
Appare subito evidente che le indagini sull’identità della vittima e del suo assassino incontreranno non pochi ostacoli.

Il silenzio che circonda il delitto è radicato nella struttura sociale dell’isola e la collaborazione con le forze dell’ordine all’epoca della vicenda, i primi anni Sessanta, non è annoverata tra le abitudini della popolazione.
Un giornalista alle prime armi e un disincantato maresciallo investigano parallelamente, talora incrociandosi, per arrivare ciascuno al medesimo risultato.

Un thriller dall’andamento pacato, di taglio vagamente filosofico, un anomalo noir psicologico che conferma le capacità narrative di Pascal Schembri. 

...
€ 2 14
IN PROMOZIONE

"Vi fu un imprevisto risveglio e un attimo di coscienza prima della morte.
L’uomo sulla settantina dai sottili capelli bianchi e dagli occhi azzurri come il cielo spalancati e al contempo già ciechi, seppe di non ricordare più il suo nome. Avvertiva sapore di sangue in bocca e sapeva di essere legato e nudo ma non ricordava né chi lo aveva costretto lì né perché..." 

...
€ 2 14
IN PROMOZIONE
In questo libro innovatore, J. Ott presenta le sue ultime scoperte sui pericoli quotidiani per la salute, e come affrontarli.
Ecco una nuova prova sorprendente che si avvale di dimostrazioni facilmente ripetibili e che indica che: oggetti comuni come rivelatori di fumo ionizzante, luci fluorescenti, televisori, orologi digitali e terminali video possono indebolire i muscoli e tendono a diminuire l’impulso sessuale.

L’esposizione controllata a certi colori può produrre, o ridurre, il comportamento aggressivo sia degli uomini che degli animali da laboratorio.

La luce può essere una variabile critica nella ricerca sul cancro e nel suo trattamento.

L’iperattività e irritabilità in alcuni bambini possono essere connesse al tipo di illuminazione fluorescente usata nella classe.

Lo zucchero bianco, i cibi cucinati con micronde, e altri elementi dietetici comuni in realtà debilitano il nostro organismo.

L’antica teoria Yin/Yang dell’energia corporale tiene testa alle moderne scoperte in elettrofisiologia.

Lo spettro completo della luce del sole possiede le proprietà salutari e curative che storicamente vengono attribuite alla luce naturale, se però non le si impedisce di penetrare attraverso gli occhi.

Questi sono solo alcuni degli argomenti trattati in questo libro essenziale, che offre consigli pratici su come ridurre i pericoli dell’ambiente per la salute e come aumentare i benefici potenziali della luce e dell’energia elettromagnetica.
Come sottolinea il Dr. Fritz Hollowich nell’introduzione, “ ..gli studi poliedrici del Dr. Ott sono il risultato di una vita di indagini...questa sua opera merita la piena attenzione del pubblico “.
...
€ 0,50 6
IN PROMOZIONE

E’ un racconto psicologico che si snoda attraverso un grappolo di lettere che il protagonista, dalla clinica psichiatrica dov’è ricoverato per un tentativo di suicidio, spedisce alla moglie Mila.

Temi quale la morte, la solitudine, l’amicizia, il vuoto esistenziale trovano una loro spiegazione alogica e pregrante di sentimento.

Il nucleo del racconto è nell’assunto secondo il quale il tempo non esiste come serie di avvenimenti, ma come un insieme che incombe sull’animo di noi comuni mortali. La non-esistenza del tempo connota la nostra vita di tutto ciò che è accaduto. Il tempo è l’unica cosa veramente eterna. Esso è una sfera all’interno della quale vivono gli avvenimenti del nostro passato.

Dunque, l’inferno non sono gli altri, come dice Sartre; l’inferno è la nostra esistenza intima, perché il passato è l’unica cosa veramente inconoscibile.
 

...
€ 0,50 8
IN PROMOZIONE

Ci sono due tipi di uomini. C’è chi segue la strada dei codici morali e chi no.

Il fuorilegge è un barbaro, impugna le armi e distrugge. È una verità crudele.
Invece, l’uomo corretto crede nel proprio lavoro. Lo sceglie, come ciascuno di noi imbocca una via piuttosto che un’altra.

Nessuno ha mai potuto raccontare di essere stato colpito in pieno petto da un fulmine. 

...
€ 2 10
IN PROMOZIONE

L’Iridologia rinnovata risale alle origini dell’iridologia, forse a più di mille anni prima di Cristo, e si trova in accordo con la genetica e con l’embriologia. 

In quell’epoca lontana, l’uomo contemplava il cielo, osservava la natura e i vari rapporti esistenti tra le cose, gli esseri e gli avvenimenti. Questa osservazione lo portò a constatare l’esistenza di una corrispondenza tra il corpo umano suddiviso in dodici parti e i dodici segni dello zodiaco; in tal modo le leggi terrene e quelle del cielo si compenetrarono, e l’uomo di quei tempi remoti guardava gli occhi per poter conoscere lo stato di salute.

Questo testo rappresenta una completa e ragionata messa a punto degli attuali orientamenti in materia di iridologia, quasi un "corpus" della disciplina.

Leggerlo e verificarne le osservazioni sarà pertanto utile a chiunque, animato della Sana Curiositas del clinico o dell’uomo di scienza, voglia conoscere l’argomento senza nascondersi dietro i comodi pregiudizi della pigrizia mentale.

In allegato: 
Atlante Iridoscopico a colori
Mappa iridologica a colori (cm 44x64)
SENZA CR-ROM

...
€ 5 52
IN PROMOZIONE

Dimensione sacrale ed esterrefatta potremmo definire il per­corso poematico sostenuto da Davide Marchetta, e sotteso, fino allo spasmo, nei ventisei ’movimenti’ di questo "Io sono Caino". Una posizione emblematica e tragica, nel momento in cui anche la società contemporanea appare attraversata dal drammatico dibattito sulla pena di morte (ne è testimo­nianza, sul versante della poesia, il recente impegno a più voci di "Baci ardenti di vita"). E Caino, consapevolezza vigile del suo essere uomo "maledetto", quanto ’riflesso’ della col­pa collettiva, si va inscrivendo, come in un inesorabile tun­nel, nel limite e nel cardine del tempo.•!! tempo della morte è (qui spesso viene ribadito): bruciare "la morte del tempo nel tempo". Caino, il nome che spetta, forse, un po’ a tutti noi, responsabili (se non altro per contiguità biologica), in misura diversa, dei delitti stessi del mondo, della morte im­punita degli innocenti, del dialogo afono nei confronti di quanti chiedono giustizia, s’impone in questa sede come metafora dell’ammonitrice presenza etica. Tale poesia, agil­mente mossa su un piano così irto di pericoli, è, comunque, capace di sfuggire al marchio della retorica, e, per certi aspetti, si affida, non all’aulicità che il congegno poematico con frequenza assume (segno della sua cifra creativa), ma al metallo ordinato della prosa, in un sostentamento loico, meno cantabile, capace di restituire suffragi maggiori alla dignità del ’grido’. Questa poesia, che viva o avverta le "aure fangose dell’incubo", diadema della sua stessa esistenza, non può non trasmettere la passionale esigenza d’interveni­re sul dialogo interumano dove il disegno della morte e della violenza assegna con ossessiva incidenza alla fragilità di questo spazio postmoderno. Tutto sembra avvenire, per Mar­chetta, "tra la veglia e il sonno", ma sostenuto da una lucidità estrema dei fatti spinosi dell’esistenza, del racconto del do­lore che non è meno sostanza del dolore stesso. D’improvviso, poi, s’erge la dispersione cui vanno destinate le anime, i sentimenti, lo sgomento per la perduta dimensione dell’inte­rezza umana, appena straziata sull’orizzonte dei "ritorni mo­renti".

...
€ 0,50 6
IN PROMOZIONE

• Lo spirito di questi quaderni è quello che presiede ad una formazione medica omeopatica continua.

• La loro forma è quanto più possibile chiara, concisa e precisa.

• II minimo comune denominatore di una formazione di base e di una formazione medica continua è il loro valore di insegnamento. Non esistono frontiere nette fra loro e spesso un capitolo di perfezionamento deve essere preceduto da un richiamo all’essenziale di base del suo contenuto.

• La formazione medica continua non è fine a se stessa, è un rinnovamento costante, luogo di incontro, di confronto, di riflessione e di ricerca.

•, Nell’insegnamento che portiamo avanti da più di trent’anni, insegnamento di base per i primi vent’anni, di formazione medica continua in tempi più recenti, la direttrice principale è quella di una progressione pedagogica razionale e, nello stesso tempo, di riferimento, avente come scopo le applicazioni nella pratica quotidiana. Le nostre direttive, che sono soltanto uno tra i tanti metodi, non vengono esposte come una panacea. Il nostro modo di insegnare e di comunicare, doppia faccia di un medesimo procedimento, si rivolge più al ragionamento che alla memoria e fornisce «chiavi» che facilitano la ricerca dei temi e le loro applicazioni sia in clinica che come guida terapeutica.
 

...
€ 2 10
IN PROMOZIONE
Nell’era della medicina strumentale la semeiotica fisica, un tempo strumento essenziale di ogni medico, è andata gradualmente ad occupare un ruolo di secondaria importanza. Al terapeuta di oggi viene così a mancare una fetta di sapere, frutto dell’esperienza di cui tante generazioni avevano fatto tesoro.

Per la medicina naturale, la semeiotica fisica continua ad essere uno dei capisaldi soprattutto in ambito iridologico; inoltre esiste tutta una serie di pubblicazioni dedicate alla semeiotica non convenzionale, quali la diagnosi cinese della lingua, la fisiognomica, ecc. Tuttavia, per quanto ne sappiamo, non esistono opere che, analogamente a quanto fa il Professor Markgraf, offrano una sintesi comparata della fenomenologia.

Il prof. Markgraf, maestro di semeiotica fisica, è direttore sanitario della clinica "Kneipp Sanatorium Feldmann Graefe" di Bad Lauterberg. Quest’opera  vuole essere d’aiuto ad inquadrare in maniera più veloce ed efficiente il paziente nel suo complesso, rispettandone l’individualità al fine di offrirgli l’aiuto terapeutico necessario.

L’Autore in questa sua opera si rivolge in primo luogo ai medici ma anche ai cultori della materia, per divulgare ed ampliare la conoscenza dei fenomeni legati alla fisiognomica.

Markgraf ha suddiviso la fenomenologia in argomenti relativi a determinati organi del corpo come Stomaco/Intestino, Cuore/Circolazione, ecc. Inoltre, facendo un’analisi comparata della semeiotica del naso, dell’orecchio, della lingua, dell’occhio, del viso e della mano, mette a disposizione del medico un vero e proprio capitale in materia di diagnosi differenziata.
...
€ 5 31
IN PROMOZIONE

Questa edizione italiana sarà fedele all’originale, fino agli ultimi aggiornamenti stilati dallo stesso Dr. Clarke; tuttavia saranno apportate alcune modifiche, sempre chiaramente indicate - da parentesi quadre o da note a piede di pagina - che renderanno peculiare questa nostra edizione, al di là dell’intrinseca importanza di rendere disponibile per il pubblico italiano un’opera così fondamentale. Sono stati aggiunti alcuni Nosodi di comune prescrizione e per i quali non sempre è facile trovare la relativa patogenesi sperimentale e/o clinica.
La terminologia, soprattutto nelle Indicazioni cliniche, è stata aggiornata secondo le conoscenze mediche e biologiche attuali. Alcune indicazioni e/o sintomi sono stati aggiunti consultando la letteratura moderna, posteriore al Dr. Clarke. Infine, sarà riportato un indice analitico, indispensabile per navigare all’interno di questa opera sterminata.
 

...
€ 45 130
IN PROMOZIONE

Quest’opera ci fa scoprire l’importanza dell’alimentazione e dei supplementi alimentari nella lotta contro le malattie degli occhi. Si è infatti troppo a lungo considerato l’occhio come un organo indipendente e gli si sono applicate delle terapie molto specifiche senza tener conto dell’insieme dell’organismo. Nei paesi anglosassoni sono stati fatti numerosi studi sull’influenza dell’alimentazione e le possibilità terapeutiche e preventive di una nutrizione adatta. L’Autore ci propone per ogni problema di vista, le regole igieniche indispensabili, i regimi alimentari corrispondenti e i supplementi nutritivi benefici.
 

...
€ 1 6
IN PROMOZIONE

Questa edizione italiana sarà fedele all’originale, fino agli ultimi aggiornamenti stilati dallo stesso Dr. Clarke; tuttavia saranno apportate alcune modifiche, sempre chiaramente indicate - da parentesi quadre o da note a piede di pagina - che renderanno peculiare questa nostra edizione, al di là dell’intrinseca importanza di rendere disponibile per il pubblico italiano un’opera così fondamentale. Sono stati aggiunti alcuni Nosodi di comune prescrizione e per i quali non sempre è facile trovare la relativa patogenesi sperimentale e/o clinica.
La terminologia, soprattutto nelle Indicazioni cliniche, è stata aggiornata secondo le conoscenze mediche e biologiche attuali. Alcune indicazioni e/o sintomi sono stati aggiunti consultando la letteratura moderna, posteriore al Dr. Clarke. Infine, sarà riportato un indice analitico, indispensabile per navigare all’interno di questa opera sterminata.
 

...
€ 40 103
IN PROMOZIONE

Da alcuni anni, anche in Italia, il rinnovato interesse per l’Omeopatia fa moltiplicare i centri di formazione per i medici. L’autore ha intuito, tra i primi, che l’artificiosa distinzione tra medicina scientifica e medicina naturale è di sicuro nocumento per l’omeopatia e le bioterapie correlate. Ecco allora la sua ricerca di nuovi rimedi, nella più pura tradizione hahnemanniana (La materia medica dei Nosodi, e il Dizionario di Materia Medica Omeopatica) ed ecco la nuova sistematizzazione della nozione di terreno, che tiene conto di tutte le più recenti acquisizioni della genetica, della biochimica, dell’immunologia, della neurofisiologia e dell’ecologia (Omeopatia moderna. La definizione di terreno). Questa casa editrice, pubblicando il presente Dizionario, completa la traduzione italiana delle opere più poderose di Julian. In un successivo volume saranno pubblicate le opere "minori" (per mole e non per importanza). La presente edizione italiana differisce dall’originale francese per l’adozione delle abbreviazioni dei rimedi secondo il Repertorio Sintetico di Barthel/Klunker (di ns.edizione). Queste abbreviazioni sono alla base di tutti i repertori che questa casa editrice va pubblicando. 

Abbiamo inoltre adottato la dizione latina dei rimedi, per restare fedeli al principio che tutti gli omeopati del mondo devono potersi comprendere.

...
€ 10 52
IN PROMOZIONE

La malattia è un disordine, una perdita di coerenza della sostanza fondamentale ECM (Matrice Extracellulare) - cellula. Questo distretto è collegato al punto di agopuntura che funge da trasduttore di informazioni. Fondamentale è la scoperta che il dolore in tutto le sue forme, da appena avvertito ad acutissimo, accompagna sempre questo disordine come «primum momens» della malattia. Il punto di agopuntura diviene pertanto il centro focale della ricerca diagnostica e dell’azione terapeutica secondo i concetti moderni della fisica e della medicina regolativa.

La tematica di questa ricerca è la possibilità di conoscere, oggi, il grado di squilibrio biochimico, biofisico, elettromagnetico del substrato ECM-cellula, tramite la lettura del valore di conduttanza del punto di agopuntura, il quale, assume il valore di indice misurabile dello stato patologico del substrato anatomico, valido sia per le medicine biologiche, omeopatia – omotossicologia, medicina cinese, che per la medicina accademica.

Una perdita di ordine non causa un danno se è riconosciuta all’inizio e trattata immediatamente.

Il testo vuole essere una guida per approfondire questi concetti, e fornire le conoscenze culturali e strumentali necessarie per adeguare le cognizioni mediche alla pratica diagnostico - terapeutica. Esso fa parte di un insieme che comprende un software e un apparecchio elettronico. Un approdo per coloro che desiderano applicare e verificare fin da subito una teoria e un metodo.
 

...
€ 15 69
IN PROMOZIONE

Nel quarto centenario (1605-2005) della prima edizione del capolavoro di Miguel de Cervantes, che ha reso immortali e proverbiali in tutto il mondo i personaggi dell’intrepido e avventuroso hidalgo e del suo fedele scudiero Sancio Panza, Nuova Ipsa Editore propone un altro capolavoro, del più grande poeta siciliano di tutti i tempi, Giovanni Meli (1740-1815), tradotto in mirabili e limpidi versi endecasillabi da Gina D’Angelo, interamente restaurato nelle sue incisioni originali, restituito nella veste definitiva voluta dall’Autore (sull’ultima edizione del 1814) e splendidamente illustrato da Sveva Santamaura. Il poema è suddiviso in tredici canti per un totale di 1074 ottave (8592 versi).
In Appendice le regole grammaticali e il glossario siciliano-italiano composti dallo stesso Meli.

Don Chisciotti e Sanciu Panza continuano le loro straordinarie avventure per un lettore moderno e attento alle riscoperte. Un’occasione per ritrovare intatta la tradizione e le sue voci più intense ed autentiche.

Meli lavorò fino all’ultimo a quest’opera, la più vasta e significativa della sua notevole produzione letteraria.

La Sicilia con i suoi intensi panorami, la vita degli umili, dei contadini, dei pastori e dei pescatori, i loro amori, i problemi e le lotte sociali del Settecento europeo, le utopie, le speranze, i sentimenti di una realtà varia e complessa, ricchissima di ansie e di fermenti in un periodo decisivo della storia tra rivoluzione francese e restaurazione.

Un’opera centrale della letteratura italiana del Settecento che nella forma del poema mette in scena avventure esilaranti, episodi indimenticabili e dialoghi intensi e ricchi di un humor divertente e graffiante, ironico e critico che precorre, come è stato scritto, il teatro di Luigi Pirandello.

Caratteristiche

Volume di grande formato (cm 24,5 x 34,5), di 450 pagine, stampato su carta avoriata Burgo di g 120, rilegato in cartocino goffrato Cedro Burgo di g 250 in quadricromia. All’interno, fuori testo, la riproduzione su tela (cm 21 x 29,7), stampata singolarmente a 7 colori, del dipinto realizzato da Sveva Santamaura.


 

...
€ 15 49
IN PROMOZIONE

Questa edizione italiana sarà fedele all’originale, fino agli ultimi aggiornamenti stilati dallo stesso Dr. Clarke; tuttavia saranno apportate alcune modifiche, sempre chiaramente indicate - da parentesi quadre o da note a piede di pagina - che renderanno peculiare questa nostra edizione, al di là dell’intrinseca importanza di rendere disponibile per il pubblico italiano un’opera così fondamentale. Sono stati aggiunti alcuni Nosodi di comune prescrizione e per i quali non sempre è facile trovare la relativa patogenesi sperimentale e/o clinica.
La terminologia, soprattutto nelle Indicazioni cliniche, è stata aggiornata secondo le conoscenze mediche e biologiche attuali. Alcune indicazioni e/o sintomi sono stati aggiunti consultando la letteratura moderna, posteriore al Dr. Clarke. Infine, sarà riportato un indice analitico, indispensabile per navigare all’interno di questa opera sterminata.
 

...
€ 35 103
IN PROMOZIONE

Da alcuni anni, anche in Italia, il rinnovato interesse per l’Omeopatia fa moltiplicare i centri di formazione per i medici. L’autore ha intuito, tra i primi, che l’artificiosa distinzione tra medicina scientifica e medicina naturale è di sicuro nocumento per l’omeopatia e le bioterapie correlate. Ecco allora la sua ricerca di nuovi rimedi, nella più pura tradizione hahnemanniana (La materia medica dei Nosodi, e il Dizionario di Materia Medica Omeopatica) ed ecco la nuova sistematizzazione della nozione di terreno, che tiene conto di tutte le più recenti acquisizioni della genetica, della biochimica, dell’immunologia, della neurofisiologia e dell’ecologia (Omeopatia moderna. La definizione di terreno). Questa casa editrice, pubblicando il presente Dizionario, completa la traduzione italiana delle opere più poderose di Julian. In un successivo volume saranno pubblicate le opere "minori" (per mole e non per importanza). La presente edizione italiana differisce dall’originale francese per l’adozione delle abbreviazioni dei rimedi secondo il Repertorio Sintetico di Barthel/Klunker (di ns.edizione). Queste abbreviazioni sono alla base di tutti i repertori che questa casa editrice va pubblicando. 

Abbiamo inoltre adottato la dizione latina dei rimedi, per restare fedeli al principio che tutti gli omeopati del mondo devono potersi comprendere.
 

...
€ 10 52
IN PROMOZIONE
Com’è stata la notte nell’oblio? La notte dell’anima, di una vita mal spesa, di un tunnel di cui non si vedrà la fine?

Un uomo un giorno si sveglia e non si riconosce: la moglie, la casa, il suo lavoro, tutto è come dentro un caleidoscopio, dentro un contenitore che gli appare del tutto estraneo. L’unica via è la fuga.
In un lungo peregrinare si intrecciano storie, un cane irlandese diventa il più intimo amico e una donna mulatta lo battezza, donandogli un nome nuovo, forse una speranza.

Ma è forse un nome a definire una persona? A dirci chi siamo?

Una storia che arricchisce chi la legge, piena di suggestioni, di testo nel testo, di una voce elegante che parla, sussurra, riflette.

L’autore riprende un’eco pirandelliana, la sviluppa e la porta avanti con raffinatezza e un’innata dolcezza, sembra quasi mettersi (o metterci?) una mano sulla coscienza, sul riassunto di una vita… vissuta?
...
€ 3 14
IN PROMOZIONE

Oltre 200 voci per descrivere con franchezza e con brio vari aspetti del mondo scolastico: un solidale passaggio di informazioni, da Sala Professori, tra un’insegnante di lunga e variegata esperienza professionale e i giovani colleghi, in particolare i volenterosi che intraprendono l’insegnamento nella Scuola Media. Il docente agli esordi può trovare in queste pagine suggerimenti per il proprio lavoro; il prof in piena attività testimonianze attendibili e spunti di riflessione; chi ha lasciato, o si appresta a lasciare la scuola, un’occasione per ricordare momenti trascorsi. Il libro è consentito anche ai genitori che desiderano sapere qualcosa di più sulla scuola, e non è vietato agli studenti che vorrebbero capire un po’ meglio i loro insegnanti.

All’età di dieci anni, l’aveva dichiarato in un tema di prima media, non aveva ancora idea del lavoro che un giorno avrebbe svolto, affermava però di sapere con certezza cosa non avrebbe mai fatto: l’insegnante. L’autrice racconta di essere entrata nella scuola «senza entusiasmo, per momentaneo ripiego, nella vaga e indeterminata attesa di fare altro. Avvenne poi come per quel giovane della parabola, il quale, al padre che gli diceva di andare a lavorare nella vigna, aveva risposto di no, che non ci sarebbe andato, ma poi ci andò e lavorò alacremente, fino al tramonto».
Oggi, dopo quarant’anni di servizio, di cui la maggior parte nella scuola media, scrive: «La mia carriera di docente, che cronologicamente si avvia alla conclusione, in un certo senso non finirà mai, perché un insegnante resta un insegnante per sempre, proprio come avviene per i preti e per i carabinieri». 

...
€ 3 14
IN PROMOZIONE

Se vedere significa entrare in rapporto empatico con le cose e le persone, diventiamo miopi quando il mondo ci pressa da vicino con immagini spiacevoli: per averne meno paura le sfochiamo sino a che ci sembrano sufficientemente lontane. Oggi, in effetti, la miopia colpisce milioni di persone, le quali accettano in maniera passiva il proprio destino, magari minimizzandolo nella regola consolatoria del mal comune. Alcuni, soprattutto in seguito alla maturazione che si raggiunge con gli anni, intuiscono qualche corrispondenza tra la loro menomazione e l’atteggiamento psichico; pochi però si rendono conto pienamente di come, da una simile consapevolezza, si possa impostare il cammino verso la guarigione del difetto specifico e di altri che non di rado vi si accompagnano e ciò continuando a rimanere se stessi, come le inclinazioni naturali e le vicende della vita ci hanno portato ad essere. Far sapere che questo è alla nostra portata è l’obiettivo principale di questo lavoro: come a dire un impegno che si avvicina più all’ideale filosofico del nosce te ipsum che a quello della medicina specializzata. Il libro non intende proporre un metodo nuovo, quanto affinare le conoscenze riguardo un approccio terapeutico che non ha trovato da noi tutta la fortuna che meritava e la cui diffusione, fino ad ora, si è vista confinata ai canali alternativi. Il lettore non potrà infatti fare a meno di constatare l’originalità di certe premesse metodologiche, esposte nella prima parte, nonché del modo in cui sono state interpretate numerose tecniche rieducative, elencate in ordine sistematico che porta indubbiamente a chiarire e, in alcuni casi, a riclassificare la materia delle opere preesistenti, oltre ad aggiungere qualche elemento inedito.
 

...
€ 2 16
IN PROMOZIONE
Solo chi si è lasciato (almeno) mezzo secolo di vita alle spalle, può rievocare l’emozione intima trasmessa da quei capolavori di gusto ed eleganza che furono i calendarietti tascabili, con i fogli tenuti insieme da un leggiadro cordoncino di seta con nappa, offerti in bustine trasparenti di carta velina e spesso profumati d’essenze penetranti. 

Oggetti ormai anacronistici, ma proprio per questo degni d’esser rivalutati e non solo dai tanti collezionisti che con feticistica goduria continuano a trattarli con la cura e la dedizione che di solito si riserva ai gioielli d’inestimabile valore o agli animali in via d’estinzione. Tanta dedizione per i nostri... eroi è meritata e ha una profonda ragion d’essere. 

Non furono infatti, e a lungo, dei semplici prodotti commerciali o pubblicitari, il cadeau di fine anno per clienti di riguardo, ovvero il subdolo strumento di propagande insinuanti e occulte. No. Costituirono il biglietto d’ingresso in un mondo poetico e romantico che l’inesistenza degli attuali mezzi di comunicazione rendeva semmai ancor più ampio e sconfinato. In certi ambienti – nei villaggi rurali, ad esempio, o nelle
suburre urbane – rappresentavano un autentico passepartout, talvolta l’unico, per i paradisi fittizi del sogno. Una sorta di tessera d’adesione al club dei viveur… sia pur di poche pretese.
...
€ 3 20
IN PROMOZIONE

Ecco un libro necessario al vostro equilibrio: tratta essenzialmente del rapporto tra le piante ed il vostro sistema nervoso e, come supplemento, altre medicine naturali che hanno un azione sulla psiche.

Quest’opera permette una migliore comprensione di tali problemi, attraverso un approccio descrittivo ed un approccio pragmatico che, insieme, portano ad agire su essi per alleviarli. Al di là delle depressioni e delle nevrosi che mettono in discussione la personalità totale, esistono problemi ben precisi: come smettere di fumare?...Che fare davanti ad un bambino iperattivo?..ecc. Per quanto benigne, anche queste difficoltà meritano un’attenzione precisa. In questo libro troverete una risposta naturale, non tossica e dolce.
 

...
€ 1 6
IN PROMOZIONE
Un lavoro del tutto innovativo che vuole fornire spunti di chiarificazione e di approfondimento originali per il medico e per il paziente.

Si riprende finalmente a discutere del concetto di Energia Vitale e di Energia in generale, dopo che l’abbuffata materialitistica di questi ultimi decenni ci aveva fatto quasi dimenticare che non solo le macchine emettono e captano energia ma anche i nostri organismi viventi.
Spesso parlando di Omeopatia ci si riferisce all’Energia Vitale e questo concetto valido ed importante, magistralmente spiegato dall’illuminista Hanhemann, è stato recentemente deriso dagli scienziati.
Il dottor Sitizia chiarisce molto bene questo concetto e lo analizza alla luce delle scoperte più recenti, facendoci anche intravedere come si possa vedere la valenza positiva ma anche negativa di questa nostra innata energia.

L’Energia Vitale deve essere compresa, inquadrata e canalizzata, essendo la sua perturbazione, il “primum movens” di ogni patologia.
Ho molto apprezzato il fatto che il dottor Stizia abbia verificato nella sua decennale pratica clinica la realtà della diversa reattività Costituzionale degli esseri umani. Solo cogliendo la Costituzione del nostro paziente possiamo infatti, noi medici di oggi, capire l’individuo,il perché di certe patologie, la diversa prognosi, le specifiche possibilità terapeutiche e le innate perturbazioni dell’Energia Vitale di ogni individuo.

In un mondo che va verso la globalizzazione selvaggia, ove l’industria farmaceutica vorrebbe, per ragioni di guadagno, somministrare a tutti lo stesso farmaco, sulla scorta di una diagnosi solo parziale, il fatto che un medico di grande esperienza clinica sottolinei l’importanza dell’Inquadramento Costituzionale, mi è di grande conforto e lo dovrebbe essere per tutti. Interessante tuttavia di questo lavoro è il completamento di questi concetti tradizionali con valenza scientifica derivati da considerazioni, esperienze e dati presi a prestito dalla biofisica, dall’elettromagnetica e dalla PNEI .
Non mancano nel testo gli elementi pratici e terapeutici che vanno dal consiglio dietetico a quello farmacologico-omeopatico-omotossicologico. Vi sono aneddoti e considerazioni etiche che rendono piacevole la lettura di questo testo che vuole essere l’introduzione ad un nuovo ed originale modo di praticare la Medicina Clinica.
...
€ 1 14
IN PROMOZIONE

Parlare d’amore può sembrare facile. Basta guardarsi dentro, rintracciare “gli odori” delle proprie esperienze, avventurarsi nei meandri oscuri della propria anima. Andare indietro nel tempo e ricordare i percorsi a volte tortuosi, oscuri oppure luminosi e, perfino, abbaglianti del proprio essere stati amati e amanti. O malamati e malamanti. Rivivere le emozioni del primo bacio. Del primo appuntamento. Riaprire le ferite, ripercorrere le sofferenze del primo abbandono. Parlare d’amore, così, è semplice. Basta ricordare l’emozione provata leggendo, per la prima volta, del tormentato amore di Paolo e Francesca. Basta prestare orecchio alla eco struggente dei sospiri di Giulietta e Romeo. Basta rileggere le pene d’amore di Dante, i versi sublimi del Petrarca rivolti all’amata Laura.

Più difficile è parlare d’amore cercando di unire i due fili dell’emotività e della cognizione, indagando il significato filosofico, letterario, biologico, fisiologico dell’amore, inquadrando questo singolo “dono” in una puntuale e precisa cornice teorica.

È questa l’ardita impresa che Ivan Battista compie nel suo “Assalto all’amore”.

...
€ 1 15
IN PROMOZIONE

Chi ha tanti soldi è sempre in movimento, da un punto all’altro della terra, in cerca di qualche cosa. A volte di un’opera d’arte, della quale vuole l’esclusiva, anche se la chiude in una cassaforte e la guarda di tanto in tanto. Il ricco se ne frega se priva il resto del mondo del piacere di poterla contemplare, sia pure per un istante. Figuriamoci quando si tratta di qualcosa che non è in commercio. Il ricco sa come fare per procurarsela, conosce i canali, sa a chi rivolgersi e non bada a spese.

Ancora una volta Angelo Vecchio in questo giallo scandaglia le più basse perversioni umane nascoste dietro il perbenismo. 

...
€ 2 14
IN PROMOZIONE

"In questo guaio in cui ti sei ficcato e che tu chiami mystery, c’è un uomo morto che ancora deve morire e una donna che - come il tuo Clemendor - è tornata nella sua terra per cercare qualcosa."
"Cercare cosa?"
"Posso solo azzardare... non un oggetto ma qualcosa di meno fisico... qualcosa assai sfuggente come il tempo. Quella donna cerca il passato... Un fatto che deve essere accaduto circa venticinque anni fa. Prova ad immaginare invece di farti suggestionare da un sogno... Anch’io non posso dirti tutto, ma se fossi in te cercherei qualcosa accaduta circa venticinque anni fa... qualcosa molto simile alla storia botanica del mandarino che hai sognato." 

...
€ 2 12
IN PROMOZIONE

(dalla prefazione di Michele Perriera): La visione di Cechov è coscienza vissuta della precarietà del mondo. Ogni artista si nutre di questa percezione, ma Cechov ne rappresenta più di ogni altro la suprema, laica umiltà. Questa coscienza è in lui eticità dello scrivere, autentica carità verso l’enigma del reale. Il linguaggio cechoviano osserva dunque la quotidianità della sconfitta come rivelazione della più profonda responsabilità esistenziale; e questa verità non cela, anzi lascia meglio vedere la passione di vivere. Tutto sembra allora compiersi in un attenuarsi della luce: ma la desolazione rende più visibili le ombre inconsolate delle nostre mancanze.
Nel “ Compositore di laudi “ Gigi Mancuso contempla con amore queste ombre cechoviane, se ne lascia incantare e inondare. In un certo senso egli le adora: come sacre e auguranti reliquie di una verità non illusoria. L’interruzione dello slancio di vita si nasconde per Cechov, in ogni fremito dell’energia. Questa è la verità che stringe il cuore: che la frattura dell’essere sia il fondamento stesso dell’essere. La “fragilità umana” è osservata però da Cechov con la forza di una malinconica accettazione del mondo, con quella “deferenza al non senso della morte” di cui parla Levinas. è una deferenza che non spiega il senso del dolore, ma rende osservabile e perciò visibile il suo enigma. “Prima caratteristica dell’Essere è l’essere in questione”, scrive ancora Levinas: l’essere cioè sempre “contestato”, interrotto, irrisolto. Di questa inconsolabile esperienza psicologica - con la quale Cechov anticipa lo spirito della nostra epoca - lo scrittore russo rappresenta, con sovrano rilievo, il Sapere quotidiano. Questo Sapere Gigi Mancuso coltiva e raccoglie come un fiore della scrittura e della vita. E compie il commosso gesto con la naturalezza e l’infatuazione di un trasporto ideale.

Conoscere Cechovianamente è dunque scoprire, osservare e accettare il fondamento instabile della vita, sentirsi fratelli della sua complessità, delle sue caduche intensità, delle sue inconsolabili pene. Ma questo conoscere - suggerisce Mancuso - è anche un adorare, un laudare il viatico dell’esistenza. Gli “appunti” di Gigi Mancuso sono dunque “laudi” - a loro volta - dell’amato “Compositore”. Ma rappresentano anche qualcosa di più della profonda e lucida testimonianza. Cercano - a partire dal vecchio Maestro - un attuale itinerario di vita e di scrittura che, rinunciando alle luccicanti lusinghe della nostra epoca, si allontani non solo da ogni perentorio ideologismo ma anche dalle più diffuse modalità della cultura postmoderna.
 

...
€ 1 6
IN PROMOZIONE

Spaccato antropologico di comportamenti che rivelano chi siamo noi esseri umani molto più di qualsivoglia altro spaccato. Il condominio sollecita ogni sorta di tic, arroganza, nequizia, meschinità, ma anche al contrario inaspettate solidarietà, gesti carichi di inattesa grazia e bonomia che non arginano tuttavia la logica del dispetto e della rappresaglia.

Quando litigo di politica con alcuni dei miei musicisti animati da passione rivoluzionaria da qualche anno riesco a metterli con le spalle al muro con questa stoccata: "partecipate ad una riunione di condominio e capirete perché il socialismo è un’utopia impossibile se non a prezzo di massacranti e umilianti mediazioni".

Il condominio di Trapani (inteso come autore) è però una perla nella repubblica sovietica dei condomini del mondo, i suoi cittadini sono tutti incantevoli per le virtù ma soprattutto per i vizi, li vorresti come tuoi condomini, così come brameresti di avere Saverio per custode del tuo stabile perché Ezio deliberatamente ed astutamente non li approfondisce psicologicamente ma li schizza con pennellate ironiche, li accarezza con l’affetto di quella specialissima malizia palermitana che immediatamente conquista il frequentatore della travagliata ma splendente capitale siciliana che già nel quindicesimo secolo un mio probabile avo grandissimo commentatore delle scritture ebraiche, rabbì Ovadià da Bertinoro magnificava con parole ammirate.

...
€ 1 10
IN PROMOZIONE

Dalla prefazione: “ ...L’innocenza cui Giardina ha aspirato, e che ascrive alla ragazzaglia, è, in fondo quella virtù che noi gli riconosciamo e che abbiamo già ritrovato -come perenne tensione- nell’atto di “fede e d’ingenuità” (così come veniva definita questa tensione da Fausto Pirandello) o in quella esistenza, volta all’ideale della fanciullezza, riscontrabile intatta nella poetica fluviale di un Palazzeschi. Nel cosmo di Giardina ogni cosa si popola di liberi cittadini, di bimbi, di poeti scorribandieri, animate boscaglie, donne in amore dall’olezzo penetrante e modesto del “ Paglieri “, di luminose giornate, tormentate soltanto dalla minaccia oscura della distruzione meccanica, pronta a imbavagliare tutto nel tentativo di una ossessiva cristallizazione, senza alcuna possibilità di riscatto. I ragazzi seguono, stupefatti, il poeta ambulante per le strade di Bagheria, di Godrano, di Villafrati, accomunati da un inno burlesco e ingenuo. Si accende, allora, il grido improvviso che s’innalza sul corpo piatto di Rocca Busambra fino alle brughiere, ai pascoli, ai tetti grigiastri..”
 

...
€ 1 6
IN PROMOZIONE
Una vera recherche nel passato della Sicilia, vero crogiolo di civiltà, attraverso la grande tradizione culinaria e il valore culturale del quale è intrisa. 

Dall’Introduzione: [...] "Diceva un antico proverbio latino: "Siculus aequus et sicula mensa"; questo detto era per marcare il meglio della cucina peninsulare al tempo dei romani.
Oggi, per ridonare realtà a questo proverbio e anche perché oggi si cerca la genuinità, la semplicità unita alla varietà, penso che sia venuto il momento di far conoscere le autentiche specialità culinarie siciliane, eredità della cultura locale e reinterpretazione di specialità giunte con le invasioni di altri popoli o per mezzo dei contatti commerciali con le genti del bacino del Mediterraneo.

Una cucina nata povera, che ha saputo approfittare dei prodotti della sua terra con fantasia e semplicità, creando una varietà di piatti ricchi di sapori e odori, che non hanno niente da invidiare alle altre specialità regionali italiane, ottimo esempio di razionalità e fantasia.
La tradizione gastronomica di tutte le province siciliane è tra le più varie di tutte le regioni d’Italia; frutto, come dicevo, delle diverse dominazioni subite e dei frequenti scambi commerciali. Il mare che la circonda era ed è la più grande via per comunicare con le altre genti, ma anche per essere invasa.

Fenici, greci, romani, bizantini, arabi, spagnoli, francesi, tutti, al loro passaggio in Sicilia, hanno lasciato la loro impronta nell’arte, nell’architettura, nel linguaggio e anche nella maniera di alimentarsi, ma tutto è riassorbito e poi riemerge trasformato dalla sensibilità degli isolani.


Le abitudini alimentari, nell’isola, variano da una costa all’altra e anche tra la costa e l’entroterra. Catania e Siracusa, meno soggette e refrattarie alle influenze arabe e spagnole, conservano ancora oggi abitudini alimentari più semplici rispetto a Palermo e Messina. Trapani, con il "cuscus" al pesce e una pasticceria ricca di spezie e profumi, risente dell’influenza africana e araba. [...]
 

...
€ 3 14
IN PROMOZIONE

Esistono molti tipi di cefalee. Sapere riconoscerle, differienzarle è fondamentale; infatti, il trattamento deve essere appropriato per quel determinato tipo di cefalea.

Questo libro risponde alle molteplici domande che vi ponete.

Conoscete l'esatta differenza tra emicrania e cefalea? una emicrania cons disturbi della vista è grave? in che cosa consiste una nevralgia facciale? un'algia vascolare? un bambino può avere realmente mal di testa? le donne sono più predisposte degli uomini? in quest'opera viene riportato un Questionario compilato specificamente per aiutarvi a diagnosticare il vostro mal di testa. Una volta stabilita la diagoni, vengono esposti i vari trattamenti che sono a vostra disposizione. Infatti, non bisogna scoraggiarsi.

Se il ritmo accelerato della vita moderna ha accresciuto la frequenza delle cefalee, parallelamente i diversi modi per curarle si sono moltiplicati, personalizzati.

Françoise Bernardi fa il punto su tutti i mezzi disponibili oggi: dalla medicina la più tradizionale ai metodi più recenti e in pieno sviluppo (biofeedback, sofrologia) passando per l'omeopatia, l'agopuntura, l'agopressione, il rilassamento, la ginnastica dolce, lo yoga, ecc.

un libro indispensabile a tutti coloro che desiderano che la cura della loro cefalea non sia più un vero.. rompicapo!

...
€ 1 6
IN PROMOZIONE
Pino Leto (Palermo, 1957) è stato otto volte campione italiano di boxe (dal 1985 al 1988) e campione europeo dei pesi superwelter nel 1989.
La sua infanzia è stata quella di ogni bambino degli anni ’60 cresciuto in uno dei quartieri poveri di Palermo: una famiglia umile, la strada come scuola, insegnanti severi e poco comprensivi. Il bisogno di lavorare che si palesa immediatamente. Le tentazioni del malaffare, la mafia sempre in agguato.
Pino però guarda oltre, non si accontenta di campare alla giornata facendo lavori saltuari e spesso massacranti. Scopre la sua forte attitudine per la boxe e da lì inizia la sua carriera di pugile.
Durante la sua scalata Pino non si è mai montato la testa, è rimasto il ragazzo della Vucciria e ha cercato di migliorare il suo quartiere. Il suo intento è sempre stato quello di togliere i ragazzi dalla strada, insegnando loro a seguire una passione. E con una Palermo “matrigna” non è stato facile.
Il suo contributo dà speranza, dimostra che volendo si può uscire dagli stereotipi, si può lavorare, sudare e patire per una buona causa, che il divertimento non è fare un torto a qualcuno o esercitare l’odiosa arroganza mafiosetta di certa gente convinta che “la mafia è bella, la mafia è potere”, ma c’è dell’altro.
Negli anni ’90, purtroppo, una brutta vicenda lo vede protagonista delle pagine di cronaca dei quotidiani e lo segna profondamente.
La sua storia va dalla strada al ring e porta con sé i ricordi, gli entusiasmi e soprattutto il riscatto di un uomo.
...
€ 5 15
IN PROMOZIONE

In questo originale romanzo sono riportate le prime esperienze erotico-affettive e le curiosità linguistiche di un bimbo che, sul finire dell’ultima guerra, è stato costretto a un avventuroso viaggio a piedi in Romagna e in Toscana. Sullo sfondo di luoghi danteschi, attraverso indimenticabili incontri, il piccolo protagonista – stimolato dalla misteriosa natura di donne e fanciulle – conoscerà le varietà aromatiche dei loro corpi, apprenderà nuove espressioni in italiano, in dialetto, in inglese. Indagherà su avvenimenti, anche segreti, di illustri personaggi. Avrà notizie sconcertanti sulle vicende del popolo ebraico. Apprezzerà il vero aspetto fisico di Dante, il suo carattere, le più belle parole che scrisse e scoprirà le figure femminili che il Poeta conobbe e il modo in cui le amò.
Una narrazione lieta e drammatica, piacevolmente insolita, avvincente, ricca di parole antiche e nuove.

...
€ 3 15
IN PROMOZIONE

 Soffia un Bandoneon tra il canto dei porteni...
e le danze e il mate...
e il tempo al passo di milonga triste 
che scorre verso bocche languide...
Melanconie!
 

Ivan La Mantia, come si evince dal suo Diario, ha vissuto, come un mareado, i crepuscoli e le notti di Buenos Aires con la sottile intensità derivata dal carattere provvisorio della sua permanenza. I suoi Tangueros e Milonguitas, personaggi apparentemente lontani dal suo mondo e dal suo tempo, forse non sono altro che il risveglio di un antico “morbo in due-quarti” contratto chissà quando e chissà perché. E, visto che un paio di zapàtos sono sempre nel bagagliaio perché non si può mai sapere, la Giuni la canterebbe così: Che i tuoi sogni o El Mirinda siano infiniti come le tue milonghe.
...
€ 2 10
IN PROMOZIONE

L’architetto Stephanie è stato chiamato per restaurare l’antico convento poco lontano dal paese di Valledombra. Un lavoro come un altro, verrebbe da dire, ma strane presenze occupano quelle mura, a cominciare dalle stesse suore e da un essere indefinito. Chi sarà mai? Un angelo, un diavolo o solamente un pazzo? E cosa ci fa all’interno di un convento in un paesino della Sicilia? Ma soprattutto: che cosa nascondono quelle strane suore dal comportamento così oscuro?

In un susseguirsi di vicende, Stephanie si troverà coinvolta in strani fatti, e dovrà fare i conti con storie inquietanti che circolano sul conto di quel posto. Rapimenti, suicidi, porte da non aprire, un’ala dell’edificio dove non potere accedere e uno strano essere che si aggira in quei luoghi, saranno ingredienti stuzzicanti per non catturare l’attenzione dell’affascinante architetto sempre a caccia di emozioni e, soprattutto, di guai.

Un thriller avvincente che tiene col fiato sospeso sino al suo epilogo, in un crescendo d’azioni, misteri e colpi di scena in cui religione, superstizione e realtà si intrecciano di continuo. 

...
€ 1 8
IN PROMOZIONE

L’autore è un ingegnere che sin dai banchi di scuola e fino all’età adulta ha inventato e realizzato giochi, per l’appunto le celie, ovverossia piacevoli scherzi originali e non, scelti e adattati allo scopo di divertire e costituire un sereno e allegro passatempo per tutti.

Nel libro, inoltre, viene riportato, integralmente, l’archivio costruito dall’autore in decenni di raccolta di notizie, storie, dati e nomi utili per ogni tipo di giochi e quiz, anche televisivi.

Oggi, l’autore, nonostante il predominio dei giochi elettronici, continua a preferire la realizzazione di giochi istruttivi, pratici e creativi che costituiscono un buon esercizio mentale atto a potenziare la memoria visiva, intellettiva, il senso di numero, ordine, tempo.

...
€ 1 10
IN PROMOZIONE

Qualcosa di ancestrale, di amniotico, di magmatico e lucido insieme, insiste, con perentoria fierezza, in questi versi di Giovanni Occhipinti, elaborati alla fine degli anni Ottanta e raccolti sotto il titolo L’ac­qua e il sogno. Non a caso l’innervazione che si offre, quasi dolente, sul versante delle stazioni poe­tiche, dislocata nella interfaccia dei singoli versi, in bilico su di uno sprofondamento d’abisso, o protèsa (quasi) in una sorta di desiderio navigatorio nel cyberspazio disposto tra remotissime virtuali galassie, o volta alla ricerca di un platonico iperuranio, o an­cora diretta per biologica appartenenza alle raggela­te certezze del mito, appare qui risolta in forma di un reticolo ombroso costellato di incertezze, dubbi, di addensati frammenti della memoria. Occhipinti investe tutto nel suo ipermetro cauto e coinvolgen­te; quale corporeità gorgonica egli dispone il nutri­mento al turbine dell’anima; e in questo turbine tut­to vi trova alloggiamento, la funzione primigenia: dalle elitre degli insetti, alle pigmentazioni metafisi­che imposte dal diorama della pittura, ai suoni, coinvolgendo, in una sorta di espressionismo verba­le, la condizione più intima dei rapporti umani. Così: amore, sesso, dialogo estraniante, volti fami­liari, affetti, sentimenti, trovano la loro giustificazio­ne nell’autunno dell’esistenza (tempo privilegiato dei resoconti), in quella piega debole arricchita da­gli occhi di figli, nipoti, e nei quali il poeta riflette il suo scoramento, soprattutto per ritrovarne la subli­me ragione del suo esserci lungo "l’asse che condu­ce a dio". Dalla graduale perdita delle capacità d’opposizione al frastuono della quotidianità, affiora, quale flebile suono umano, quell’incerto "mi spau­ra", che punteggia - e rasserena - il ritmo incalzante del racconto poetico. In tale dispersione emotiva resta comunque a galleggiare, sulle acque laminanti, la fronda esile di un’incomparabile, diafana, pena.
 

...
€ 1 8
IN PROMOZIONE

Per chi non lo conosce, il dottor Piero è un pediatra speciale: ama così tanto il suo lavoro e i suoi piccoli pazienti che si arrabbia e si addolora nel toccare con mano, nella sua pratica clinica, come la nostra cultura stia rovinando le giovani generazioni in molti modi, ma principalmente attraverso gli attuali modelli alimentari. Il lato tragico di tutto ciò è che l’atto dannoso per la salute dei piccoli viene compiuto in forma di atto d’amore, quasi sempre ad opera della mamma. Mamma che, seguendo le informazioni trasmesse dalla cultura dominante, è convinta di dare il meglio al proprio figlio (proteine, ferro, calcio, vitamine…); [...] Piero cerca di insegnare alle mamme come crescere in salute i propri piccoli, sin dal concepimento, attraverso la scelta di un’alimentazione che limiti, se non del tutto escluda, i cibi animali: un’alimentazione plant-based, la cui variante più sana è quella vegana, che si basa esclusivamente su cibi vegetali. Il libro spiega alle mamme come scegliere una alimentazione responsabile, attenta non solo alla salute umana ma anche alla salute del Pianeta e al benessere dei nostri amici animali. Animali che invece, alla stregua di macchine, trasformano in carne, latte e uova il cibo vegetale che viene loro propinato. Animali che esistono solo come indispensabile fonte di un «prodotto», il cibo animale appunto, che produce profitto per pochi, a prezzo di un enorme danno alla salute pubblica.
La salute comincia già nel grembo materno, con le attenzioni che la mamma in gravidanza deve avere, e deve essere coltivata durante tutto l’arco della vita. Ma è l’età pediatrica la più critica, perché in questa fase della vita vengono gettate le basi delle principali malattie (cardiovascolari, obesità, diabete, tumori…), che poi cresceranno in modo florido nella vita adulta, se stimolate con un’alimentazione scorretta, oppure resteranno quiescenti, e mai potranno svilupparsi, se l’alimentazione del bambino prima, e dell’adulto poi, sarà salutare, cioè ricca di cibi vegetali non trasformati e con limitate o nulle quantità di cibi animali.

...
€ 2 15
IN PROMOZIONE

Nella concezione dell’Autore, l’agopuntura è una parte dell’immenso tesoro di conoscenze della cultura umana. Essa è stata pensata e scritta in un linguaggio simbolico forse troppo ermetico per essere bene assimilato e il nostro ruolo consiste non solo nella sua traduzione in un linguaggio convenzionale, ma anche nella ricerca attenta delle possibilità che l’agopuntura apre per la medicina di domani. Quest’opera è un bilancio dei progressi acquisiti dalle ricerche in agopuntura moderna, filtrati dall’esperienza personale. L’utilizzazione del computer costituisce ugualmente un progresso considerevole a livello della diagnosi, certamente, ma anche nella scelta dei punti attivi e perfino nell’assistenza degli effetti terapeutici. L’integrazione dell’agopuntura con la medicina contemporanea -iniziata trent’anni fa- avrà conseguenze sorprendenti sulla salute dell’uomo di domani. 

...
€ 2 10
IN PROMOZIONE

NUOVA SEDE:
Vienici a trovare nel nostro nuovo spazio espositivo
Via dei Leoni, 71
90143 Palermo

Mappa su Google Maps