Le voci del sentire (Remainders) di Ivan Chillemi

valuta questo libro


ISBN: 978-88-7676-430-1-Remainders
Edizione 2010, 117 PAGINE



€ 1    € 5

promozione: Remainders - Outlet Libri
risparmi: 4

Altri libri in OUTLET LIBRI
Introduzione all’omeopatia (Remainders) di Roland Zissu
L’invenzione del regno (Remainders) di Pasquale Hamel
L’Iridologia rinnovata (Remainders) senza CD-Rom di Gilbert Jausas
Dolore è Malattia (Remainders) di Orlando Guerrini
Medicina complementare & Medicina accademica (Remainders) di Helmut Kiene

La Poesia è “il linguaggio che canta”. Canta, anche quando la disperazione, l’angoscia, l’ansia ne turbano le note, perché essa reca sempre con sé un’intelligenza profonda, una “ragione” basata sull’istinto, sulla sensibilità, sul desiderio appassionato di “esserci”.
Quale dimensione e qualità generata dallo spirito che individua nella nostra esistenza, quello strano alchemico impasto d’eternità e quotidianità, la Poesia, incontrastata protagonista, veste il colore del tempo, ovvero quella particolare sfumatura che sa offrirci un soffio d’attualità.

Ivan Chillemi

scheda biografica non disponibile

Maria Angela D’Agostaro

scheda biografica non disponibile

Matteo Zito

scheda biografica non disponibile

Le voci del sentire di Ivan Chillemi

Ivan Chillemi

La Poesia è “il linguaggio che canta”. Canta, anche quando la disperazione, l’angoscia, l’ansia ne turbano le note, perché essa reca sempre con sé un’intelligenza profonda, una “ragione” basata sull’istinto, sulla sensibilità, sul desiderio appassionato di “esserci”.
Quale dimensione e qualità generata dallo spirito che individua nella nostra esistenza, quello strano alchemico impasto d’eternità e quotidianità, la Poesia, incontrastata protagonista, veste il colore del tempo, ovvero quella particolare sfumatura che sa offrirci un soffio d’attualità.

Le voci del sentire di Ivan Chillemi

Ivan Chillemi

La Poesia è “il linguaggio che canta”. Canta, anche quando la disperazione, l’angoscia, l’ansia ne turbano le note, perché essa reca sempre con sé un’intelligenza profonda, una “ragione” basata sull’istinto, sulla sensibilità, sul desiderio appassionato di “esserci”.
Quale dimensione e qualità generata dallo spirito che individua nella nostra esistenza, quello strano alchemico impasto d’eternità e quotidianità, la Poesia, incontrastata protagonista, veste il colore del tempo, ovvero quella particolare sfumatura che sa offrirci un soffio d’attualità.

Le voci del sentire di Ivan Chillemi

Ivan Chillemi

La Poesia è “il linguaggio che canta”. Canta, anche quando la disperazione, l’angoscia, l’ansia ne turbano le note, perché essa reca sempre con sé un’intelligenza profonda, una “ragione” basata sull’istinto, sulla sensibilità, sul desiderio appassionato di “esserci”.
Quale dimensione e qualità generata dallo spirito che individua nella nostra esistenza, quello strano alchemico impasto d’eternità e quotidianità, la Poesia, incontrastata protagonista, veste il colore del tempo, ovvero quella particolare sfumatura che sa offrirci un soffio d’attualità.


NUOVA SEDE:
Vienici a trovare nel nostro nuovo spazio espositivo
Via dei Leoni, 71
90143 Palermo

Mappa su Google Maps

argomenti trattati in
Le voci del sentire (Remainders)

Maggiori informazioni:

risolvi ogni tuo dubbio inviandoci una email: