Il diavolo e l’olio santo (Remainders)

Il diavolo e l’olio santo (Remainders) di Pietro Mazzamuto

valuta questo libro


ISBN: 978-88-7676-265-9-Remainders
Edizione 2005, 474 PAGINE


Primo premio di Narrativa 2001 - Fondazione Todaro-Faranda Bologna




€ 6    € 24

promozione: Remainders - Outlet Libri
risparmi: 18
solo 1 copie disponibili in magazzino.

Altri libri in OUTLET LIBRI
Incesto (Remainders) di Giovanni Monti
Fisiologia e Clinica dell’attività motoria (Remainders) di C.G. Ridola
Femminilità (Remainders) di Fernando Risquez
Puoi volar: le parole per dirlo (Remainders) di Claudio Maddaloni
Poesie Scelte (Remainders) di Alfred de Vigny
Il diavolo e l’olio santo è un romanzo tra realistico e umoristico, di tipo manzoniano, per la felice convergenza di storia e invenzione e per l’istanza religiosa che vi circola e vi domina; ma è anche un romanzo che non ignora le grandi tendenze novecentesche, in ordine a uno stile che richiama Céline, Gunther Grass e Garcia Marquez e non esclude forme di montaggio figurativo che fanno persino pensare all’École du regard.
Ma è sopra tutto un romanzo interamente siciliano, sia perché ambientato in un paesino della vecchia provincia di Catania, Centorbi (oggi Centuripe, in provincia di Enna), luogo natìo dell’autore, e come tale ricco delle usanze, mentalità, passioni, attese, delusioni dell’universo siciliano (la delusione maggiore, quella amorosa, realmente patita dalla protagonista, madre dello scrittore), tutte colte e rappresentate in una delle fasi più tormentate del Novecento, quella della Prima Guerra mondiale, e tutte concentrate nelle vicende di una famiglia benestante, delle sue aspirazioni e necessità, nonché dei suoi pregiudizi e dei suoi fallimenti, un universo nel quale si proietta pure molto della problematica antropologica e pedagogica, economica e politica del nostro tempo (il rapporto tra religione e sesso, le scelte matrimoniali, il dilemma della pace e della guerra, le questioni di capitale e lavoro, di ricchezza e povertà).

Pietro Mazzamuto

Pietro Mazzamuto (n. a Centuripe, 1920) prima docente di liceo e poi ordinario di Letteratura italiana nell’Università, va soprattutto ricordato come intellettuale cattolico impegnato nel sociale (fondò, con Cosmo Grifò, l’Alas, per soccorrere le famiglie in dissesto), sempre convinto com’è stato della sintesi di cristianesimo e socialismo democratico. Ma va pure ricordato come autore di circa venti libri di critica letteraria e dal 1990 in poi come autore di romanzi tra storici e autobiografici: Memeo, 1990; Come Pitrino Tornabè vinse contro la mafia, 1991; Il parroco scrive lettere d’amore, 1997 (vincitore del concorso “Noi due” di “Famiglia Cristiana”); Il settimo chilometro, 2000; Mister Big Zacchey, 2002; I due ladri,

Il diavolo e l’olio santo di Pietro Mazzamuto

Pietro Mazzamuto

Il diavolo e l’olio santo è un romanzo tra realistico e umoristico, di tipo manzoniano, per la felice convergenza di storia e invenzione e per l’istanza religiosa che vi circola e vi domina; ma è anche un romanzo che non ignora le grandi tendenze novecentesche, in ordine a uno stile che richiama Céline, Gunther Grass e Garcia Marquez e non esclude forme di montaggio figurativo che fanno persino pensare all’École du regard.
Ma è sopra tutto un romanzo interamente siciliano, sia perché ambientato in un paesino della vecchia provincia di Catania, Centorbi (oggi Centuripe, in provincia di Enna), luogo natìo dell’autore, e come tale ricco delle usanze, mentalità, passioni, attese, delusioni dell’universo siciliano (la delusione maggiore, quella amorosa, realmente patita dalla protagonista, madre dello scrittore), tutte colte e rappresentate in una delle fasi più tormentate del Novecento, quella della Prima Guerra mondiale, e tutte concentrate nelle vicende di una famiglia benestante, delle sue aspirazioni e necessità, nonché dei suoi pregiudizi e dei suoi fallimenti, un universo nel quale si proietta pure molto della problematica antropologica e pedagogica, economica e politica del nostro tempo (il rapporto tra religione e sesso, le scelte matrimoniali, il dilemma della pace e della guerra, le questioni di capitale e lavoro, di ricchezza e povertà).


NUOVA SEDE:
Vienici a trovare nel nostro nuovo spazio espositivo
Via dei Leoni, 71
90143 Palermo

Mappa su Google Maps

argomenti trattati in
Il diavolo e l’olio santo (Remainders)

Maggiori informazioni:

risolvi ogni tuo dubbio inviandoci una email: