Domenico Mastrangelo

Il Tradimento di Ippocrate

La medicina degli affari
Il Tradimento di Ippocrate di Domenico Mastrangelo

valuta questo libro


ISBN: 978-88-86893-94-7
Edizione 2010, 168 PAGINE



€ 11,05    € 13

sconto del 15%
risparmi: 1,95

Lo scopo principale di questo libro è informare la gente. Questo, che è sempre stato un dovere professionale di ogni medico, oggi diventa anche un dovere morale, perché i contenuti dell’informazione sono spesso fatti gravi e potenzialmente lesivi dell’incolumità e dell’integrità del malato che si affida ignaro.

Purtroppo, la Medicina Moderna si è trasformata in una sorta di braccio armato a difesa degli interessi economici di una industria che prospera sulle precarie condizioni di salute della gente.

L’Autore fa una analisi tanto lucida e concreta quanto drammatica della situazione in cui siamo caduti, ma il Lettore capisce chiaramente che questa analisi non è un atto d’accusa, ma un atto d’amore nei confronti della vera Medicina. Infatti, travolta dalla potenza economica dell’industria farmaceutica e dei suoi interessi, la Medicina Moderna è troppo spesso al servizio del ‘business’ più che della gente e nessuno che ami veramente questa professione può e deve tollerare una simile situazione.

È quanto hanno fatto grandi geni della Medicina come Benveniste, Bates, Bechamp, Duesberg, che hanno pagato di persona il loro amore per la verità e per la giustizia e che per questo l’Autore definisce “Eroi dimenticati della Medicina”.

È una lettura affascinante che insegna ad orientarsi e a difendersi da imbrogli che ad alcuni pazienti possono costare veramente cari. 
Le falsità sull’AIDS di Domenico Mastrangelo

Domenico Mastrangelo

In un linguaggio semplice, ma corretto e comprensibilissimo anche ai Lettori meno informati sull’AIDS, l’Autore fa il punto su questa patologia in modo rigoroso ed estremamente scientifico astenendosi sistematicamente dall’esprimere opinioni personali e documentando, con oltre 400 riferimenti bibliografici, ogni affermazione.
Il quadro che ne emerge è a dir poco sconvolgente:
• nel 1983 Luc Montagnier pubblica sulla Rivista Science la scoperta del virus HIV e già l’anno dopo si inizia a parlare di un possibile vaccino;
• da allora sono passati più di trent’anni e sono centinaia di migliaia gli studi scientifici sull’AIDS che però, ad oggi, non hanno apportato alcun rilevante progresso nella diagnosi e nella cura di questa malattia;
• in più di trent’anni sono stati investiti miliardi di dollari nella ricerca della terapia farmacologica e della profilassi vaccinale;
• i documenti ufficiali dell’Organizzazione Mondiale della Sanità affermano chiaramente che i farmaci antiretrovirali finora disponibili non possono guarire l’AIDS, ma servono solo a migliorare i sintomi;
• sono decine di milioni gli individui malati (specie nell’Africa Subsahariana) sui quali si sperimentano farmaci e vaccini dimenticando che povertà, scarsa igiene, emarginazione e denutrizione sono le cause principali dell’AIDS e di molte altre malattie endemiche di quelle aree povere del mondo;
• sembra assurdo, ma non esiste alcuna prova scientifica che l’HIV causi l’AIDS, mentre ci sono innumerevoli documenti scientifici e prove che l’AIDS è un’immunodeficienza che trarrebbe giovamento da trattamenti immunostimolanti, una corretta igiene di vita e una adeguata alimentazione, ma nessuno osa intraprendere queste vie curative.

Il sospetto è che l’AIDS sia diventato anche un business di dimensioni cosmiche e che sia pertanto difficilissimo riappropriarsi del buon senso e tornare ad affrontare tutte le sfide poste da questa malattia con ragionevolezza e pragmatismo. 


argomenti trattati in
Il Tradimento di Ippocrate

Maggiori informazioni:

risolvi ogni tuo dubbio inviandoci una email: