Aldo Ercoli

Clinica medica omeopatica

Clinica medica omeopatica di Aldo Ercoli

valuta questo libro


ISBN: 978-88-481-1537-7
Edizione 2007, 432 PAGINE

Editore: Tecniche Nuove



€ 33,92    € 39,9

sconto del 15%
risparmi: 5,98
solo 2 copie disponibili in magazzino.

Ercoli è un medico a 360°, che da sempre si aggiorna e confronta con il mondo accademico; medico omeopata, cardiologo e broncopneumologo, egli dice quello che “può o non può fare” l’omeopatia. Con questo testo l’autore vuole mettere a disposizione dei colleghi, non solo omeopati, la sua ultraventennale esperienza clinica in omeopatia costruita “sul campo”.
Gli argomenti di medicina, di base e specialistica, sono i più vari: dalla poliposi nasale e ipertrofia adenoidea al Croup e alle riniti allergiche; dalla sclerosi multipla all’emicrania e ictus cerebri; dalla sindrome depressiva “post-partum” alle turbe caratteriali nei bambini; dall’acne alla psoriasi alla malattia erpetica; dall’iper e ipotiroidismo all’amenorrea ipotalamica.
Tutte le monografie sono precedute da una doverosa premessa a livello di medicina “allopatica” per poi sviluppare uno schema di rimedi omeopatici, comprensivi di dosaggi e altre indicazioni.
Il testo, oltre che gli omeopati e gli studenti delle scuole di specializzazione in omeopatia, può avvicinare anche i medici specialisti della medicina convenzionale. 
Correlazioni cliniche tra omeopatia e Fiori di Bach di Aldo Ercoli

Aldo Ercoli

Il testo vuole essere un ponte tra chi utilizza i fiori di Bach e chi l’omeopatia. Quanti sono gli omeopati che non conoscono la floriterapia? E quanti sono gli psicologi, gli psichiatri e i naturopati che viceversa utilizzano i fiori di Bach ma ignorano l’omeopatia? E lo stesso Edward Bach non è stato forse un omeopata?
A chi omeopata o naturopata si accosta alla terapia con i fiori di Bach risulta evidente la similitudine esistente tra lo stato d’animo legato a ciascuno dei 38 fiori e le diverse tipologie omeopatiche. Perché non realizzare allora un legame tra questi due metodi che hanno molti aspetti medici e metodologici in comune, a cominciare dal concetto di diluizione?
Dopo le basilari correlazioni tra i segnali naturali dei fiori con i rimedi omeopatici, il testo tratta una specifica diagnosi differenziale avvalendosi anche della ricerca repertoriale del dottor Giorgio Gentili e termina con una dettagliata appendice psicologica redatta dallo psicologo Raffaele Cavaliere.
Associare nella pratica clinica il rimedio omeopatico ai fiori di Bach risulta molto vantaggioso. Così come del resto utilizzare i prodotti fitogemmoterapici, l’organoterapia, l’oligoterapia e la litoterapia. Il naturopata olistico del terzo millennio deve fare tesoro di tutti questi metodi terapeutici al fine di curare in modo dolce, efficace e senza effetti iatrogeni. 


argomenti trattati in
Clinica medica omeopatica

Maggiori informazioni:

risolvi ogni tuo dubbio inviandoci una email: