Luigi Turinese

Il farmacista omeopata

Il farmacista omeopata di Luigi Turinese

valuta questo libro


ISBN: 978-88-481-1372-4
Edizione 2002, 336 PAGINE

Editore: Tecniche Nuove



€ 29,75    € 35

sconto del 15%
risparmi: 5,25
solo 1 copie disponibili in magazzino.

La piena integrazione della medicina omeopatica dovrà svolgersi su tre piani: una corretta informazione del pubblico e una completa formazione delle due classi professionali implicate, quella dei medici e quella dei farmacisti. L’importanza di quest’ultima è difficilmente trascurabile. Non di rado i farmacisti sono infatti il referente ultimo dei pazienti, che chiedono loro l’imprimatur definitivo dell’operato del medico. Essi sono inoltre in prima linea, anche fisicamente, a fronteggiare le prime richieste del pubblico. Avendo la grande responsabilità di indirizzare e di consigliare il paziente, il farmacista merita dunque ogni considerazione. Chiamato com’è ad aggiornarsi anche su tematiche sulle quali si assiste a una latitanza pressoché completa da parte dei responsabili della formazione, il farmacista guarda con aperta curiosità all’affermarsi di realtà complementari a quelle convenzionali. È il caso appunto della medicina omeopatica, la cui affermazione di pubblico va di pari passo con il pericoloso diffondersi di una pletora di terapie “alternative” che poco hanno a che spartire con la geniale intuizione di Hahnemann.
Uno degli scopi del presente volume è quindi innanzitutto quello di fornire precise conoscenze sull’evoluzione storica e metodologica della medicina omeopatica. Segue una sezione nell’ambito della quale, con rigoroso inquadramento per apparati, vengono indicate le possibilità di intervento da parte del farmacista. Una Materia Medica sintetica, ma riguardante tutti i farmaci indicati nella II sezione, completa l’opera, che ha l’obiettivo dichiarato di formare una figura professionale emergente: quella del farmacista omeopata. 
Biotipologia di Luigi Turinese

Luigi Turinese

Fino a cinquant’anni fa, nell’ambito degli studi di Medicina era impartito l’insegnamento della Scienza delle Costituzioni Umane. Poi, il silenzio. Eppure, in quella scienza erano racchiusi secoli di osservazioni cliniche.
Luigi Turinese, omeopata, psicologo e formatore, si propone di recuperare quel prezioso patrimonio.
La parte centrale del libro, la più corposa, è dedicata al fertile incontro tra la biotipologia e la medicina omeopatica, grazie al quale si perviene a una maggiore finezza diagnostica e a una più agevole individualizzazione della terapia.
L’autore traccia una bozza d’interpretazione globale del terreno che tenga conto dei più recenti sviluppi della psico-neuro-endocrino-immunologia.
Questa seconda edizione si arricchisce di un’appendice in cui viene proposta una tesi originale, secondo cui lo studio del proprio tipo potrebbe fare parte del percorso individuativo, ovvero di quella ricerca della propria “vocazione” che costituisce il compito più naturale e al tempo stesso più elevato dell’essere umano. La tesi viene elaborata all’interno del contesto di ricerca della psicologia analitica di estrazione junghiana, della quale l’autore è esponente. 


argomenti trattati in
Il farmacista omeopata

Maggiori informazioni:

risolvi ogni tuo dubbio inviandoci una email: