Gli estranei

Underclass e identità borderline
Gli estranei di Victor Matteucci

valuta questo libro


1 voti registati.
punteggio totale: 5 stelle
media: 5 stelle in una scala da 1 a 5

ISBN: 9788876767838
Edizione 2021, 312 PAGINE

Editore: Nuova Ipsa Editore
Collana: Saggi


€ 20,90    € 22,00

sconto del 5%
risparmi: 1,10

Altri libri dello stesso argomento
L'Italia degli inganni di Carmelo Nicolosi De Luca
L’illegalità protetta di Rocco Chinnici
Governo Globale di Enrica Perucchietti
False Flag sotto falsa bandiera - Arianna Ed. di Enrica Perucchietti
Il decalogo e la gruppalità di daniele borinato

Descrizione

Viviamo in un tempo in cui le ideologie politiche sono morte. L’unica ideologia per tutti è il consumismo.

Il popolo è stato ridotto a pubblico dello spettacolo o a utente dei servizi. Nel Medioevo atomico le mura sono immateriali e gli accessi dipendono dalle informazioni.

Fuori delle mura ci sono gli altri; una massa di esclusi, di precari, di estranei che cresce e che avanza. Ci sentiamo minacciati.

Noi aumentiamo le distanze ma loro tirano i sassi dal cavalcavia, colpiscono a caso tra la folla inerme, aggrediscono le donne nelle famiglie e gli anziani isolati. Sono individui precari, pericolosi e imprevedibili che sopravvivono di espedienti ai bordi del consumismo, pronti a esplodere, con assoluta casualità e al minimo pretesto, la loro rabbia.

Noi alziamo quotidianamente le nostre difese per avere più sicurezza. Ma sembra inutile. Abbiamo paura. La Società dei consumi continua a togliere la terra sotto i piedi degli estranei e a escluderli, ma loro non arretrano e si accalcano su barconi fatiscenti per raggiungerci via mare o si nascondono nelle periferie, ormai divenute terre di nessuno. Siamo in pericolo.

La globalizzazione, alla fine, ha prodotto l’apartheid.

 

 

 

“Tutti i capitoli del libro di Victor Matteucci contengono le domande necessarie e obbligatorie per risolvere i problemi colossali di coloro che sono esclusi, che vendono la loro forza lavoro per sopravvivere fuggendo da sistemi economici e politici aberranti, che sono fuggiti da guerre, carestie, miseria, ingiustizia che regnano nel mondo sottosviluppato. Dobbiamo smetterla con gli eufemismi: sì, c'è un mondo che è profondamente, in modo atroce, sottosviluppato e assurdamente sostenuto dalle più grandi potenze”.

Rita El Khayat

 

“Il libro di Victor Matteucci ha il merito di ridestarci dal sonno; di richiamarci a una visione più realistica, di farci guardare intorno e scoprire che sotto le bandiere su cui sono scritte le grandi parole di cui da due secoli ci ubriachiamo, liberté égalité fraternité, sussiste una realtà sociale lacerata e negata, nella quale, di fatto, una consistente percentuale di uomini e donne vive praticamente esclusa, avendo perduto la propria identità, senza diritti garantiti, esposta alla precarietà, all'isolamento, spesso alla persecuzione e alla miseria.

L'andatura veloce e coinvolgente del testo non lascerà il lettore tranquillo…. che non potrà non condividere il giudizio d'assieme e la passione morale dello scrittore, che conosce l'argomento e lo vive con partecipazione. Il libro comunica un pathos che non può lasciare indifferenti e suggerisce non solo un bisogno di conoscenza, ma anche un impegno operativo in tutte le sedi di responsabilità sociale”.

Mauro Laeng

 

“C’è un afflusso inevitabile dal sud del mondo; come trasformare questi flussi in elementi di sviluppo e di opportunità per tutti? Io credo che qui la sinistra attuale sconti una carenza di analisi in relazione a una visione generale dei problemi. Se siamo contro ogni forma di razzismo, dobbiamo lavorare sul terreno delle integrazioni e ricercare risposte reali e adeguate nella direzione di una multiculturalità che mi sembra un approdo irrinunciabile. Non si può mediare sui valori, sui principi. Una società multiculturale è senza dubbio dal punto di vista della produttività sociale più ricca e avanzata e, dunque, è un patrimonio socio-culturale, un progetto di società che la sinistra non solo deve difendere, ma anzi che deve rivendicare. Questo patrimonio, tuttavia, questa progettualità teorica, oltre che un valore, deve diventare una risorsa reale e la politica deve avere questa funzione di trasportare a terra, nella pratica, i valori e principi in cui si crede e a cui ci si ispira. Solo in questo modo si potrà revocare la tendenza o, quantomeno, limitare il processo di esclusione e di alienazione che riguarda ormai grandi masse di cittadini”.

Alberto Franceschini

 


Autore

Victor Matteucci

Victor Matteucci – Caracas 14/07/1959 - è project manager senior per la Cooperazione Internazionale e Presidente della ONG  MEDITER con sede a Bruxelles.

Si occupa da oltre 20 anni della progettazione e gestione di programmi di sostegno e inclusione sociale finanziati dalla Commissione europea a sostegno delle popolazioni vulnerabili e delle dinamiche di Genere nel Mediterraneo e in Medio Oriente, con particolare attenzione alle aree e ai Paesi di post-conflitto.

Per conto della Commissione Europea ha gestito e gestisce, dal 2009 a oggi, programmi di aiuto e cooperazione esterna (DEVCO) in Iraq, Libano, Tunisia e Marocco.

È autore di vari saggi e inchieste, fra cui: “Terranova, dalla disobbedienza alla rivolta” con Ernesto  Balducci (saggio), 1988; “Il suicidio Fabrizi” (libro d’inchiesta), 1997; “Abruzzo Isola felice” (libro d’inchiesta), 1993; “Pescara da mangiare” (libro d’inchiesta), 1955; “Il delitto Alinovi e il caso Ciancabilla” (libro d’inchiesta), 2019.



argomenti trattati in
Gli estranei

Maggiori informazioni:

risolvi ogni tuo dubbio inviandoci una email:


NUOVI METODI DI PAGAMENTO

Apple Pay
paga con il tuo dispositivo Apple tramite il sistema di pagamento sicuro Apple Pay
pagamento con carta di credito apple pay


Carte di Credito
Paga direttamente con la tua carta di credito preferita in modo sicuro e veloce
pagamento con carta di credito visa, amex, mastercard, american express


CARTA DEL DOCENTE seleziona la voce cartadocente come metodo di pagamento e inserisci il codice del buono