La città che non c'era

Lo sviluppo urbano di Palermo nel secondo dopoguerra
La città che non c'era di Fabrizio Pedone

valuta questo libro


ISBN: 9788896251775
Edizione 2019, 296 PAGINE



€ 14,25    € 15

sconto del 5%
risparmi: 0,75

Altri libri dello stesso argomento
Tutte le donne del reame di Laura Sciascia
Il Giro Automobilistico di Sicilia di Salvatore Requirez
La tonnara di Mondello di Guglielmo Moncada di Monforte
Il fascismo clandestino in Sicilia di Domenico Lo Iacono
Andra moi ennepe, Mousa. L'avventura dell'uomo nella letteratura greca di Alberto Jori

Tra il 1943 e il 1971 l’area urbanizzata di Palermo si amplia da 600 a 5.000 ettari. È il cosiddetto “sacco di Palermo”, un’espansione edilizia incontrollata, che porta il capoluogo siciliano ad essere la città italiana con più vani inabitati in relazione a quelli edificati, mentre nei «catoi» del suo centro storico migliaia di persone rimangono relegate ad una vita di stenti. Una storia diventata un topos nel racconto della città, con i suoi momenti di climax, rappresentati dalla distruzione delle ville della Palermo del Liberty. Il lavoro di ricerca dell’autore porta a un racconto a più voci che, pur senza sminuire le gravi responsabilità della politica e il pesante intervento di Cosa Nostra nella sistematica cementificazione dei giardini della Conca d’Oro, inserisce questa vicenda nel suo contesto storico, quello di una generale e corale corsa verso la modernità, che passa, qui come altrove in Italia, dalla separazione fisica dei ceti, che da verticale si fa orizzontale, creando zone che siano prova e certificazione dello status sociale acquisito o conquistato. Una storia che, depurata dal rimpianto per ciò che è stato perso e dalla facile individuazione di pochi responsabili, determina ancora l’identità contemporanea della città.

Fabrizio Pedone

Fabrizio Pedone (Palermo, 1983), nel 2018 ha conseguito un dottorato di ricerca in Storia contemporanea alla Sapienza Università di Roma. Ha pubblicato articoli sul tema della Storia urbana e sociale della città di Palermo in «InTrasformazione, Rivista di Storia delle Idee», «Dimensioni e problemi della ricerca storica», «Italia contemporanea», «I quaderni del cepes», «Semestrale di studi e ricerche di geografia». Suoi contributi sono inseriti anche in Percepire la città tra descrizioni e omissioni, a cura di Salvatore Adorno, Giovanni Cristina e Arianna Rotondo (Scrimm, Catania, 2014) e in Raccontare, leggere e immaginare la città contemporanea / Raconter, lire et imaginer la ville contemporaine, a cura di Angelo Bertoni e Lidia Piccioni (Olschki, Firenze, 2018). È cofondatore e vicepresidente di Odd Agency.

Scheda dell'autore non disponibile

Scheda dell'autore non disponibile

SPESE DI SPEDIZIONE GRATUITE per i libri Nuova Ipsa Editore


NUOVI METODI DI PAGAMENTO

Apple Pay
paga con il tuo dispositivo Apple tramite il sistema di pagamento sicuro Apple Pay
pagamento con carta di credito apple pay


Carte di Credito
Paga direttamente con la tua carta di credito preferita in modo sicuro e veloce
pagamento con carta di credito visa, amex, mastercard, american express


CARTA DEL DOCENTE seleziona la voce cartadocente come metodo di pagamento e inserisci il codice del buono

argomenti trattati in
La città che non c'era

Maggiori informazioni:

risolvi ogni tuo dubbio inviandoci una email: