Nicola Manente

N
icola Manente, operatore ayurvedico, massaggiatore, membro dell’associazione Vishwa Ayurveda Parishad a Lucknow (India). Incontra l’Ayurveda nei primi anni ’90 e da allora frequenta corsi di perfezionamento in Italia e India. All’attività professionale presso centri benessere e Spa affianca l’attività di docente presso enti formativi e scuole di naturopatia e quella di relatore in conferenze per la divulgazione dell’approccio ayurvedico al benessere. Pratica yoga e MT siddhi.

In India, culla antichissima dell’Ayurveda, la diffusione delle Medicine Tradizionali e Complementari è tale che il Governo Indiano, nel novembre 2014, promuove l’Ayurveda a medicina di Stato, e lo incorpora nel Ministero per l’Ayurveda, Yoga e Naturopatia, Unani, Siddha, Sowa-Rigpa (Medicina Tradizionale Tibetana) e Omeopatia (AYUSH), con lo scopo di migliorare e potenziare la qualità della ricerca scientifica e dell’offerta sanitaria in questo campo.
Questo ‘manuale ayurvedico’ nasce con l’intento di offrire a tutti gli operatori del settore, e al vasto pubblico di appassionati e divulgatori della medicina naturale, un panorama ampio e attuale della Medicina Ayurvedica Evidence-Based, quella che oggi definiamo come ‘Ayurveda Scientifico’, dotato di fonti autorevoli condivise e caratterizzato da evidenze scientifiche internazionali. In questo primo volume vengono esposte nuove ipotesi sulle origini della medicina, sul rapporto tra medicina greca e ayurveda, sui principali testi radice, sugli elementi di fisiologia e anatomia ayurvedica, sui principi fondamentali della medicina, sull’alimentazione, sulla farmacia e la fitoterapia (con 108 schede relative alle principali piante ayurvediche), sugli oli essenziali, sui minerali e i metalli maggiormente utilizzati, con cenni ad altri rimedi tradizionali. Sono presentati inoltre i principali metodi diagnostici e il sistema terapeutico attualmente in uso negli ospedali e nelle cliniche ayurvediche in tutto il mondo.
L’Ayurveda Scientifico inizia in India con Sir Ram Nath Chopra (1882-1973), un pioniere nel campo della farmacologia sperimentale sulle piante, che ha influenzato un’intera generazione di farmacologi, farmacisti, fisiologi e medici del continente indiano ed è stato infine proclamato ‘padre della farmacologia indiana’. Dall’inizio degli anni ‘80 del secolo scorso, un grande impulso alla ricerca Evidence-Based a livello mondiale avviene con Maharishi Mahesh Yogi (1918-2008), laureatosi in Fisica all’Università di Allahabad nel 1942, che con la collaborazione di esperti e medici ‘vaidya’ ayurvedici, raccoglie le tradizionali conoscenze mediche ayurvediche in un’unità coerente, reintegrando altri ‘approcci vedici alla salute’ la cui importanza era stata dimenticata.

€ 68 € 80
SCONTO DEL 15%