Alberto Scanni

Alberto Scanni, già direttore del Dipartimento di Oncologia dell’Ospedale Fatebenefratelli-Oftalmico di Milano, è stato direttore generale dell’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano.
Ha fondato e presieduto la Società Italiana di Psiconcologia e il Collegio Italiano dei Primari Oncologi Medici Ospedalieri (CIPOMO). È presidente onorario dell’Associazione Progetto Oncologia Uman.A.

Vivere senza medici. Un’utopia? Questo volume dal provocatorio titolo dimostra che, se non proprio senza di loro, è possibile vivere a lungo (e bene), ricorrendovi solo quando è strettamente necessario. Il segreto? Si chiama prevenzione ed è la parola magica che chiunque voglia mantenersi sano deve inserire nel proprio vocabolario. Vi sono patologie che potrebbero essere completamente debellate (o, in caso di insorgenza, avere una prognosi più favorevole) se solo si mettessero in atto semplici azioni preventive, che sono alla portata di tutti. Dalla prevenzione oncologica a quella delle malattie dell’apparato scheletrico, da quella che riguarda l’infertilità maschile, a quella odontoiatrica e vascolare. Fino a quella… della medicina d’urgenza. Sì, perché pure al pronto Soccorso, con un minimo di attenzione e di comportamenti responsabili, si può evitare di andare. Anche perché - e lo scoprirete leggendo - è il luogo dove ci si ammala di più… Prevenzione in primo piano, come una vera e propria polizza assicurativa per garantire un benessere che dura nel tempo e che diventa non solo valore individuale ma collettivo.

€ 10,80 12
SCONTO DEL 10%

Chi assiste i malati deve avere sempre presenti i “fondamentali” che sono alla base della propria professione e della pratica quotidiana e dovrà farne tesoro quando farà assistenza, ricerca o sperimentazione, quando andrà a visitare, a prescrivere esami, cure o a fare diagnosi.

Nella vita universitaria vengono impartite molte nozioni teoriche e pratiche, ma anche le numerose lezioni ex cathedra non riescono a sopperire alla quasi totale assenza di studi che insegnino a essere “umani” nei confronti dei malati.

Il manuale vuole far riflettere su questo tema e colmare il vuoto esistente grazie al contributo di esperti che affrontano l’argomento dal punto di vista storico, sociologico, psicologico e pratico, ed è destinato non solo ai medici, ma anche agli studenti che si preparano a esercitare la professione e a tutti coloro che gravitano attorno al malato diventando, anche attraverso la narrazione di “storie”, un importante strumento didattico e di formazione.

 

Il rispetto della persona malata, la disponibilità all’ascolto, lo scrupolo, l’impegno e la diligenza al di là di etnia, religione e censo, la corretta informazione sui trattamenti che si andranno a praticare e l’essere moralmente ineccepibili trovano la giusta allocazione all’interno di una riflessione culturale, prerogativa oltre che del medico anche di tutti coloro che si prendono cura di chi soffre e ha bisogno di aiuto.

Gli altri autori sono: Alessandro Bertolini, Ilaria Emanuela Bossi, Maurizio Claudio Bossi, Marco Botturi, Antonella Delle Fave, Francesca Guma, Mario Marone, Giuseppe Masera, Sergio Musitelli, Pietro E. Pontremoli, Luigi Valera

N/A 49,9
SCONTO DEL 10%

NUOVA SEDE:
Vienici a trovare nel nostro nuovo spazio espositivo
Via dei Leoni, 71
90143 Palermo

Mappa su Google Maps