Giovanni Merenda

 Giovanni Merenda è nato a Messina nel 1942. Negli anni ’70 si è dedicato al teatro d’avanguardia mettendo in scena le sue riletture dell’Amleto, del Riccardo III e di altre opere. Nei primi anni ’90 ha cominciato a scrivere romanzi. Ha pubblicato tre gialli: Il segnale (Sellerio, 1999), L’esilio (Sellerio, 2001) e Il ritorno del diavolo (Scrittura e Scritture, 2010). Fra i suoi interessi è da segnalare la pittura che coltiva da parecchi anni curando mostre e vendendo le sue opere in tutto il mondo.

anche in Ebook
In un piccolo e imprecisato paese del sud abita un ragazzo solo. Il suo nome è un mistero, la sua famiglia non è mai esistita, l’unico amore che conosce è quello a pagamento.
Un avvenire piatto e senza speranze gli  si profila davanti, ma un uomo cambia il corso delle cose: l’Ingegnere.
Nessuno sa da dove venga né chi sia veramente, si fa vivo solo un paio di mesi all’anno per villeggiare nella grande casa che possiede in paese.
Quest’uomo decide di assoldare il protagonista, dapprima come muratore, poi iniziandolo ad una scuola speciale.

Può un’esistenza scendere a compromessi tanto radicali e cambiare assetto in maniera così repentina?

“Senza nome” diventa un truffatore, viaggia, vive col fiato sospeso e gode di atti criminali che hanno per oggetto ricchi diventati tali in maniera poco limpida.
Ogni azione è frutto di mesi di preparazione. Si va avanti così per anni, guadagnando fortune, fino a sfiorare inevitabilmente la malavita organizzata.

Cosa è rimasto di quel ragazzo orfano che non osava chiedere tanto alla vita?
Forse una ragazza straniera, testimone di un delitto, col suo bisogno di amore e protezione, riuscirà a tirare fuori l’ultimo lembo di umanità rimasto nell’animo del nostro antieroe.
€ 10,20 € 12
SCONTO DEL 15%