Cucina a vapore

Cucina a vapore di Giuseppe Capano

valuta questo libro


ISBN: 978-88-481-2839-1
Edizione 2012, 128 PAGINE

Editore: Tecniche Nuove



€ 8,42    € 9,9

sconto del 15%
risparmi: 1,48
solo 2 copie disponibili in magazzino.

Il libro prende in esame le cotture più salutari, a cominciare da quella a vapore, affiancandola con altre tecniche che del vapore comunque si avvalgono, come il cartoccio, il bagnomaria, la stessa stufatura a padella coperta, oltre alla bollitura per tutti quegli alimenti come cereali e legumi che con il solo vapore non riescono a trasformarsi.
A esemplificazione delle tecniche proposte, il lettore può contare su un centinaio di ricette, perlopiù di rapida esecuzione, in qualche caso più complesse perché prevedono l’utilizzo di diversi tipi di cottura. Gli appassionati di cucina possono apprezzare in queste pagine i suggerimenti dello chef e il modo in cui i metodi di cottura proposti rispettano l’alimento, i suoi contenuti nutritivi ma anche i suoi sapori e profumi.
Come sempre nella cucina dell’autore, le verdure sono l’elemento base che si accompagna a cereali, legumi o pesci, andando a comporre un’armonia di gusto, che è anche molto salutare.

Giuseppe Capano

Giuseppe Capano Chef, scrittore e divulgatore, ha collaborato con medici e nutrizionisti e ha scritto numerosi libri: La cucina a crudo; A tavola con il diabete (con Barbara Asprea); Ipertensione curarla a tavola (con Bruno Brigo); Olio crudo e cotto (con Luigi Caricato); La cucina a basso indice glicemico (con Barbara Asprea). Collabora da oltre 16 anni con Cucina Naturale gestisce il portale cucinaesalute.com, e il blog giuseppe-capano.cucina-naturale.it

La cucina a crudo di Giuseppe Capano

Giuseppe Capano

Cominciare i pasti con un alimento crudo ben dispone il sistema digestivo, aumenta il senso di sazietà e dovrebbe essere una regola per tutti, a colazione, pranzo e cena. È possibile però, anche senza diventare crudisti completi, organizzare dei pasti interi senza cuocere gli alimenti, in particolare frutta, verdure,
germogli, fiocchi di cereali, bulgur e couscous. Si può fare in tutte le stagioni dell’anno, non soltanto in primavera o estate, come sembrerebbe più ovvio. Si possono mangiare crudi anche alcuni alimenti di origine animale, purché freschissimi e di sicura provenienza, come uova, pesce e carne bovina. Il segreto sta nei condimenti: olio extravergine di qualità, marinature con sale e succo di agrumi, utilizzo di erbe aromatiche e spezie. Crudo non vuol dire necessariamente freddo o gelato: è possibile, infatti, intiepidire i piatti che lo richiedono (portandoli a 30-40 °C) senza perdere il profilo enzimatico e vitaminico delle materie prime. Con circa 100 ricette dall’antipasto al dolce.

Chicchi nuovi e antichi in cucina di Daniela Garavini

Daniela Garavini

Nel paese del pane e della pasta, è importante imparare a cucinare i cereali (o simil cereali) anche nella loro forma originaria, il chicco.
Esso, infatti, conserva più a lungo le proprie qualità nutrizionali rispetto alla farina, anche integrale, è ricco di energia e di fibra ed è, anche e soprattutto, di più facile digestione.
Una scheda iniziale aiuta il lettore a familiarizzare con i numerosi chicchi che arricchiscono la nostra cucina: dal frumento e i suoi parenti vecchi e nuovi al mais, dal miglio all’orzo, dal riso all’avena e alla segale, dal sorgo al teff non dimenticando però i “non cereali” di simile utilizzo come l’amaranto, la quinoa o il grano saraceno.
Come scoprirete nelle ricette di questo libro - che presenta sia specialità tradizionali della cucina italiana e internazionale, sia ricette innovative – il chicco si presta a innumerevoli piatti; dalle minestre ai risotti (e orzotti e farrotti…), dalle insalate ai ripieni per le verdure o ai dolci compresi.

Vapore & sapore € 18,62
Vapore & sapore di Giuseppe Capano

Giuseppe Capano

La potente azione del vapore in cottura non è presente in misura massiccia solo nella metodologia che porta il suo nome, ma è un elemento estremamente importante in tutte le cotture principali, anche quando non sembra essere presente.
Scoprirete che il vapore è l’anima della riuscita di molte ricette e allo stesso tempo come, grazie al vapore, sia possibile eseguire una cucina di gusto che preservi e mantenga integro buona parte del patrimonio nutritivo degli alimenti utilizzati, introducendo nell’organismo abbondanti elementi protettivi. Ma non solo, grazie al vapore è possibile circoscrivere alla giusta dose le calorie dei piatti, preservare al meglio la qualità dei grassi vegetali usati, esaltare il sapore di erbe aromatiche e spezie, limitare i tempi di preparazione, ritrovare i sapori reali di molti cibi, scoprire e assaporare consistenze e morbidezze nuove. A dimostrazione di tutto questo sono state studiate, provate e affinate numerose ricette di antipasti, primi piatti, secondi, dolci, pani e dessert. 

Olio: crudo e cotto di Giuseppe Capano

Giuseppe Capano

Siamo grandi consumatori di olio, ma non sempre lo conosciamo bene. Così finiamo per usarne quantità esagerate, quando ne basta poco per avere un buon effetto condente; o ci convinciamo a torto che l’extravergine vada usato solo a crudo nell’insalata, mentre per cucinare usiamo oli di scarso pregio. Questo libro è un contributo a una maggiore conoscenza dell’olio, o meglio dei tanti extravergine che si producono in Italia, passando così in rassegna le produzioni DOP e IGP, ma anche i monovarietali. Scoprirete così come scegliere l’olio più “giusto” in cucina: non tutti gli oli, infatti, sono adatti a tutti i piatti. Il lettore trova in queste pagine una sorta di mappa degli abbinamenti migliori tra olio e cibo, illustrata dal rapporto tra piatti e oli dello stesso territorio. Le ricette presenti nel libro rappresentano infine un esempio concreto di scelta degli oli più adatti per ogni singola preparazione, dall’antipasto al dolce. 

Cucina mediterranea senza glutine di Giuseppe Capano

Giuseppe Capano

La celiachia è una malattia che colpisce quasi una persona su cento. La sua unica cura consiste nell’astenersi completamente da qualsiasi alimento contenente glutine, anche una minima traccia può scatenare i sintomi. Questo significa non mangiare nessun cereale glutinoso, come il frumento, l’orzo, la segale, il farro e i loro derivati come pasta, pizza, pane, dolci, biscotti ecc. e nemmeno altri tipi di alimenti che possano essere venuti accidentalmente in contatto con essi durante il processo di lavorazione in fabbrica o a casa nelle operazioni di cucina.
Nel paese della pasta e della pizza è certamente una limitazione, ma lo spazio di libertà è comunque molto ampio, come dimostra questo ricco ricettario mediterraneo che propone cereali alternativi privi di glutine, come il riso, il mais, il grano saraceno, il miglio. Tra l’altro con le farine di questi cereali è anche possibile preparare dolci e creme appetitosi. 


argomenti trattati in
Cucina a vapore

Maggiori informazioni:

risolvi ogni tuo dubbio inviandoci una email: