Le 95 tesi

Le 95 tesi di Martin Lutero

valuta questo libro


ISBN: 9788876926600
Edizione 2020, 188 PAGINE



€ 18,05    € 19

sconto del 5%
risparmi: 0,95
solo 1 copie disponibili in magazzino.

Altri libri dello stesso argomento
Tu puoi trasformare il tuo mondo di Carla Picardi
Manuale di Psicoestesia di Maurizio Armanetti
L’arte della vitalità di Roy Martina
Scegli di splendere di Catia Trevisani
ANIMALI MARINI di Anne Rooney

Il libro raccoglie Le 95 tesi luterane contro la vendita delle indulgenze e i poteri del Papa, dalla pubblicazione delle quali si fa convenzionalmente iniziare il cammino della Riforma Protestante. Vuole la tradizione che il 31 ottobre 1517 il monaco (o più probabilmente i suoi studenti, addirittura all’insaputa del maestro) abbia affisso sul portale della cattedrale di Wittenberg le 95 tesi in latino riguardanti il valore e l’efficacia delle indulgenze. Secondo una prassi consolidata ormai da tempo, papa Leone X decise la vendita delle indulgenze per finanziare la ricostruzione della basilica di S. Pietro. La vendita delle indulgenze comportava la cancellazione dei peccati e quindi la certezza di andare in paradiso dopo la morte. Le indulgenze vennero vendute in tutta la Germania e in altri paesi europei. Grandi banchieri, come i Fugger di Augusta, fin dal tempo di Papa Alessandro VI avevano a Roma un'agenzia specializzata per questo tipo di transazione. Lutero si sentì in dovere d'intervenire contro questa consuetudine che manifestava in modo eclatante la corruzione della Chiesa e l’allontanamento dai principi del Vangelo, prassi che nulla aveva a che fare con la spiritualità cristiana e i fedeli in cerca di redenzione. Proporre pubblicamente tesi da discutere apparteneva al costume accademico dell’epoca e Lutero intendeva infatti rivolgersi al mondo dei dotti e alle autorità ecclesiastiche, non indirizzare un manifesto all’opinione pubblica. Ma la critica ai costumi corrotti della Chiesa dilagò in tutta Europa e giunse fino a Roma, con la conseguenza epocale di scoperchiare lo scandalo in corso nella Chiesa cattolica ed  avviare la Riforma luterana. Il severo monaco agostiniano, professore di teologia nella piccola e recente – XVI secolo – università di Wittenberg viveva una religiosità di tipo medioevale e non condivideva la crisi della religiosità tradizionale, tipica di una cultura rinascimentale che non gli apparteneva: era un uomo del passato e viveva la fede come i suoi antenati. Si può dire che si trovò a essere l’inconsapevole elemento catalizzatore di un enorme fenomeno storico. Affermando la libertà della fede da ogni imposizione dogmatica, egli fu anche un uomo del mondo moderno, in quanto espresse la fede nella sua purezza come aveva appreso dalla Bibbia. In questo libro vengono proposte le famose 95 tesi luterane sulle indulgenze e altri due testi fondamentali della storia cristiana, che Lutero scrive poco dopo in circostanze diverse: Della Libertà del Cristiano - De libertate Christiana e Sulla prigionia babilonese della Chiesa - De captivitate Babylonica Ecclesiae. Il primo è un breve scritto incentrato sulla esclusiva necessità della fede, dalla quale le stesse opere buone conseguono, viene considerato da molti come l'esposizione più efficace di ciò che per il monaco è l'essenziale della fede cristiana. Il secondo è un fondamentale manifesto teologico. Trattando dei sacramenti, che il monaco riduce a tre - battesimo, penitenza, eucarestia - esso contiene l'originalità dei principi luterani e con essa il distacco dalla tradizione ecclesiastica. L’esaustiva presentazione di Sergio Quinzio, l’ampia nota biografica e le copiose note rendono questo libro fruibile dal vasto pubblico.

Martin Lutero

Martin Lutero (1483-1546), riformatore religioso tedesco ed iniziatore della riforma protestante, nacque a Eisleben. Nel 1505 entrò nel convento degli agostiniani di Erfurt dove studiò teologia. Nel 1517 rese pubbliche le 95 tesi in cui poneva sotto accusa la prassi ecclesiastica delle indulgenze. Dichiarato eretico dal papa (1518) non volle ritrattare le proprie convinzioni. Nel 1520 bruciò, assieme al corpus del diritto canonico anche la bolla papale Exurge Domine. Scomunicato nel 1521 Lutero si rifugiò nel castello della Wartburg, dove lavorò alla traduzione del Nuovo Testamento. Nel 1525 pubblicò, in risposta all'attacco di Erasmo da Rotterdam, lo scritto. De servo arbitrio. Morì il 18 febbraio 1546.

Scheda dell'autore non disponibile

Scheda dell'autore non disponibile

SPESE DI SPEDIZIONE GRATUITE per i libri Nuova Ipsa Editore


NUOVI METODI DI PAGAMENTO

Apple Pay
paga con il tuo dispositivo Apple tramite il sistema di pagamento sicuro Apple Pay
pagamento con carta di credito apple pay


Carte di Credito
Paga direttamente con la tua carta di credito preferita in modo sicuro e veloce
pagamento con carta di credito visa, amex, mastercard, american express


CARTA DEL DOCENTE seleziona la voce cartadocente come metodo di pagamento e inserisci il codice del buono

argomenti trattati in
Le 95 tesi

Maggiori informazioni:

risolvi ogni tuo dubbio inviandoci una email: