Deborah Rozman

In molti casi le consuete terapie psicologiche per l’ansia si sono rivelate inefficaci.

La maggior parte dei terapeuti ricorre ad una combinazione di trattamenti farmacologici e terapia cognitivo-comportamentale, cercando di far sì che i pazienti prendano le distanze dai propri pensieri ansiogeni per osservarli con obiettività e affrontare le paure su cui essi sono fondati. La teoria è che se si riesce a cambiare i propri pensieri e i loro presupposti, anche le emozioni e le sensazioni cambieranno. Ma le cose non stanno sempre così, perché sentimenti ed emozioni tendono a radicarsi, acquisendo spesso un’esistenza autonoma.

Ora, però, la neurocardiologia ha scoperto che il nostro cuore ha un "cervello" composto da circa 40.000 neuroni, in grado di elaborare dati, memorizzare... e in base a questa scoperta gli scienziati del prestigioso Istituto HeartMath hanno messo a punto un addestramento semplice da usare per liberarci dall’ansia una volta per tutte.

In cosa consiste il metodo HeartMath®?
Esso parte dalla scoperta che pensieri ed emozioni influenzano il ritmo cardiaco, e che focalizzandoci su sensazioni positive che vanno dalla gratitudine alla sollecitudine, alla compassione, riusciamo a passare dal caos cardiaco (tipico delle sindromi ansiose) alla coerenza cardiaca (uno stato misurabile, biologico, caratterizzato da grande equilibrio e benessere). E il risultato ottenuto con questo training - ci dicono le ricerche dell’HartMath - è durevole. 

€ 12,75 € 15
SCONTO DEL 15%