La città di Palermo

Cenni di storia architettonica dalla fondazione ai primi anni del XX secolo
La città di Palermo di Claudio Alessandri

valuta questo libro


ISBN: 978-88-7676-493-6
Edizione 2013, 172 PAGINE



€ 10,20    € 12

sconto del 15%
risparmi: 1,80

Dare un’idea delle caratteristiche architettoniche di una città come Palermo, non è affatto semplice, specialmente, come in questo caso, in quanto la descrizione storico-architettonica, copre un lunghissimo arco di tempo durante il quale Palermo risentì, in positivo e in negativo, tutti i cambiamenti che comportarono le tante dominazioni, diverse nella storia come nella concezione costruttiva.

Può sembrare assurdo, ma Palermo e la Sicilia in generale, non hanno mai goduto di una loro indipendenza politica: subirono la conquista di svariate dominazioni straniere e questa circostanza fu di giovamento alla sua cultura letteraria, storica e architettonica, ma solo sotto i Normanni e gli Svevi con Federico II, si poté parlare di forme politiche “in fiere”, non determinate dal volere dei conquistatori, ma integrate alla storia locale.

 

Claudio Alessandri

Nasce a Rimini.
Giovanissimo si trasferisce con la famiglia a Ferrara e poi a Palermo dove, ancor oggi, vive ed opera.
Cultore d’archeologia classica e medioevale, appassionato di fotografia.
Negli anni sessanta inizia la sua attività giornalistica scrivendo di archeologia classica e medioevale, negli anni settanta inizia l’attività di critico d’arte.

Negli stessi anni, frequenta assiduamente la galleria palermitana "Arte al Borgo" ove conosce Sciascia, Guttuso, Caruso, Porzano, Cazzaniga ed i pittori della stessa Galleria con i quali si incontra sovente intrattenendosi sulla problematica artistica siciliana e nazionale. A partire dagli anni settanta collabora attivamente con numerosi periodici tra i quali:  Mondo Archeologico, Palermo, mensile della Provincia Regionale,  l’Isola del Sole, Sicindustria, Siciliaimpresa.
Suoi scritti appaiono sulle pubblicazioni a carattere culturale "ArteFile" e "Colapesce".
Collabora assiduamente, sin dalla sua fondazione, con la casa editrice Scirocco, facendo parte del comitato critico del volume "Artisti Siciliani Contemporanei".

Per i tipi della "Nuova Ipsa" ha pubblicato il volume "Federico II di Svevia Imperatore e re di Sicilia" e per la stessa casa editrice "Quell’albero ha sentito tutto" e il "Giorno del sole nero" per la Casa Editrice "Luxury Collection" il volume "Federico II – Genesi e considerazioni sulle Costituzioni Melfitane".

Contemporaneamente si occupa con assiduità delle personali degli artisti più prestigiosi ospiti di importanti gallerie palermitane, e siciliane in generale. Quale critico d’arte ha presentato in catalogo numerosi artisti italiani e stranieri.

Attualmente collabora con i giornali "On-line" SiciliaInformazioni,  ItaliaInformazioni e BlogSicilia con articoli di arte e scritti storici.

Chi volesse contattarlo puo farlo ai seguenti recapiti:
tel. / fax 091 315061
cell. +346 7395923
e-mail: c.alessandri@libero.it
e-mail: info@claudioalessandri.com
www.claudioalessandri.com

Il mistero, Santa Flavia e altri racconti di Claudio Alessandri

Claudio Alessandri

Spesso il ricordo si ammanta di sogno e il sogno ritorna immagine vivida ispiratrice..

Federico II di Svevia di Claudio Alessandri

Claudio Alessandri

Questo volume inaugura una nuova collana: “Augustali. Storia tematica della Sicilia”.
Federico II è una figura emblematica della storia europea e della Sicilia in particolare. Questo imperatore ha fatto scorrere fiumi di inchiostro; è stato studiato da decine di storici e sono stati pubblicati ponderosi volumi, anche in epoca recente.

Tuttavia la conoscenza del suo operato è ancora frammentaria presso il grande pubblico e confinata in una nebulosa di leggende e aneddoti. L’Autore espone la vicenda politica e umana di Federico II con uno stile decisamente narrativo, che rende la lettura avvincente come un romanzo e la storia di Federico II può così essere letta e assimilata anche da lettori non specialisti.

Le illustrazioni in b/n e a colori, aggiungono ulteriore grazia ed eleganza al volume.

Il giorno del sole nero di Claudio Alessandri

Claudio Alessandri

Questo racconto origina da una tenebrosa e triste vicenda accaduta realmente negli anni ’50 in un piccolo paese non lontano da Palermo. Quando ciò accadde l’autore era ancora giovanissimo da allora è trascorso molto tempo, eppure il suo ricordo è vivido, anche se quando il paesino venne sconvolto da un efferato delitto, mai accaduto prima né dopo, l’autore lo visse come un diversivo alla noia imperante in quel piccolo centro agricolo che si animava solo nei mesi estivi con il sopraggiungere dei villeggianti dalla città.

Quell’albero ha sentito tutto di Claudio Alessandri

Claudio Alessandri

La fantasia è l’indispensabile completamento della realtà tenuta celata da un pesante macigno che opprime il petto di coloro che sanno, ma tacciono tremebondi e divorati dal rimorso sperando che un giorno giunga qualcuno a svellare quel macigno riportando alla luce quel verminaio che si nutre da secoli dal nocciolo sano e pronto per germogliare nel fertile umus di una Sicilia rigenerata.

L’attesa, fino ad oggi è stata vana e la Sicilia si è nutrita dei suoi figli, i pochi che hanno tentato di distruggere quell’immane macigno costringendomi a rifugiarmi nella fantasia, ma anch’essa a poco serve tranne l’illusoria vittoria della mia mente, quella mente che l’ha partorita senza nulla temere... la fantasia è un paravento dietro il quale non può giungere la scarica mortale e, a ben considerare, è molto simile, come consistenza, al vento e come al vento si disperderà in colpevole omertoso silenzio. 


argomenti trattati in
La città di Palermo

Maggiori informazioni:

risolvi ogni tuo dubbio inviandoci una email: